Pentitevi e tornate al Signore

Libro di Mormon: Manuale dell’insegnante, 1999


Scopo

Ricordare ai membri della classe l’importanza di pentirsi, rivolgersi al Signore e seguire i profeti.

Preparazione

  1. 1.

    Leggi, medita e prega sui seguenti passi delle Scritture:

    1. a.

      Helaman 13. Un profeta lamanita di nome Samuele profetizza che i Nefiti, se non si pentono, saranno distrutti.

    2. b.

      Helaman 14. Samuele profetizza i segni che precederanno la nascita e la morte del Salvatore. Egli continua a invitare il popolo a pentirsi.

    3. c.

      Helaman 15–16. Samuele parla ai Nefiti della conversione dei Lamaniti. Alcuni Nefiti credono a Samuele e si fanno battezzare. Altri induriscono il loro cuore e cercano di uccidere Samuele, ma egli è salvato dal potere di Dio.

  2. 2.

    Se l’illustrazione Samuele il Lamanita predica dalle mura è disponibile, preparati a mostrarla durante la lezione (62370, Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 314).

Attività per richiamare l’attenzione

Se lo ritieni utile per iniziare la lezione, svolgi la seguente attività o un’altra di tua scelta.

Chiedi ai membri della classe di immaginare un venditore che abbia soltanto un prodotto da offrire: l’infelicità.

• Che cosa potrebbe fare questo venditore per smerciare il suo prodotto? (Eventuali risposte: potrebbe far apparire desiderabile l’infelicità; oppure potrebbe imbrogliare le persone inducendole a credere che il suo prodotto porterà loro la felicità invece dell’infelicità).

• Satana non ha nulla da offrire se non l’infelicità (2 Nefi 2:17–18, 27). In che modo Satana fa apparire desiderabili l’infelicità e il peccato? In che modo cerca di persuadere le persone che la felicità e la rettitudine non sono desiderabili?

Spiega che in questa lezione esaminerete le profezie di Samuele, un profeta lamanita. Samuele predicò a un gruppo di Nefiti che si erano lasciati sedurre dalle tentazioni di Satana. Essi avevano «cercato la felicità commettendo iniquità», cosa che è contraria alla natura di Dio (Helaman 13:38).

Analisi delle Scritture e applicazione pratica

Scegli con cura i passi delle Scritture, le domande e le parti del testo della lezione che rispondono meglio alle necessità dei membri della classe. Esaminate insieme come i passi scelti delle Scritture si possono applicare alla vita di ogni giorno. Esorta i membri della classe a raccontare esperienze adatte collegate ai principi esposti nelle Scritture.

1. Samuele ammonisce i Nefiti che, se non si pentono, saranno distrutti.

Commentate Helaman 13. Invita i membri della classe a leggere ad alta voce versetti scelti di questo capitolo. Spiega che un profeta lamanita di nome Samuele andò a predicare a Zarahemla, ma i Nefiti lo scacciarono dal paese. Il Signore comandò a Samuele di tornare a Zarahemla a profetizzare. Quando i Nefiti non consentirono a Samuele di entrare in città, egli salì sulle mura e profetizzò loro (Helaman 13:1–4). Se hai deciso di mostrare l’illustrazione di Samuele, tienila esposta durante tutta la lezione.

• Samuele ammonì il popolo che, per la durezza del loro cuore, il Signore avrebbe tolto loro la Sua parola e ritirato il Suo Spirito (Helaman 13:8). Perché queste conseguenze colpiscono le persone che induriscono il loro cuore? (Vedere Mosia 2:36–37). Che cosa possiamo fare per addolcire il nostro cuore?

• Tramite il profeta Samuele il Signore ha detto: «Benedetti sono quelli che si pentiranno e si volgeranno a me» (Helaman 13:11). Può accadere che alcune persone cerchino di pentirsi senza rivolgersi al Signore? Perché rivolgersi al Signore è una parte indispensabile del pentimento?

Il presidente Ezra Taft Benson dichiarò:

«Pentirsi significa qualche cosa di più che correggere il proprio comportamento. Molti uomini e donne del mondo danno prova di grande forza di volontà e disciplina vincendo le cattive abitudini e le debolezze della carne. Al tempo stesso, però, non hanno alcun pensiero per il Maestro, e certe volte arrivano persino a negarLo apertamente. Un simile cambiamento nel comportamento, anche se va nella direzione giusta, non è vero pentimento.

Il vero pentimento si basa sulla fede nel Signore Gesù Cristo. Non vi è altro modo. Il vero pentimento prevede un mutamento di cuore, e non semplicemente un cambiamento di condotta (vedere Alma 5:13)» (The Teachings of Ezra Taft Benson [1988], 71).

• I Nefiti avevano «messo i loro cuori nelle ricchezze» (Helaman 13:20–21). Inoltre non avevano ascoltato le parole del Signore, il quale aveva dato loro le loro ricchezze (Helaman 13:21). Per questo fatto i Nefiti e le loro ricchezze furono maledetti (Helaman 13:17–22). In quale modo le persone dedicano più tempo e attenzione alle cose del mondo che alle cose spirituali? Come possiamo stabilire se dedichiamo sufficiente attenzione al nostro benessere spirituale?

• Samuele disse che i Nefiti ricordavano sempre le loro ricchezze, ma non si ricordavano di ringraziare il Signore per queste (Helaman 13:22). Perché è difficile per alcune persone continuare ad essere riconoscenti quando viene concessa loro l’abbondanza? In che modo la gratitudine contrasta l’orgoglio? In quali modi possiamo dimostrare al Signore la nostra gratitudine?

• I Nefiti perseguitavano e uccidevano i profeti del loro tempo, ma dicevano: «Se fossimo vissuti al tempo dei nostri antichi padri, non avremmo ucciso i profeti» (Helaman 13:24–25; confrontare con Matteo 23:29–39). Perché le persone qualche volta lodano i profeti del passato e respingono i profeti viventi? (Vedere Helaman 13:26). Perché alcune persone si lasciano condurre «da guide stolte e cieche»? (Vedere Helaman 13:27–29).

• Secondo Samuele i Nefiti avevano «cercato la felicità commettendo iniquità» (Helaman 13:38). Perché è impossibile trovare la vera felicità nel peccato? (Vedere Helaman 13:38; vedere anche Alma 41:10–11). Come possiamo trovare la vera felicità? (Oltre a chiedere ai membri della classe di rispondere, puoi leggere la citazione alla pagina seguente). Come possiamo aiutare gli altri a trovare la vera felicità?

Il profeta Joseph Smith disse: «La felicità è l’obiettivo e il fine della nostra esistenza; e se seguiremo il sentiero che conduce ad essa la otterremo; questo sentiero è la virtù, la rettitudine, la fedeltà, la santità e l’osservanza di tutti i comandamenti di Dio» (Insegnamenti del profeta Joseph Smith, a cura di Joseph Fielding Smith, 200).

2. Samuele profetizza i segni che precederanno la nascita e la morte del Salvatore. Egli continua a invitare il popolo a pentirsi.

Leggete e commentate versetti scelti di Helaman 14.

• Samuele profetizzò la nascita e la morte del Salvatore (Helaman 14:2, 15). Quali segni disse Samuele che avrebbero annunciato la nascita e la morte del Salvatore? (Vedere Helaman 14:3–7, 20–28. Queste profezie sono menzionate nelle idee addizionali. L’adempimento delle profezie sarà esaminato nella lezione 36).

• Samuele disse che se le persone si fossero pentite avrebbero ricevuto la remissione dei peccati tramite i meriti di Cristo (Helaman 14:13). I meriti sono gli attributi e le azioni di una persona che danno il diritto di chiedere una ricompensa. Perché soltanto tramite i meriti del Salvatore possiamo essere perdonati dei nostri peccati? (Vedere 2 Nefi 2:7–9; Alma 22:14).

Il presidente Ezra Taft Benson dichiarò: «Anche l’uomo più giusto e più retto non potrà salvarsi soltanto per i propri meriti» (Teachings of Ezra Taft Benson, 71).

• Secondo Samuele perché Gesù doveva morire? (Vedere Helaman 14:15–18). Che effetto ha su di voi conoscere il sacrificio del Salvatore?

• Samuele disse: «Se [gli uomini] verranno condannati, essi attireranno su di sé la loro propria condanna» (Helaman 14:29). Perché è così? (Vedere Helaman 14:30–31). Perché è indispensabile che ci sia «permesso d’agire da [noi]»?

3. Alcuni credono a Samuele e si fanno battezzare. Altri induriscono il loro cuore e cercano di uccidere Samuele.

Leggete e commentate versetti scelti di Helaman 15–16.

• Perché il Signore castigò i Nefiti? (Vedere Helaman 15:3; vedere anche Ebrei 12:6). Perché i castighi del Signore dimostrano il Suo amore per noi? Che cosa possiamo imparare dai castighi del Signore?

Invita un membro della classe a leggere ad alta voce Helaman 15:7–8; mentre legge disegna il seguente diagramma alla lavagna:

faith

• In quali modi la conoscenza della verità e la fede nelle Scritture conducono alla fede e al pentimento? In quali modi la fede e il pentimento portano a un mutamento di cuore?

• I Lamaniti che avevano subito un mutamento di cuore rimasero «fermi e costanti nella fede» (Helaman 15:8). Quando subiamo un mutamento di cuore che cosa dobbiamo fare per far sì che tale mutamento sia duraturo? (Vedere 2 Nefi 31:19–20).

• Come reagirono i Nefiti alle profezie e agli ammonimenti di Samuele? (Vedere Helaman 16:1–7). Perché, secondo voi, molte persone non credettero a Samuele, neanche quando videro che egli era miracolosamente protetto?

• Pur vedendo che le parole dei profeti si adempivano, moltissimi Nefiti cominciarono a indurire il loro cuore e a confidare nella loro forza e saggezza (Helaman 16:13–15). Come spiegavano questi Nefiti increduli i segni che avevano veduto? (Vedere Helaman 16:16–23). Quali sono i pericoli che corriamo quando cerchiamo di capire il Vangelo soltanto mediante l’intelletto?

Conclusione

Secondo i suggerimenti dello Spirito, porta testimonianza della validità dei principi trattati durante la lezione.

Puoi utilizzare le idee addizionali per ripassare le profezie di Samuele e mostrare come lo studio di queste profezie può favorire la nostra preparazione per la seconda venuta del Salvatore.

Idea addizionale da utilizzare nell’esporre la lezione

Il testo che segue integra lo schema della lezione. Puoi utilizzare questa idea come parte della lezione.

La preparazione per la Seconda Venuta

Leggi la seguente dichiarazione del presidente Ezra Taft Benson:

«La storia della civiltà nefita nel periodo che precedette la visita del Salvatore mostra molte somiglianze con il nostro tempo, in cui siamo in attesa della seconda venuta del Salvatore» (La Stella, luglio 1987, 3).

In questa dichiarazione la «storia della civiltà nefita» a cui fa riferimento il presidente Benson è quella di 3 Nefi, ossia la storia dei Nefiti prima che ricevessero la visita del Signore risorto. Il diagramma nella pagina seguente mette a confronto la dichiarazione del presidente Benson con il libro di Helaman, ossia con la storia dei Nefiti prima che essi vedessero i segni della nascita del Salvatore.

Utilizza il diagramma per mostrare che i capitoli 13–16 di Helaman contengono resoconti di profezie e avvenimenti paragonabili ai segni e agli avvenimenti che precederanno la seconda venuta di Gesù Cristo. Un estratto del diagramma è contenuto anche nell’opuscolo Libro di Mormon: Guida allo studio per i membri della classe.

Profezie e avvenimenti descritti in Helaman 13–16

Profezia o avvenimento

Segni e avvenimenti che precederanno la SecondaVenuta

Helaman 16:1, 3, 6, 10

Forte minoranza retta

1 Nefi 14:12; Giacobbe 5:70

Helaman 16:13–14

Doni spirituali e miracoli

Gioele 2:28–30; DeA 45:39–42

Helaman 13:22; 16:12, 22–23

Grande malvagità

2 Timoteo 3:1–5; DeA 45:27

Helaman 13:2, 6, 8, 10–11; 14:9, 11; 15:1–3, 17; 16:2

Rifiuto di accettare i profeti del Signore e il loro invito a pentirsi

DeA 1:14–16

Helaman 15:4–11

Conversione di molti Lamaniti

DeA 49:24

Helaman 14:3–4

Profezia di una notte senza tenebre

Zaccaria 14:7; vedere anche Insegnamenti del profeta Joseph Smith, a cura di Joseph Fielding Smith, 227

Helaman 14:5–6, 20

Profezie di segni e prodigi nei cieli

Gioele 2:30–31; DeA 45:40

Helaman 16:13–18

Rinnegamento dei segni, dei prodigi e della venuta di Cristo

2 Pietro 3:3–4; DeA 45:26

Helaman 14:21, 23, 26

Profezie di grandi tempeste e altre distruzioni per calamità naturali

Apocalisse 16:18, 21; DeA 88:88–90

Helaman 14:24; 15:1

Profezia della distruzione dei malvagi

Isaia 26:21; Malachia 4:1; DeA 1:9; 133:41

• Quali somiglianze esistono tra le persone di oggi e i Nefiti vissuti subito prima della nascita di Cristo?

Leggi la seguente dichiarazione del presidente Ezra Taft Benson:

«Dal Libro di Mormon apprendiamo come dobbiamo prepararci per la Seconda Venuta. Gran parte del libro è dedicata ai pochi decenni immediatamente precedenti alla visita di Cristo nelle Americhe. Un attento studio di questo periodo di tempo rivelerà per quale motivo alcuni furono distrutti nei terribili eventi che precedettero la Sua venuta, e ciò che portò altri a radunarsi attorno al tempio nel paese di Abbondanza e a porre le mani nelle ferite delle mani e dei piedi del Salvatore…

Può qualcuno dubitare che questo libro sia stato scritto per noi e che possiamo trovare in esso grande forza, conforto e protezione?» (La Stella, gennaio 1987, 4–5).

Invita i membri della classe a esprimere i loro sentimenti e impressioni che hanno ricevuto analizzando Helaman 13–16. Chiedi loro come queste cose possono aiutarli a prepararsi per la seconda venuta del Salvatore.