«Obbedivano ogni parola di comando»

Libro di Mormon: Manuale dell’insegnante, 1999


Scopo

Aiutare i membri della classe a capire che il Signore li rafforzerà se seguono l’esempio dei valorosi giovani soldati di Helaman.

Preparazione

  1. 1.

    Leggi, medita e prega sui seguenti passi delle Scritture:

    1. a.

      Alma 53:10–19; 56:1–8. Duemila valorosi giovani Ammoniti si impegnano a combattere per la libertà dei Nefiti. Essi chiedono a Helaman di essere il loro capo.

    2. b.

      Alma 56:9–58:41. Fedeli agli insegnamenti delle loro madri, i giovani soldati esercitano la fede in Dio e combattono con coraggio. Ad essi si uniscono altri sessanta giovani Ammoniti. Tutti i 2.060 giovani soldati vengono feriti, ma nessuno rimane ucciso.

  2. 2.

    Se l’illustrazione I duemila giovani guerrieri è disponibile, preparati a mostrarla durante la lezione (62050, Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 313).

Suggerimenti per esporre la lezione

Attività per richiamare l’attenzione

Se lo ritieni utile per iniziare la lezione, svolgi la seguente attività o un’altra di tua scelta.

Mostra l’illustrazione dei giovani guerrieri. Leggi ad alta voce Alma 57:25–26, fermandoti dopo la parola uccisi nel versetto 26.

Fai notare che nelle battaglie tra i Nefiti e i Lamaniti sicuramente vi furono altri guerrieri Nefiti la cui vita fu miracolosamente salvata. Tuttavia vi erano anche molti Nefiti giusti che rimasero uccisi (Alma 56:10–11; 57:36). L’esercito dei giovani guerrieri di Helaman è l’unico esercito menzionato nel Libro di Mormon di cui neppure un soldato rimase ucciso in battaglia.

Spiega ai membri della classe che noi, come i giovani guerrieri di Helaman, facciamo parte di un grande esercito. Poi leggi la seguente dichiarazione del presidente Ezra Taft Benson. Spiega che, anche se questa dichiarazione era diretta ai detentori del Sacerdozio di Aaronne, si applica a tutti i membri della Chiesa.

«Siete nati in questo periodo della storia per uno scopo sacro e glorioso. Non è per caso che siete stati tenuti in serbo perché veniste sulla terra in quest’ultima dispensazione della pienezza dei tempi. La vostra nascita in questo particolare momento fu preordinata nelle eternità.

Voi costituite l’esercizio regale del Signore negli ultimi giorni…

Nelle battaglie spirituali che state combattendo vi vedo come moderni figli di Helaman. Ricorderete bene la storia che il Libro di Mormon ci tramanda dei duemila giovani guerrieri di Helaman» (Relazione sulla conferenza generale di aprile 1986, 41).

• Che cosa significa essere «l’esercito regale del Signore»? (Vedere Efesini 6:11–18; 1 Pietro 2:9; DeA 138:55–56). Quali sono le «battaglie spirituali che [stiamo] combattendo» nell’esercito del Signore?

Spiega che questa lezione esamina i principi e le caratteristiche che aiutarono i 2.060 guerrieri Ammoniti a ricevere tanta forza dal Signore. Se viviamo secondo questi principi e sviluppiamo queste caratteristiche, la nostra forza spirituale crescerà. Saremo più efficaci come servitori «nell’esercito regale del Signore».

Analisi delle Scritture e applicazione pratica

Scegli con cura i passi delle Scritture, le domande e le parti del testo della lezione che rispondono meglio alle necessità dei membri della classe. Esaminate insieme come i passi scelti delle Scritture si possono applicare alla vita di ogni giorno. Esorta i membri della classe a raccontare esperienze adatte collegate ai principi esposti nelle Scritture.

1. Duemila valorosi giovani Ammoniti si impegnano a combattere per la libertà dei Nefiti.

Leggete e commentate versetti scelti di Alma 53:10–19; 56:1–8. Prima di analizzare questa storia, invita i membri della classe a ripassare brevemente l’alleanza di pace che gli Ammoniti (Anti-Nefi-Lehi) avevano fatto al tempo della loro conversione (Alma 24:15–18; 53:10–11).

• I Nefiti avevano promesso di proteggere gli Ammoniti dai Lamaniti (Alma 27:22–24; 53:12). Che cosa volevano fare gli Ammoniti quando videro le afflizioni dei Nefiti? (Vedere Alma 53:13). Perché Helaman persuase questo popolo a non violare la loro alleanza? (Vedere Alma 53:14–15; 56:8). Che cosa ci insegna questo riguardo a tener fede alle alleanze?

• Che cosa fecero i figli degli Ammoniti per aiutare i Nefiti? (Vedere Alma 53:16). In che modo i giovani Ammoniti dimostrarono con quanta forza si erano impegnati ad aiutare i Nefiti? (Vedere Alma 53:17. Fecero un’alleanza ed erano decisi a tenere fede ad essa «in ogni caso». Scrivi alla lavagna Mantenere le sacre alleanze).

• In che modo il Signore ci rafforzerà se facciamo delle alleanze con Lui e teniamo fede ad esse «in ogni caso»?

Il presidente Ezra Taft Benson disse: «Gli uomini e le donne che affidano la loro vita a Dio scopriranno che Egli può fare molto di più, con la loro vita, di quanto essi potrebbero fare. Egli accrescerà le loro gioie, amplierà la loro prospettiva, ravviverà la loro mente, rafforzerà i loro muscoli, innalzerà il loro spirito, moltiplicherà le loro benedizioni, accrescerà le loro occasioni di successo, consolerà le loro anime, darà loro degli amici e riverserà su di loro la Sua pace. Chiunque perde la vita al servizio di Dio troverà la vita eterna» (The Teachings of Ezra Taft Benson [1988], 361).

• I giovani Ammoniti chiesero a Helaman di essere il loro capo (Alma 53:19; 56:1, 5). Helaman era un profeta e sommo sacerdote della Chiesa (Alma 37:1–2, 14; 46:6). Perché la decisione di seguire un profeta avrebbe accresciuto l’efficacia dei giovani Ammoniti nelle battaglie che essi avrebbero combattuto? Quale genere di dirigenti potrebbe indebolire il popolo nelle sue battaglie spirituali?

• Come rispondevano i giovani Ammoniti agli ordini che ricevevano? (Vedere Alma 57:21. Scrivi alla lavagna Seguire il profeta «scrupolosamente»). Perché è importante obbedire scrupolosamente agli insegnamenti dei profeti del Signore? (Vedere la citazione nella pagina seguente). Quali sono alcune determinate cose che dobbiamo fare oggi per seguire il profeta «scrupolosamente»?

Il presidente Harold B. Lee dichiarò:

«Il potere di Satana crescerà; ne vediamo le prove da ogni parte…

L’unica via di scampo che abbiamo come membri di questa chiesa consiste nel fare esattamente ciò che il Signore disse alla Chiesa il giorno in cui essa fu organizzata. Dobbiamo imparare a dare ascolto alle parole e ai comandamenti che il Signore ci darà tramite il Suo profeta ‹come li riceve, camminando in tutta santità al mio cospetto;… come se [uscissero] dalla mia propria bocca, in tutta pazienza e fede› (DeA 21:4–5). Vi saranno alcune cose che richiederanno pazienza e fede. Quello che verrà dalle autorità della Chiesa potrà non piacervi. Potrà contraddire le vostre opinioni politiche. Potrà contraddire le vostre opinioni sociali. Potrà interferire con alcuni aspetti della vostra vita di relazione. Ma se ascoltate queste cose come se uscissero dalle labbra del Signore stesso, con pazienza e fede, avete la promessa che ‹le porte dell’inferno non prevarranno contro di voi; sì, e il Signore Iddio disperderà i poteri delle tenebre dinanzi a voi e farà scuotere i cieli per il vostro bene e per la gloria del Suo nome› (DeA 21:6)» (Conference Report, ottobre 1970, 152 o Improvement Era, dicembre 1970, 126).

2. I giovani soldati esercitano la fede in Dio e combattono coraggiosamente.

Commentate Alma 56:9–58:41. Invita i membri della classe a leggere ad alta voce versetti scelti di questo passo. Se hai deciso di mostrare l’illustrazione dei giovani guerrieri, esponila a questo punto.

• Il primo esercito che i giovani Ammoniti affrontarono era il più forte e il più numeroso degli eserciti lamaniti (Alma 56:34–43). Come risposero i giovani soldati quando Helaman chiese se volevano muovere contro questo esercito? (Vedere Alma 56:44–47). Da chi quei giovani guerrieri avevano imparato ad avere un coraggio e una fede tanto grandi? (Vedere Alma 56:47–48; vedere anche Alma 53:21; 57:21. Se insegni a una classe di adulti, scrivi alla lavagna Insegnare ai nostri figli a credere in Dio. Se insegni ai giovani, scrivi Seguire i giusti insegnamenti dei genitori).

Per sottolineare l’influenza che le madri possono avere sui loro figli, puoi leggere la seguente dichiarazione del presidente Spencer W. Kimball:

«Essere una donna retta negli ultimi stadi di questa terra, prima della seconda venuta del Salvatore, è una chiamata particolarmente nobile. La forza e l’influenza della donna retta oggi sono dieci volte più grandi di quanto avrebbero potuto essere in tempi più tranquilli. Ella è stata messa qui sulla terra per contribuire ad arricchire, a proteggere e a vegliare la famiglia, che è l’istituzione fondamentale e più nobile della società. Altre istituzioni della società possono indebolirsi e fallire nel loro compito, ma la donna retta può contribuire a salvare la famiglia, che sarà forse l’ultimo e l’unico santuario che alcuni conosceranno nel mezzo della tempesta e della lotta» (The Teachings of Spencer W. Kimball, a cura di Edward L. Kimball [1982], 326–327).

• I giovani soldati non dubitavano della testimonianza delle loro madri (Alma 56:48). Perché è importante che i figli sappiano quanto sono forti e sicure le testimonianze dei loro genitori? In quali modi i genitori possono dare testimonianza ai figli?

• Durante una difficile battaglia molti nefiti erano sul punto di cedere ai Lamaniti (Vedere Alma 57:20; vedere anche i versetti 12–19). Quale fu la reazione dei giovani Ammoniti durante questa battaglia? (Vedere Alma 57:19–20. Scrivi alla lavagna Essere «saldi e impavidi» anche quando gli altri stanno per cedere).

• Quali furono i risultati della fede e del coraggio dei giovani Ammoniti? (Vedere Alma 57:20; 58:31–33, 39). Come possiamo rimanere «saldi e impavidi» anche quando i nostri amici, colleghi e altre persone sono sul punto di cedere? Come possiamo rafforzare coloro che stanno per cedere?

• In quali modi i giovani Ammoniti dimostravano di essere «saldi e impavidi»? (Per alcuni esempi vedere Alma 53:20–21; 57:26–27; 58:40).

  1. a.

    «Erano molto valorosi, per il loro coraggio» (Alma 53:20).

  2. b.

    «In ogni occasione erano fedeli a qualsiasi cosa fosse loro affidata» (Alma 53:20).

  3. c.

    «Erano uomini sinceri e seri» (Alma 53:21).

  4. d.

    Avevano una «grandissima fede in ciò che era stato insegnato loro a credere» (Alma 57:26).

  5. e.

    Riponevano «costantemente la loro fiducia in Dio» (Alma 57:27).

  6. f.

    «[Persistevano] in quella libertà con la quale Dio li [aveva] resi liberi» (Alma 58:40).

  7. g.

    Erano «rigorosi nel ricordarsi di giorno in giorno del Signore loro Dio» (Alma 58:40).

  8. h.

    Prestavano attenzione ai «suoi statuti, i suoi giudizi e i suoi comandamenti continuamente» (Alma 58:40).

  9. i.

    «La loro fede nelle profezie riguardo alle cose a venire [era] forte» (Alma 58:40).

Sottolinea che i giovani Ammoniti avevano sviluppato queste caratteristiche in gioventù, prima di diventare soldati. Se insegni ai giovani, scrivi alla lavagna Acquisire le giuste abitudini in gioventù.

• In una battaglia gli eserciti nefiti, guidati da Helaman, Gid e Teomner, si trovarono davanti a un esercito nemico molto più numeroso del loro, ma ricevettero assai poco aiuto dal paese di Zarahemla (Alma 58:1–9). A quale fonte i Nefiti si rivolsero per avere sostegno? (Vedere Alma 58:10. Scrivi alla lavagna Pregare per ricevere forza e soccorso).

• In che modo il Signore rispose alle preghiere dei Nefiti? (Vedere Alma 58:11–12). In quali modi tali risposte alla preghiera ci aiutano a farci coraggio?

Conclusione

Leggi la dichiarazione del presidente Ezra Taft Benson a pagina 142, poi ripassa i principi che hai scritto alla lavagna.

Secondo i suggerimenti dello Spirito, porta testimonianza della validità dei principi trattati durante la lezione.

Idea addizionale da utilizzare nell’esporre la lezione

Il testo che segue integra lo schema della lezione. Puoi utilizzare questa idea come parte della lezione.

Punti salienti di Alma 60–61

Commentate Alma 60–61, che contengono la lettera di Moroni a Pahoran, governa- tore del paese, e la risposta di Pahoran. In questi capitoli troviamo degli insegnamenti sugli argomenti che seguono:

  1. a.

    Fare uso di tutti i mezzi che il Signore ha fornito (Alma 60:21).

  2. b.

    Pulire «l’interno del vaso» (Alma 60:23).

  3. c.

    Essere vincolati secondo l’alleanza che abbiamo stipulato «di obbedire ai comandamenti di Dio» (Alma 60:34).

  4. d.

    Cercare la gloria di Dio, non «gli onori del mondo» (Alma 60:36).

  5. e.

    Non essere in collera (Alma 61:9).