«E allora io li radunerò»

Libro di Mormon: Manuale dell’insegnante, 1999


Scopo

Aiutare i membri della classe a capire il lavoro degli ultimi giorni, che ha lo scopo di radunare Israele e stabilire Sion.

Preparazione

  1. 1.

    Leggi, medita e prega su 3 Nefi 16, 20 e 21. Questi capitoli contengono alcuni insegnamenti impartiti da Gesù Cristo ai Nefiti quando si recò da loro dopo la Risurrezione. In questi capitoli il Signore spiega e profetizza la restaurazione del Vangelo e il raduno della casata di Israele negli ultimi giorni.

  2. 2.

    Letture addizionali: 3 Nefi 29–30; Mormon 5:9–24; decimo Articolo di fede; Guida alle Scritture, «Gentili», 7–8; «Israele», 104–106.

  3. 3.

    Prima della lezione scrivi alla lavagna le seguenti domande:

    • Che cos’è la casata di Israele?

    • Perché Israele fu dispersa?

    • Chi sono i Gentili?

    • Cos’hanno a che fare i Gentili con la dispersione e il raduno di Israele?

    • Che cos’è il raduno di Israele?

    • Quale segno è stato dato per mostrare che il raduno di Israele negli ultimi giorni è iniziato?

    • Come membri della Chiesa, quali sono i nostri doveri riguardo al raduno di Israele?

  4. 4.

    Se hai deciso di svolgere l’attività per richiamare l’attenzione, porta in classe alcuni o tutti i seguenti oggetti:

    1. a.

      Illustrazioni Giacobbe benedice i suoi figlioli (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 122); Joseph Smith (62449, Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 400) e Il battesimo di un bambino (62018) o Il battesimo (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 601).

    2. b.

      Una copia del Libro di Mormon.

    3. c.

      Una targhetta da missionario o altro oggetto che rappresenti il lavoro missionario.

    4. d.

      Una fotografia della tua famiglia.

Suggerimenti per esporre la lezione

Attività per richiamare l’attenzione

Se lo ritieni utile per iniziare la lezione, svolgi la seguente attività o un’altra di tua scelta.

Mostra gli oggetti che hai portato in classe (vedere la voce 4 della sezione «Preparazione»). Spiega che ognuno di questi oggetti rappresenta un’importante parte della lezione odierna. Chiedi ai membri della classe di ricordare questi oggetti durante la lezione e di cercare di notare i modi in cui essi sono collegati a 3 Nefi 16, 20 e 21.

Analisi delle Scritture e applicazione pratica

Scegli con cura i passi delle Scritture, le domande e le parti del testo della lezione che rispondono meglio alle necessità dei membri della classe. Esaminate insieme come i passi scelti delle Scritture si possono applicare alla vita di ogni giorno. Esorta i membri della classe a raccontare esperienze adatte collegate ai principi esposti nelle Scritture.

1. Il Salvatore profetizza il raduno della casata di Israele.

Richiama l’attenzione dei membri della classe sulla prima domanda scritta alla lavagna (vedere la voce 3 della sezione «Preparazione»):

• Che cos’è la casata di Israele?

Spiega che i titoli casata di Israele e Israele si riferiscono ai discendenti di Giacobbe, il cui nome fu cambiato in Israele (se hai svolto l’attività per richiamare l’attenzione, puoi esporre l’illustrazione di Giacobbe che benedice i suoi figli durante questa spiegazione). Nelle Scritture i componenti della casata di Israele vengono chiamati «popolo dell’alleanza del Signore» (1 Nefi 15:14) e «figlioli dell’alleanza» (3 Nefi 20:25–26). I Nefiti appartenevano alla casata di Israele in quanto discendenti di Giuseppe, figlio di Giacobbe (1 Nefi 5:14).

Spiega che il Salvatore parlò della dispersione di Israele. Quindi richiama l’attenzione dei membri della classe sulla seconda domanda scritta alla lavagna:

• Perché Israele fu dispersa?

Invita un membro della classe a leggere ad alta voce 3 Nefi 16:4. Esorta gli altri membri della classe a seguirlo nelle loro Scritture per conoscere la risposta alla domanda. Mentre i membri della classe cercano la risposta, accertati che capiscano che i componenti della casata di Israele furono dispersi «sulla faccia della terra a causa della loro incredulità».

2. Il Salvatore profetizza il raduno spirituale della casata di Israele.

Richiama l’attenzione dei membri della classe sulla terza domanda scritta alla lavagna:

• Chi sono i Gentili?

Spiega che nelle Scritture il termine Gentili viene usato per designare le persone che non sono nate nella casata di Israele o le nazioni che non conoscono il Vangelo. Nei capitoli di questa lezione il termine Gentili si riferisce alle nazioni che non conoscono il Vangelo, anche se alcune persone che vivono in queste nazioni possono essere discendenti di Giacobbe (Guida alle Scritture, «Gentili», 78).

Richiama l’attenzione dei membri della classe sulla quarta domanda scritta alla lavagna:

• Cos’hanno a che fare i Gentili con la dispersione e il raduno di Israele?

Invita un membro della classe a leggere ad alta voce 3 Nefi 16:7–9 e 21:1–5. Esorta gli altri membri della classe a seguirlo nelle loro Scritture per conoscere la risposta a questa domanda.

Sottolinea la profezia del Salvatore che i Gentili avrebbero avuto un ruolo nella dispersione di Israele. Sottolinea anche la profezia che tramite i Gentili Israele avrebbe infine ricevuto il Vangelo restaurato e sarebbe stata radunata.

Richiama l’attenzione dei membri della classe sulla quinta domanda scritta alla lavagna:

• Che cos’è il raduno di Israele?

Invita un membro della classe a leggere ad alta voce 3 Nefi 16:4, 12; 20:10–13. Esorta gli altri membri della classe a seguirlo nelle loro Scritture per conoscere la risposta a questa domanda. Mentre i membri della classe cercano la risposta a questa domanda, assicurati che capiscano quanto segue:

Israele viene radunata man mano che le persone acquisiscono una testimonianza del Redentore e del Suo vangelo restaurato e si uniscono alla Sua chiesa (se hai svolto l’attività per richiamare l’attenzione, puoi esporre l’illustrazione di un battesimo durante la discussione).

Nei primi tempi della Chiesa restaurata un elemento del raduno di Israele era il comandamento del Signore che i membri della Sua chiesa si unissero al gruppo dei santi nell’America Settentrionale, sia che fosse nel Missouri, nell’Illinois o nella Valle del Lago Salato. In futuro avverrà un altro raduno in senso fisico, quando i componenti della casata di Israele saranno radunati nelle terre della loro eredità (vedere la sezione 3 di questa lezione). Tuttavia il raduno che sta avvenendo ora è un raduno in senso spirituale.

Il presidente Spencer W. Kimball spiegò: «Il ‹raduno di Israele› ha luogo quando i popoli di paesi lontani accettano il Vangelo e rimangono nella loro terra natia. Il raduno di Israele per i messicani è nel Messico; è nella Scandinavia per i popoli dei paesi del Nord; il luogo del raduno per i tedeschi è la Germania; per i polinesiani le loro isole; per i brasiliani il Brasile e per gli argentini l’Argentina» (La Stella, settembre 1975, 38).

Richiama l’attenzione dei membri della classe sulla sesta domanda scritta alla lavagna:

• Quale segno è stato dato per mostrare che il raduno di Israele negli ultimi giorni è iniziato?

Invita un membro della classe a leggere ad alta voce 3 Nefi 21:2–7 e 29:1–2. Esorta gli altri membri della classe a seguirlo nelle loro Scritture per conoscere la risposta a questa domanda.

• In che modo le parole e le opere dei Nefiti sono giunte ai Gentili? (Mediante la traduzione del Libro di Mormon. Se hai svolto l’attività per richiamare l’attenzione, puoi mostrare la copia del Libro di Mormon). Quali sono i vari aspetti del ruolo che il Libro di Mormon svolge nel raduno di Israele? (Per conoscere alcuni esempi, confrontare 3 Nefi 16:4, 12 e 20:10–13 con 1 Nefi 6:3–4 e il frontespizio del Libro di Mormon. Sottolinea che il Libro di Mormon fu scritto per far conoscere le alleanze del Signore e per convincere tutti gli uomini che Gesù è il Cristo).

• Il Signore parlò di un servitore che avrebbe collaborato a svolgere l’opera «grande e meravigliosa» di portare alla luce il Libro di Mormon (3 Nefi 21:9–10). Chi era questo servitore? (Joseph Smith. Se hai svolto l’attività per richiamare l’attenzione, puoi esporre a questo punto il ritratto di Joseph Smith).

Fai notare che Joseph Smith era un discendente di Giacobbe (2 Nefi 3:3–8, 11–12), ma viveva in una nazione gentile. Il suo lavoro per restaurare il Vangelo e portare alla luce il Libro di Mormon fu così una parte dell’adempimento della promessa del Signore che «la verità giungerà ai Gentili» (3 Nefi 16:7).

• Invita un membro della classe a leggere ad alta voce 3 Nefi 16:11–12. Cosa promise di fare il Signore quando la pienezza del Vangelo sarebbe stata restaurata tramite i Gentili? (Promise di ricordare la Sua alleanza con la casata di Israele).

• L’alleanza che il Signore promise di ricordare era l’alleanza di Abrahamo (3 Nefi 20:25, 27, 29; 21:4; Mormon 5:20). Quali sono i benefici e i doveri contemplati dall’alleanza di Abrahamo? (Vedere Genesi 17:1–8; Abrahamo 2:6, 9–11).

• Cosa accadrà ai Gentili che si pentono e si rivolgono a Dio? (Vedere 2 Nefi 30:2; 3 Nefi 16:13; 21:6, 22. Tutti coloro che si pentono e vengono al Signore mediante il battesimo saranno annoverati tra il Suo popolo dell’alleanza).

Il presidente Joseph Fielding Smith disse: «Tutti quelli che abbracciano il Vangelo entrano a far parte della casata di Israele. In altre parole divengono membri della stirpe eletta, ossia figli di Abrahamo, per il tramite d’Isacco e di Giacobbe a cui furono fatte le promesse. La grande maggioranza di coloro che divengono membri della Chiesa sono letteralmente discendenti di Abrahamo attraverso Efraim, figlio di Giuseppe. Quelli che non sono letteralmente discendenti di Abrahamo e di Israele devono divenirlo, e quando sono battezzati e confermati, essi sono innestati nell’albero e possono rivendicare tutti i diritti e tutti i privilegi degli eredi» (Dottrine di salvezza, a cura di Bruce R. McConkie, 3 voll., 3:204).

Invita un membro della classe a leggere la settima domanda scritta alla lavagna:

• Come membri della Chiesa, quali sono i nostri doveri riguardo al raduno di Israele?

Dai ai membri della classe la possibilità di rispondere a questa domanda. Puoi anche fare la domanda che segue per favorire un’ulteriore discussione. Se hai svolto l’attività per richiamare l’attenzione, puoi esporre la fotografia e la targhetta da missionario (o altro oggetto) durante la discussione.

• La missione della Chiesa è quella di invitare tutte le persone a venire a Cristo. Noi svolgiamo questa missione proclamando il Vangelo, redimendo i morti e perfezionando i santi. In che modo la missione della Chiesa contribuisce al raduno di Israele?

3. Il Salvatore profetizza il raduno fisico della casata di Israele.

• Invita un membro della classe a leggere ad alta voce 3 Nefi 16:16 e 20:14. Secondo questi versetti, quale precisa promessa il Signore fece ai Nefiti? (Sarebbero state date loro in eredità le terre delle Americhe. Vedere anche 2 Nefi 1:5–7). Quali doveri accompagnano questa promessa? (Vedere Enos 1:10; Ether 2:8–9).

• Invita i membri della classe a leggere a turno i versetti in 3 Nefi 21:22–29. Secondo questi versetti, che cosa accadrà a questa terra ereditaria negli ultimi giorni? (Vi sarà costruita una città chiamata Nuova Gerusalemme).

Fai notare che anche l’antica città di Gerusalemme sarà restaurata (3 Nefi 20:29–34). Ai Giudei sarà data in eredità quella terra.

• Il Salvatore disse che avrebbe radunato il Suo popolo e stabilito Sion tra loro (3 Nefi 21:1). La parola Sion spesso si riferisce a determinate località, ma è anche una condizione di cuore e di mente. Come è definita Sion nelle Scritture? (Vedere alcuni esempi in DeA 97:21 e Mosè 7:18–19). Come possiamo cominciare a istituire Sion nelle nostre case, nei nostri rioni e nei nostri pali oggi?

Conclusione

Ricorda ai membri della classe che negli ultimi giorni il titolo casata di Israele comprende tutti coloro che si pentono, seguono Gesù Cristo e vengono battezzati nella Sua chiesa. Esorta i membri della classe a vivere in modo degno di far parte del popolo dell’alleanza del Signore. Secondo i suggerimenti dello Spirito, porta testimonianza della validità dei principi trattati durante la lezione.