«Per radunare il mio popolo»

Dottrina e Alleanze e storia della Chiesa: Manuale dell’insegnante, 2000


Scopo

Aiutare i membri della classe a capire come Israele degli ultimi giorni fu radunata nei primi tempi della Chiesa, come viene radunata oggi e come essi possono partecipare a questa opera di raduno.

Preparazione

  1. 1.

    Leggi attentamente i seguenti passi delle Scritture e l’altro materiale proposto, come segue:

    1. a.

      Dottrina e Alleanze 29:1–8; 33:3–7; 37; 38:24–41; 52:2–5, 42–43; 57:1–3; 110:11; decimo Articolo di fede; e gli altri passi delle Scritture proposti nella lezione.

    2. b.

      Il nostro retaggio, pagine 16–23, 37–39.

  2. 2.

    Ripassa nella Guida allo studio per i membri della classe (35686 160) la parte del testo riguardante questa lezione. Pensa ai modi in cui fare riferimento a questo testo durante la lezione.

  3. 3.

    Chiedi ai membri della classe di prepararsi a riassumere le seguenti storie tratte da Il nostro retaggio:

    1. a.

      I sacrifici compiuti da Newel Knight e Joseph Knight sen. per radunarsi a Kirtland (pagina 18).

    2. b.

      L’esodo dei santi da Fayette, sotto la guida di Lucy Mack Smith (pagina 19).

    3. c.

      I sacrifici compiuti da Brigham Young per radunarsi a Kirtland (pagina 23).

    4. d.

      Il viaggio dei santi di Colesville verso il Missouri, e il loro insediamento in quello Stato (pagine 37–39).

  4. 4.

    Se hai intenzione di svolgere l’attività per richiamare l’attenzione porta in classe alcuni bastoncini.

Suggerimenti per lo svolgimento della lezion

Attività per richiamare l’attenzione

Se lo ritieni utile per iniziare la lezione, svolgi la seguente attività o un’altra di tua scelta.

Spargi per la stanza alcuni bastoncini. Mostra con quale facilità sia possibile spezzarne uno. Quindi invita un membro della classe a raccogliere tutti i bastoncini e chiedi a qualcuno di cercare di spezzarli tutti insieme.

• Che cosa può insegnarci questa attività riguardo agli scopi del Signore nel radunare il Suo popolo?

Spiega che questa lezione si incentra sul raduno di Israele e la parte che noi vi svolgiamo.

Discussione e applicazione

Scegli con cura le parti del testo della lezione che rispondono meglio alle necessità dei membri della classe. Invitali a raccontare esperienze che hanno fatto in merito ai principi delle Scritture in esame.

1. Il Signore sta radunando il Suo popolo.

Spiega che il raduno di Israele è un tema ricorrente in Dottrina e Alleanze. Nell’antichità, quando caddero nell’apostasia, le dodici tribù di Israele furono ridotte in schiavitù dai loro nemici e disperse tra le nazioni della terra proprio come il Signore aveva predetto. Anche se i profeti erano addolorati per la malvagità del popolo, gioivano nell’attesa del tempo negli ultimi giorni in cui Israele sarebbe stata di nuovo radunata (vedere nella Guida alle Scritture «Israele», sottotitolo, «Raduno d’Israele», pagine 103–104). Questo grande processo è iniziato con la restaurazione del Vangelo e la chiamata dei missionari a proclamare «buone novelle di grande allegrezza a questa generazione» (DeA 31:3).

Il profeta Joseph Smith disse: «Tutto quello che i profeti hanno scritto dal tempo del giusto Abele fino all’ultimo uomo che ha lasciato una testimonianza per noi, parlando della salvezza d’Israele negli ultimi giorni, consiste fondamentalmente nell’opera del raduno» (Insegnamenti del profeta Joseph Smith, a cura di Joseph Fielding Smith, 62).

• Leggi insieme ai membri della classe il decimo Articolo di fede e DeA 45:71. Che cos’è il raduno di Israele? (Spiega che il raduno di Israele ha un significato spirituale e un significato fisico, come descritto qui sotto).

  1. a.

    Raduno spirituale. Il raduno spirituale di Israele avviene quando le persone conoscono il Vangelo, vengono a Cristo, sono battezzate nella Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni e tengono fede alle loro alleanze. In questa maniera essi sono radunati dal mondo nella Chiesa, o regno di Dio sulla terra.

  2. b.

    Raduno fisico. Il raduno fisico di Israele avviene quando i membri della Chiesa si radunano in una particolare località o nei Pali di Sion in tutto il mondo.

• Leggi insieme ai membri della classe DeA 29:1–2, 7–8. Che cosa possiamo imparare da questi versetti circa gli scopi del raduno? Perché essere radunati nella chiesa del Signore è per voi una vera benedizione?

• Spiega che l’autorità di dirigere il raduno di Israele viene conferita mediante chiavi specifiche del sacerdozio. Quando furono restaurate sulla terra le chiavi del raduno di Israele? (Vedere DeA 110:11 e l’introduzione di questa sezione).

• Spiega che in questa dispensazione il raduno ebbe inizio con poche persone nello Stato di New York. Attualmente si sta diffondendo in tutta la terra portando ogni anno centinaia di migliaia di persone alla chiesa del Signore. Quale responsabilità abbiamo nel collaborare a radunare le persone nella chiesa del Signore? (Vedere DeA 33:7; 38:40; 39:11; 88:81).

2. I santi si radunarono nell’Ohio.

Nel dicembre 1830, appena otto mesi dopo l’istituzione della Chiesa, il Signore impartì la prima chiamata di questa dispensazione ai santi a radunarsi fisicamente. Egli rivelò a Joseph Smith che i santi dovevano lasciare lo Stato di New York e radunarsi nell’Ohio (DeA 37:3). Puoi richiamare l’attenzione della classe sulle cartine 1 e 3 nelle pagine 274 e 276 di questo manuale e nelle pagine 29 e 31 della Guida alla studio per i membri della classe.

• Quali propositi indicò il Signore per il comandamento dato al Suo popolo di andare nell’Ohio? (Vedere DeA 38:31–32; 39:15). In quale modo i santi furono «investiti di potere dall’alto» dopo essersi radunati nell’Ohio? (Vedere DeA 95:8; 105:33; 110:9. In parte i santi ricevettero questa investitura di potere mediante le apparizioni del Salvatore e la restaurazione delle chiavi del sacerdozio dopo il completamento del Tempio di Kirtland).

• Leggi insieme ai membri della classe DeA 38:24–27. Quale consiglio impartì il Signore in questi versetti mentre il Suo popolo si preparava a radunarsi nell’Ohio? (Le risposte possono comprendere: siate virtuosi, amatevi gli uni gli altri e siate uniti). Perché l’unità è importante nella Chiesa? Quale aiuto vi ha dato il senso di unità con gli altri membri della Chiesa? Come possiamo diventare più uniti?

• Leggi insieme ai membri della classe DeA 38:34–39. Quale consiglio impartì il Signore in questi versetti mentre il Suo popolo si preparava a radunarsi nell’Ohio? Per quali aspetti questo consiglio si applica anche a noi? Che cosa promise il Signore a coloro che avessero ubbidito al comandamento di radunarsi? (Vedere DeA 38:39).

Spiega che tra gennaio e maggio 1831 la maggior parte dei membri della Chiesa dello Stato di New York vendettero, dettero in affitto o abbandonarono le loro fattorie e compirono un viaggio di quasi cinquecento chilometri per radunarsi nell’Ohio.

La maggior parte di quei santi compì grandi sacrifici per obbedire alla chiamata al raduno emanata dal Signore. Chiedi ai membri della classe incaricati di riassumere la storia di questi sacrifici contenuta ne Il nostro retaggio (questi sono i primi tre riassunti proposti nella voce 3 della sezione «Preparazione»).

• Perché secondo voi quei membri della Chiesa furono disposti a compiere sacrifici economici e di altra natura per obbedire alla chiamata del Signore a radunarsi nell’Ohio? Che cosa dobbiamo imparare dal loro esempio? Quali sacrifici ci chiede di fare il Signore per collaborare a edificare il Suo regno?

3. I santi si radunarono nel Missouri.

I primi santi avevano letto le profezie riguardanti la città di Sion o Nuova Gerusalemme che sarebbe stata stabilita negli ultimi giorni (Isaia 2:2–3; 3 Nefi 20:22; 21:22–28; Ether 13:2–12; Mosè 7:61–62). Trovare la località giusta e stabilire questa città era uno degli obiettivi principali di quei membri della Chiesa.

Alcuni mesi dopo che i santi ebbero cominciato a radunarsi nell’Ohio, Joseph Smith si recò nel Missouri e ricevette una rivelazione che designava quello Stato come luogo in cui doveva sorgere la città di Sion (DeA 57:1–3). A seguito di questa rivelazione il Missouri diventò un secondo luogo di raduno per la Chiesa in questa dispensazione (DeA 63:24, 36–48). Dal 1831 al 1838 la Chiesa mantenne due centri di popolazione, sia nell’Ohio che nel Missouri. Puoi richiamare l’attenzione dei membri della classe sulle cartine 2 e 3 nelle pagine 275 e 276 di questo manuale e nelle pagine 30 e 31 della Guida allo studio per i membri della classe.

Il seguente diagramma riassume le prime rivelazioni riguardanti il paese di Sion e l’istituzione della Chiesa nel Missouri. Ripassa il diagramma con i membri della classe usando la lavagna secondo necessità.

  1. a.

    Settembre 1830 (Stato di New York): Il Signore rivelò che la città di Sion sarebbe stata costruita «sulle frontiere, presso i Lamaniti». La località precisa sarebbe stata indicata in seguito (DeA 28:9).

  2. b.

    Settembre e ottobre 1830 (Stato di New York): Il Signore chiamò quattro missionari a predicare il Vangelo ai Lamaniti (DeA 30:5–6; 32:1–3). Questi missionari furono i primi membri della Chiesa ad andare nel Missouri.

  3. c.

    Febbraio 1831 (Kirtland, poco dopo che i santi avevano cominciato ad arrivare in quella località): Il Signore disse che Egli avrebbe rivelato la località della Nuova Gerusalemme al Suo tempo debito (DeA 42:62).

  4. d.

    Giugno 1831 (Kirtland, dopo la prima conferenza tenuta in quella località): Il Signore chiamò Joseph Smith, Sidney Rigdon e altri anziani ad andare in missione nel Missouri. Il Signore promise anche di consacrare la terra del Missouri per il Suo popolo come terra della loro eredità (DeA 52:2–5, 42–43).

  5. e.

    Giugno 1831 (Kirtland): Il Signore rivelò che i santi del Ramo di Colesville, nello Stato di New York, che si erano recati nell’Ohio, dovevano proseguire per il Missouri (DeA 54:8).

  6. f.

    Luglio 1831 (dopo che il Profeta si era recato nel Missouri): Il Signore rivelò che la città di Sion sarebbe stata stabilita nel Missouri, con Independence come luogo centrale. Un tempio sarebbe stato costruito a Independence (DeA 57:1–3).

I santi di Colesville furono i primi a radunarsi nel Missouri e molti altri presto li seguirono. Invita il membro della classe incaricato a riassumere le esperienze fatte dai santi di Colesville durante il viaggio verso il Missouri e mentre si insediavano in questo Stato (vedere la voce 3 della sezione «Preparazione»).

• Che cosa vi colpisce di più in queste storie dei santi di Colesville? (Puoi menzionare alcune delle buone qualità di cui quei santi dettero prova in circostanze molto difficili). Che cosa possiamo imparare dal loro esempio?

4. I santi ora si radunano nei Pali di Sion nei loro paesi.

I membri della Chiesa costituirono una forte presenza nell’Ohio e nel Missouri dal 1831 al 1838 quando le persecuzioni obbligarono la maggior parte di loro ad andarsene (vedere le lezioni 26– 28). Nel 1839 essi si radunarono nell’Illinois e fondarono la città di Nauvoo. Furono costretti a lasciare Nauvoo nel 1846 e nel 1847 il presidente Brigham Young li condusse in un nuovo luogo di raduno tra le Montagne Rocciose, nelle vicinanze del Gran Lago Salato. Puoi richiamare l’attenzione dei membri della classe sulla cartina 3 alla pagina 276 di questo manuale e alla pagina 31 della Guida allo studio per i membri della classe.

Per molti anni dopo che i santi si furono stabiliti nell’Utah i membri di ogni parte del mondo furono chiamati a radunarsi in quella zona. Tuttavia quella fase del raduno è ora terminata e i membri della Chiesa sono esortati a radunarsi nei Pali di Sion ovunque essi vivano. In una conferenza di area tenuta a Città del Messico nel 1972 l’anziano Bruce R. McConkie disse:

«Le parole delle rivelazioni parlano di congregazioni del popolo dell’alleanza del Signore in ogni nazione, che parlano ogni lingua e tra ogni popolo quando il Signore verrà di nuovo …

Il luogo del raduno per i santi messicani è il Messico; il luogo di raduno per i santi guatemaltechi è il Guatemala; il luogo di raduno per i santi brasiliani è il Brasile, e così via, in qualsiasi paese del mondo … Ogni nazione è il luogo di raduno per il suo popolo» (Conference Report, Mexico and Central America Area Conference 1972, 45).

Nell’aprile 1973 il presidente Harold B. Lee, undicesimo presidente della Chiesa citò queste parole durante una conferenza generale. Dicendo questo egli, «a tutti gli effetti, annunciò che la fase pionieristica del raduno era ormai finita. Adesso ci si deve radunare, uscendo dal mondo, nella Chiesa in ogni nazione» (Boyd K. Packer, La Stella, gennaio 1993, 82).

• Quali condizioni nella Chiesa portarono al cambiamento nelle disposizioni, sì che i membri ora dovevano radunarsi nei loro paesi invece che in una località centrale? (Le risposte possono comprendere il fatto che i membri e le risorse della Chiesa sono ora sufficienti per stabilire pali e costruire templi in molte parti del mondo).

• Uno degli scopi del raduno in una località centrale durante la fase pionieristica della Chiesa era che i membri dovevano rafforzarsi gli uni gli altri e trovare rifugio e protezione dal mondo. In che modo oggi si raggiungono gli stessi scopi radunando i fedeli nei Pali di Sion? (Vedere DeA 115:6 e la dichiarazione seguente. Invita i membri della classe a parlare di come si sentono protetti e rafforzati grazie all’esistenza dei Pali di Sion). Che cosa possiamo fare per assicurare che i nostri pali siano un rifugio e una difesa contro il male?

Il presidente Ezra Taft Benson dichiarò:

«Attualmente Israele viene raccolta nei vari pali di Sion … Un palo ha almeno quattro scopi.

  1. 1.

    Lo scopo [di un palo] è quello di unificare e perfezionare i fedeli che vivono entro i suoi confini, mettendo a loro disposizione i programmi della Chiesa, le ordinanze e l’istruzione nel Vangelo.

  2. 2.

    I membri dei pali devono essere esempi di rettitudine.

  3. 3.

    I pali devono essere una difesa. E lo sono se i fedeli si uniscono sotto i loro dirigenti del sacerdozio e si consacrano a fare il loro dovere e a osservare le loro alleanze …

  4. 4.

    I pali sono un rifugio dall’uragano che colpirà la terra» («Rinforza i tuoi pali», La Stella, agosto 1991, 3–5).

• La costruzione di templi era un motivo essenziale del raduno a Kirtland, nel Missouri, a Nauvoo e nell’Utah. Continua a essere essenziale oggi che i santi si radunano nei Pali di Sion in tutto il mondo. Perché la costruzione dei templi è una parte essenziale del raduno? In che modo il lavoro di tempio contribuisce a compiere il grande lavoro di raduno sulla terra e nel mondo degli spiriti?

Il profeta Joseph Smith disse: «Lo scopo del raduno degli Ebrei, o del popolo di Dio in qualsiasi età del mondo … era di costruire una casa per il Signore in cui Egli potesse rivelare al Suo popolo le ordinanze della sua casa e le glorie del Suo regno, e insegnargli la via della salvezza … Per lo stesso motivo il Signore riunisce il Suo popolo negli ultimi giorni, per costruire una casa per il Signore e preparare il Suo popolo a ricevere le ordinanze e l’investitura, i lavaggi e le unzioni» (History of the Church, 5:423–424).

Conclusione

Sottolinea che le promesse del Signore di radunare Israele si stanno adempiendo ai nostri giorni. Questa grande opera procede sempre più speditamente man mano che le persone si uniscono alla Chiesa e rendono insieme il loro culto nei Pali di Sion in più di centosessanta nazioni nel mondo. Esorta i membri della classe a lavorare con diligenza per radunare le persone nella Chiesa ed edificare e rafforzare la stessa ovunque vivano. Porta testimonianza delle benedizioni promesse che scaturiscono dal raduno.

Idee addizionali da utilizzare nell’esporre la lezione

Il testo che segue integra lo schema della lezione. Puoi utilizzare una o più delle seguenti idee come parte della lezione.

1. «Sion si diffonderà in tutta la terra»

Puoi spiegare che anche se il luogo centrale di Sion sarà nel Missouri, Sion infine si diffonderà in tutta la terra. Il presidente Brigham Young disse:

«Quando Joseph Smith rivelò per la prima volta il paese in cui i santi dovevano radunarsi, una donna che viveva in Canada chiese se pensavamo che la Contea di Jackson fosse abbastanza grande per radunarvi tutti i fedeli … Risponderò a questa domanda: Sion infine si diffonderà in tutta la terra. Non vi sarà un solo angolo in tutta la terra in cui non vi sarà Sion. Tutto sarà Sion …

Cercheremo di radunare il maggior numero di persone, benedirle, impartire loro l’investitura, ecc.; predicare loro la verità, esporre davanti a loro i principi della vita eterna, illuminare la loro mente al massimo delle nostre capacità e guidarli lungo la via della verità e della rettitudine» (Journal of Discourses, 9:138).

2. I preparativi fatti dal Signore per il raduno fisico dei «dispersi di Giuda» (Isaia 11:12)

Alcuni decenni dopo la morte del Salvatore i Giudei furono «dispersi fra tutte le nazioni» (2 Nefi 25:15; vedere anche il versetto 14). Tuttavia le Scritture contengono molte profezie che negli ultimi giorni i Giudei dispersi saranno di nuovo radunati e sarà data loro Gerusalemme «come terra della loro eredità» (3 Nefi 20:33; vedere anche 1 Nefi 15:19–20; 2 Nefi 9:1–2; 10:8).

Il 27 maggio 1836 nella preghiera dedicatoria del Tempio di Kirtland il profeta Joseph Smith pregò che il raduno dei Giudei e la redenzione di Gerusalemme potessero avere inizio (DeA 109:62–67). Esponi le seguenti informazioni per indicare il modo in cui il Signore ha preparato il raduno dei Giudei:

Orson Hyde ricordava che quando si era unito alla Chiesa Joseph Smith aveva fatto questa profezia: «A tempo debito andrai a Gerusalemme … e per le tue mani l’Altissimo compirà un grande lavoro che preparerà la via e faciliterà grandemente il raduno di quel popolo» (History of the Church, 4:375). Nella conferenza generale dell’ aprile 1840 l’anziano Hyde, a quel tempo membro del Quorum dei Dodici, fu chiamato in missione in Palestina (History of the Church, 4:106). Circa diciotto mesi dopo egli raggiunse la sua destinazione.

Nelle prime ore di domenica 24 ottobre 1841 l’anziano Hyde salì sul Monte degli Ulivi e disse una preghiera nella quale dedicava e consacrava quel paese «per il raduno dei dispersi superstiti di Giuda secondo le predizioni dei santi profeti per la riedificazione di Gerusalemme e per la costruzione di un tempio in onore del nome del Signore». Egli pregò anche che il Signore avrebbe ricordato per sempre la progenie di Abrahamo, Isacco e Giacobbe e «avrebbe dato loro quella terra come eredità eterna» (History of the Church, 4:456).

A testimonianza di tale atto, l’anziano Hyde eresse sulla cima del Monte degli Olivi un mucchio di pietre. Eresse un mucchio di pietre anche «su quello che anticamente era chiamato Monte Sion [forse Monte Moriah], dove si trovava il Tempio» (History of the Church, 4:459).