«Fermi nella fede in Cristo»

Libro di Mormon: Manuale dell’insegnante, 1999


Scopo

Aiutare i membri della classe a capire che l’atteggiamento e le azioni dei Nefiti in tempo di guerra possono servirci come schema per affrontare i conflitti terreni e la battaglia contro Satana.

Preparazione

  1. 1.

    Leggi, medita e prega sui seguenti passi delle Scritture:

    1. a.

      Alma 43–44. Guidati da Zerahemna, i Lamaniti muovono in battaglia contro i Nefiti, cercando di ridurli in schiavitù. I Nefiti, guidati da Moroni, combattono per difendere le loro famiglie e le loro libertà. I Nefiti vincono perché sono «ispirati da una migliore causa» e perché esercitano la fede in Gesù Cristo.

    2. b.

      Alma 45:20–24; 46. Amalichia desidera diventare re e provoca dissensi tra i Nefiti. Il comandante Moroni innalza il «motto della libertà» per ispirare il popolo, ed essi promettono di seguire Dio. Amalichia e alcuni dei suoi seguaci si uniscono ai Lamaniti.

    3. c.

      Alma 47–48. Grazie a un inganno Amalichia diventa re dei Lamaniti. Egli incita i Lamaniti a combattere contro i Nefiti. Il comandante Moroni prepara i Nefiti a difendersi.

    4. d.

      Alma 49–52. Continua la guerra tra i Nefiti e i Lamaniti. Gli uomini del re desiderano imporre un re ai Nefiti, ma vengono sconfitti. Teancum uccide Amalichia, al quale succede come re dei Lamaniti suo fratello Ammoron.

  2. 2.

    Se l’illustrazione Il comandante Moroni innalza lo stendardo della libertà è disponibile, preparati a mostrarla durante la lezione (62051, Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 312).

Suggerimenti per esporre la lezione

Attività per richiamare l’attenzione

Se lo ritieni utile per iniziare la lezione, svolgi la seguente attività o un’altra di tua scelta.

Chiedi ai membri della classe:

• Perché, secondo voi, Mormon incluse nel Libro di Mormon tante informazioni sulle guerre?

Oltre alle risposte dei membri della classe puoi proporre quanto segue:

  1. 1.

    Mormon sapeva che il Libro di Mormon sarebbe stato letto e studiato in un’epoca in cui le guerre erano diffuse in tutto il mondo. Questi scritti ci insegnano a rimanere cristiani durante i tempi di conflitto.

  2. 2.

    Mormon descrisse dettagliatamente la storia dei Nefiti nel periodo precedente l’apparizione del Salvatore. Possiamo leggere le esperienze dei Nefiti e prepararci per avvenimenti simili che avranno luogo ai nostri giorni prima della seconda venuta di Cristo.

Spiega che questa lezione tratterà ciò che le battaglie tra i Nefiti e i loro nemici possono insegnarci riguardo a come risolvere i conflitti terreni e a difendere noi stessi e le nostre famiglie nella battaglia contro Satana.

Analisi delle Scritture e applicazione pratica

Scegli con cura i passi delle Scritture, le domande e le parti del testo della lezione che rispondono meglio alle necessità dei membri della classe. Aiuta i membri della classe a capire come queste Scritture si possono applicare alla vita di ogni giorno sia in pace che in guerra. Esorta i membri della classe a raccontare esperienze adatte collegate ai principi esposti nelle Scritture.

1. I Nefiti combattono per difendere le loro famiglie e la loro libertà.

Commentate Alma 43–44. Invita i membri della classe a leggere ad alta voce versetti scelti di questi capitoli.

• Perché i Nefiti combattevano contro i Lamaniti? (Vedere Alma 43:3–4, 9–11, 45–47; 48:14). In quali circostanze il Signore approva che gli uomini vadano in guerra?

Il presidente Charles W. Penrose, già componente della Prima Presidenza, disse: «Non è giusto che ci dedichiamo a spargere il sangue dei nostri simili per vendetta o rappresaglia. Ma quando il Signore comanda o ispira i Suoi servi a consigliare i figli e le figlie di Israele a prestare il loro aiuto in una guerra giusta, la questione è diversa… Dobbiamo levarci con tutta la nostra forza per procedere innanzi verso la vittoria; non con il desiderio di versare sangue, non con il desiderio di distruggere i nostri simili, ma per difendere noi stessi e perché vogliamo conservare e trasmettere ai nostri posteri i sacri principi della libertà che sono stati rivelati dall’alto» (Conference Report, ottobre 1917, 21).

Il presidente David O. McKay disse: «Vi sono due situazioni che possono giustifi- care un uomo veramente cristiano che entri in guerra – notate, ho detto entri, non inizi: (1) il tentativo di dominare e privare un’altra persona del suo libero arbi- trio e (2) la fedeltà verso il proprio paese. Forse c’è una terza situazione, ossia la difesa di una nazione debole che viene ingiustamente schiacciata da una nazione forte e priva di scrupoli» (Conference Report, aprile 1942, 72).

• Moroni, quando affrontò Zerahemna, a che cosa attribuì il successo dei Nefiti in battaglia? (Vedere Alma 44:3–4). In che modo i Nefiti avevano dimostrato la loro fede in Cristo? (Vedere Alma 43:23, 49–50).

• Cosa possiamo fare nella nostra famiglia e nella comunità per contribuire a proteggere le libertà che i Nefiti avevano care?

• Analizzate i seguenti principi che governano l’atteggiamento e le azioni dei giusti Nefiti in tempo di guerra. In che modo la conoscenza e l’osservanza di questi principi oggi può contribuire a portare una pace più grande nel mondo? Come possiamo mettere in pratica questi principi per risolvere i conflitti nella nostra vita personale?

  1. a.

    Combattere soltanto per motivi giusti, come ad esempio per autodifesa (Alma 43:8–10, 29–30, 45–47; 48:14; puoi far notare che la prima menzione di una guerra iniziata dai Nefiti si trova in Mormon 4:1–4).

  2. b.

    Non avere odio per i nostri nemici; cercare di fare il loro interesse oltre al nostro (Alma 43:53–54; 44:1–2, 6).

  3. c.

    Vivere rettamente e confidare in Dio (Alma 44:3–4; 48:15, 19–20).

  4. d.

    Seguire dei capi giusti e saggi (Alma 43:16–19; 48:11–13; vedere anche DeA 98:10).

2. Il comandante Moroni innalza il «motto della libertà» per ispirare il popolo.

Leggete e commentate versetti scelti di Alma 45:20–24; 46. Spiega che, dopo le battaglie con i Lamaniti, Helaman e i suoi fratelli andarono in tutto il paese per predicare e ristabilire la Chiesa (Alma 45:20–22). Tuttavia alcuni Nefiti diventarono orgogliosi e si ribellarono contro la Chiesa. Il capo di questo gruppo di dissenzienti era Amalichia, il quale voleva diventare re dei Nefiti (Alma 45:23–24; 46:1–4).

• Come riuscì Amalichia a persuadere gli altri a seguirlo? (Vedere Alma 46:1–7, 10). Per quale motivo quelle persone lo appoggiavano? (Vedere Alma 46:4–5).

Che cosa possiamo imparare dalla storia di Amalichia e dei suoi seguaci? (Vedere Alma 46:8–9).

• Se hai deciso di mostrare l’illustrazione del comandante Moroni che innalza il motto della libertà, esponila ora. Perché Moroni creò il motto della libertà? (Vedere Alma 46:11–13, 18–20). Come reagì il popolo al motto della libertà? (Vedere Alma 46:21–22). Quale effetto ha sulla nostra vita il fare e mantenere delle alleanze?

3. Amalichia diventa re dei Lamaniti e li incita alla battaglia.

Leggete e commentate versetti scelti di Alma 47–48.

• Che cosa fece Amalichia quando non riuscì a diventare re dei Nefiti? (Vedere Alma 46:33; 47:1, 4. Invita i membri della classe a riassumere la storia di come Amalichia diventò re dei Lamaniti [Alma 42:1–35] oppure riassumi tu stesso la storia).

• Alcuni dei più accesi oppositori dei Nefiti erano stati a loro volta Nefiti; fra questi c’erano gli Amalechiti (Alma 24:29–30; 43:6–7), gli Zoramiti (Alma 30:59; 31:8–11; 43:4), Amalichia (Alma 46:1–7), Morianton (Alma 50:26, 35) e il fratello di Amalichia, Ammoron (Alma 52:3). Perché coloro che lasciano la Chiesa spesso lottano strenuamente contro di essa? (Vedere Mosia 2:36–37; Alma 47:35–36).

Il profeta Joseph Smith fece la seguente dichiarazione a un uomo che chiedeva perché coloro che avevano lasciato la Chiesa spesso la combattevano tanto accanitamente: «Prima che lei si unisse a questa chiesa stava su un terreno neutrale. Quando il Vangelo fu predicato, le furono messi davanti il bene e il male. Lei poteva scegliere o uno dei due o nessuno. C’erano due padroni, l’uno nemico dell’altro, che la invitavano a servirli. Quando si è unito alla Chiesa si è arruolato al servizio di Dio. Quando fece questo, lasciò il terreno neutrale, e non potrà mai tornare indietro. Se dovesse abbandonare il Padrone al cui servizio si è arruolato, ciò accadrebbe per istigazione del Maligno, e lei seguirebbe i suoi dettami e sarebbe suo servitore» (in «Recollections of the Prophet Joseph Smith», Juvenile Instructor, 15 agosto 1892, 492).

• Confronta Amalichia con Moroni (Alma 48:1–7). Sottolinea che proprio come una sola persona malvagia può causare tanto male tra il popolo (Alma 46:9), una persona retta come Moroni può ispirare tanta rettitudine. Come possiamo incoraggiare e sostenere i capi giusti? Come può ognuno di noi ispirare gli altri a essere retti?

4. Continua la guerra tra i Nefiti e i Lamaniti.

Leggete e commentate versetti scelti di Alma 49–52. Spiega che questi capitoli continuano la storia delle ricorrenti battaglie tra i Nefiti e i Lamaniti. Questa storia ci può aiutare nella nostra continua battaglia contro Satana e le sue schiere, i quali hanno mosso guerra contro la verità e la rettitudine, combattendo per distruggere ogni nostra possibilità di ottenere la vita eterna.

• Quale aiuto possono darci le storie delle guerre del Libro di Mormon mentre lottiamo contro l’influenza di Satana? (Alcuni esempi sono proposti qui di seguito, seguiti da domande su cui riflettere per favorire la discussione. I membri della classe possono proporre altri esempi).

  1. a.

    I Nefiti eressero mura attorno alle loro città per proteggerle dagli attacchi dei Lamaniti (Alma 48:7–9; 49:2–4, 13, 18). Quali difese possono proteggerci dall’influenza di Satana?

  2. b.

    I Nefiti rafforzavano continuamente le loro difese (Alma 50:1–6). Come possiamo continuare a rafforzare le nostre difese contro Satana?

  3. c.

    I Nefiti osservavano i comandamenti di Dio e seguivano i dirigenti della Chiesa (Alma 44:3–4; 49:30; 50:20–22). In che modo i comandamenti di Dio e i consigli dei nostri dirigenti della Chiesa ci aiutano a combattere la malvagità?

  4. d.

    I Nefiti ringraziavano Dio che li aveva protetti in battaglia (Alma 45:1; 49:28). Come può la gratitudine verso il Signore proteggerci contro Satana?

  5. e.

    Le contese inducevano i Nefiti a combattere tra loro e consentivano ai Lamaniti di sottometterli (Alma 51:2–7, 12–23; 53:8–9). Per quale motivo le contese consentono a Satana di assoggettarci al suo potere? Perché l’unità e il sostegno di altre persone ci aiutano a combattere contro la malvagità?

  6. f.

    I Nefiti retti prosperavano ed erano felici anche in tempo di guerra (Alma 49:30; 50:23). Come possiamo trovare pace e felicità anche in tempi di terribile malvagità?

Conclusione

Fai notare che i principi esposti in questi capitoli del Libro di Mormon possono aiutarci a proteggere noi e le nostre famiglie dagli assalti del male. Possono anche aiutarci ad avere la pace nel cuore nei periodi di guerra e di tribolazione.

Secondo i suggerimenti dello Spirito, porta testimonianza della validità dei principi trattati durante la lezione.

Idea addizionale da utilizzare nell’esporre la lezione

Il testo che segue integra lo schema della lezione. Puoi utilizzare questa idea come parte della lezione.

Videocassetta

Se la Videocassetta 2 del Libro di Mormon (53800 160) è disponibile, mostra la sequenza di quindici minuti «Fermi nella fede in Cristo».