Capitolo 1: Il nostro Padre celeste

Principi evangelici, (2011), 4–7


C’è un Dio

  • Quali sono alcune cose che ti danno testimonianza che c’è un Dio?

Per l’insegnante: Usa le domande all’inizio della sezione per sollecitare uno scambio di idee e rimanda i membri della classe o della famiglia al testo per trovare maggiori informazioni. Usa le domande alla fine della sezione per aiutare i membri della classe o della famiglia a meditare e a parlare del significato di ciò che hanno letto e ad applicarlo nella loro vita.

Alma, un profeta del Libro di Mormon, scrisse: «Tutte le cose denotano che vi è un Dio; sì, anche la terra e tutte le cose che sono sulla faccia della terra, sì, e il suo movimento, sì, e anche tutti i pianeti che si muovono nel loro ordine stabilito testimoniano che vi è un supremo Creatore» (Alma 30:44). Possiamo volgere lo sguardo al cielo di sera e avere un’idea di cosa intendesse Alma. Esistono milioni di stelle e di pianeti, tutti disposti in ordine perfetto. Quest’ordine non è dovuto al caso. Possiamo contemplare l’opera di Dio nei cieli e sulla terra; tra le numerose bellissime piante, tra gli svariati generi di animali, le montagne, i fiumi, le nuvole che ci danno la pioggia e la neve, tutto l’universo testimonia dell’esistenza di un Dio.

I profeti ci hanno insegnato che Dio è il sovrano onnipotente dell’universo; Dio risiede in cielo (vedere DeA 20:17). Tramite Suo Figlio, Gesù Cristo, Egli creò i cieli e la terra e tutte le cose che sono in essi (vedere 3 Nefi 9:15; Mosè 2:1). Egli creò la luna, le stelle e il sole; organizzò questo mondo, gli dette forma, movimento e vita; riempì l’aria e l’acqua di esseri viventi; coprì le colline e le pianure con ogni genere di vita animale; istituì il giorno e la notte, l’estate e l’inverno, il tempo della semina e il tempo della mietitura; fece l’uomo a Sua propria immagine perché regnasse sulle altre Sue creazioni (vedere Genesi 1:26–27).

Dio è l’unico Essere Supremo e Assoluto in cui noi crediamo e che adoriamo. Egli è «il Grande Genitore dell’universo», e «guarda tutta l’umana famiglia con la premura di un padre e con attenzione paterna» (Insegnamenti dei presidenti della Chiesa: Joseph Smith, [2007], 41).

La natura di Dio

  • Quali sono alcuni degli attributi di Dio?

Essendo fatti a Sua immagine (vedere Mosè 2:26; 6:9), sappiamo che i nostri corpi sono come il Suo corpo. Il Suo spirito eterno alberga in un corpo tangibile di carne e ossa (vedere DeA 130:22). Tuttavia il corpo di Dio è perfetto e glorificato, con una gloria al di là di qualsiasi descrizione.

Dio è perfetto. Egli è un Dio di rettitudine, con attributi quali amore, misericordia, carità, verità, potere, fede, conoscenza e giudizio. Egli ha ogni potere. Conosce tutte le cose. È pieno di bontà.

Tutte le cose buone provengono da Dio. Ogni cosa che Egli fa ha l’obiettivo di aiutare i Suoi figli a diventare come Lui. Egli ha detto: «Poiché ecco, questa è la mia opera e la mia gloria: fare avverare l’immortalità e la vita eterna dell’uomo» (Mosè 1:39).

  • Perché per noi è importante comprendere la natura di Dio?

Conoscere Dio

  • Come possiamo arrivare a conoscere Dio?

La conoscenza di Dio è così importante che il Salvatore disse: «E questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo» (Giovanni 17:3).

Il primo e grande comandamento è: «Ama il Signore Iddio tuo con tutto il tuo cuore» (Matteo 22:37).

Più conosciamo Dio e più Lo amiamo e osserviamo i Suoi comandamenti (vedere 1 Giovanni 2:3–5). Osservando i Suoi comandamenti possiamo diventare come Lui.

Possiamo conoscere Dio se:

  1. 1.

    Crediamo che Egli esiste e che ci ama (vedere Mosia 4:9).

  2. 2.

    Studiamo le Scritture (vedere 2 Timoteo 3:14–17).

  3. 3.

    Preghiamo Dio (vedere Giacomo 1:5).

  4. 4.

    Mettiamo in pratica tutti i Suoi comandamenti al meglio delle nostre capacità (vedere Giovanni 14:21–23).

Se faremo tutte queste cose, arriveremo a conoscere Dio e alla fine otterremo la vita eterna.

  • Pensa a cosa puoi fare per avvicinarti di più a Dio.

Ulteriori passi delle Scritture

  • Atti 7:55–56 (Il Figlio alla destra del Padre)

  • DeA 88:41–44 (Attributi di Dio)

  • Salmi 24:1 (La terra appartiene al Signore)

  • Mosè 1:30–39 (La Creazione)

  • Alma 7:20 (Dio non può sbagliare)

  • Joseph Smith—Storia 1:17 (Il Padre e il Figlio sono esseri distinti)

  • Alma 5:40 (Il bene viene da Dio)

  • Giovanni 14:6–9 (Il Padre e il Figlio si assomigliano)

  • Mormon 9:15–20 (Dio di miracoli)

  • Amos 3:7 (Dio di rivelazione)

  • Giovanni 3:16 (Dio di amore)