Capitolo 44: La seconda venuta di Gesù Cristo

Principi evangelici, (2011), 257–62


Attendere con gioia la seconda venuta del Salvatore

Quaranta giorni dopo la Sua resurrezione, Gesù e i Suoi apostoli si radunarono sul Monte degli Ulivi. Era giunto il momento in cui Gesù avrebbe dovuto lasciare la terra: aveva portato a termine la Sua opera per quel tempo. Ora stava per tornare dal nostro Padre celeste fino al momento della Sua seconda venuta.

Dopo che ebbe istruito i Suoi apostoli, Gesù ascese al cielo. Mentre gli apostoli guardavano verso il cielo dopo la Sua scomparsa, due angeli apparvero accanto a loro e dissero: «Uomini Galilei, perché state a guardare verso il cielo? Questo Gesù che è stato tolto da voi ed assunto dal cielo, verrà nella medesima maniera che l’avete veduto andare in cielo» (Atti 1:11).

Da quel tempo sino a oggi, i seguaci di Gesù Cristo attendono la Sua seconda venuta.

Cosa farà Gesù quando verrà di nuovo sulla terra?

Per l’insegnante: Considera la possibilità di assegnare a ciascun membro della classe o della famiglia uno dei cinque argomenti numerati contenuti in questo capitolo. Chiedi a ciascuno di lavorare da solo, studiando l’argomento assegnato inclusi i passi delle Scritture. Poi chiedi loro di condividere ciò che hanno imparato.

Quando Gesù Cristo tornerà sulla terra, farà le cose elencate di seguito:

  1. 1.

    Purificherà la terra. Quando Gesù tornerà, Egli verrà in potere e grande gloria. A quel tempo i malvagi saranno distrutti. Tutte le cose corrotte saranno bruciate e la terra sarà purificata con il fuoco (vedere DeA 101:24–25).

  2. 2.

    Egli giudicherà il Suo popolo. Quando tornerà nuovamente, Gesù giudicherà le nazioni e separerà i giusti dai malvagi (vedere Matteo 25:31–46; vedere anche il capitolo 46 in questo libro). Giovanni il Rivelatore scrisse di questo giudizio: «Poi vidi dei troni; e a coloro che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. E vidi le anime di quelli che erano stati decollati per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio… ed essi tornarono in vita, e regnarono con Cristo mille anni». I malvagi che vide «non torn[arono] in vita prima che fosser compiti i mille anni» (Apocalisse 20:4–5; vedere anche DeA 88:95–98).

  3. 3.

    Egli introdurrà il Millennio. Il Millennio è un periodo di mille anni durante il quale Gesù regnerà sulla terra. Ai giusti sarà permesso di incontrare Gesù alla Sua venuta (vedere DeA 88:96). La Sua venuta darà inizio al regno millenario. (Vedere il capitolo 45 in questo libro).

    Il presidente Brigham Young disse:

    «Nel Millennio, quando il regno di Dio sarà stabilito in terra con potenza, gloria e perfezione, e il regno della malvagità che ha dominato così a lungo sarà soggiogato, i Santi di Dio potranno edificare in pace i loro templi e accedere ad essi divenendo, per così dire, colonne dei templi di Dio [vedi Apocalisse 3:12]. Essi officeranno per i loro morti. Allora vedremo i nostri amici venire qui [e forse alcuni di coloro che abbiamo conosciuto qui]… Noi avremo rivelazioni che ci permetteranno di conoscere i nostri antenati fino a padre Adamo e a madre Eva, entreremo nei templi di Dio e officeremo per loro. Allora [i figli] sar[anno] suggell[ati] [ai genitori] finché la catena non sarà completa sino a Adamo, talché noi costituiremo il cordone del Sacerdozio che va da Adamo alla scena finale» (Insegnamenti dei presidenti della Chiesa: Brigham Young [1997], 333).

  4. 4.

    Egli completerà la Prima Risurrezione. Coloro che avranno guadagnato il diritto di levarsi nella resurrezione dei giusti usciranno dalle loro tombe. Essi saranno presi per andare a incontrare il Salvatore, quando scenderà dal cielo. (Vedere DeA 88:97–98).

    Dopo che Gesù Cristo si levò dai morti, altre persone rette, che erano morte, risorsero. Apparvero a Gerusalemme e anche nel continente americano. (Vedere Matteo 27:52–53; 3 Nefi 23:9–10). Quello fu l’inizio della Prima Risurrezione. Alcune persone sono risorte da allora. Le persone che sono già risorte e coloro che risorgeranno alla Sua venuta, erediteranno tutti la gloria del regno celeste (vedere DeA 76:50–70).

    Dopo la resurrezione di coloro che erediteranno la gloria celeste, un altro gruppo risorgerà: coloro che riceveranno una gloria terrestre. Quando tutte queste persone saranno risorte, la Prima Risurrezione sarà completa.

    I malvagi che vivranno al tempo della seconda venuta del Signore saranno distrutti nella carne. Costoro, insieme ai malvagi già morti, dovranno attendere fino all’ultima resurrezione. Tutti gli altri morti risorgeranno per incontrare Dio. Essi erediteranno il regno teleste o saranno cacciati nelle tenebre con Satana (vedere DeA 76:32–33, 81–112).

  5. 5.

    Il Salvatore prenderà il posto che Gli spetta quale re dei cieli e della terra. Quando verrà, Gesù stabilirà il Suo governo sulla terra. La Chiesa diventerà parte di quel regno. Egli regnerà in pace su tutti i popoli della terra per mille anni.

    Quando Gesù Cristo venne per la prima volta sulla terra, non venne in gloria. Nacque in un’umile stalla e fu posto a giacere in una mangiatoia tra il fieno. Egli non venne accompagnato da grandi eserciti come i Giudei si aspettavano che facesse il loro Salvatore. Invece Egli venne dicendo: «Amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano» (Matteo 5:44). Egli fu rigettato e crocifisso. Ma non potrà essere rigettato alla Sua seconda venuta, «poiché ogni orecchio lo udrà e ogni ginocchio si piegherà e ogni lingua riconoscerà» che Gesù è il Cristo (DeA 88:104). Egli sarà accolto come «Signor dei signori e… Re dei re» (Apocalisse 17:14). Sarà chiamato: «Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre eterno, Principe della pace» (Isaia 9:5).

  • Che cosa ti viene in mente e che sentimenti provi quando pensi agli eventi della Seconda Venuta?

Come sapremo quando il tempo della seconda venuta del Salvatore è vicino?

Quando Gesù Cristo nacque, furono davvero poche le persone che seppero che era venuto il Salvatore del mondo. Quando Egli tornerà di nuovo, non vi sarà alcun dubbio in merito a chi è. Nessuno conosce esattamente il giorno della venuta del Salvatore. «Ma quant’è a quel giorno ed a quell’ora nessuno li sa, neppure gli angeli dei cieli, neppure il Figliuolo, ma il Padre solo» (Matteo 24:36; vedere anche DeA 49:7).

Il Signore usò una parabola per darci un’idea del tempo della Sua venuta:

«Or imparate dal fico questa similitudine: Quando già i suoi rami si fanno teneri e metton le foglie, voi sapete che l’estate è vicina.

Così anche voi, quando vedrete avvenir queste cose, sappiate che egli è vicino, alle porte» (Marco 13:28–29).

Il Signore ci ha anche indicato alcuni segni per farci conoscere quando la Sua venuta è vicina. Dopo aver rivelato i segni, Egli dette questo ammonimento:

«Vegliate, dunque, perché non sapete in qual giorno il vostro Signore sta per venire…

Anche voi siate pronti; perché, nell’ora che non pensate, il Figliuol dell’uomo verrà» (Matteo 24:42, 44).

Per maggiori informazioni riguardo a come sapremo quando la seconda venuta di Gesù è vicina, vedi il capitolo 43 in questo libro.

Come possiamo essere preparati per la venuta del Salvatore?

Il modo migliore in cui possiamo prepararci per la venuta del Salvatore, è accettare gli insegnamenti del Vangelo e renderli parte della nostra vita. Dobbiamo vivere ogni giorno al meglio delle nostre possibilità, proprio come insegnò Gesù quando era sulla terra. Possiamo cercare la guida del Suo profeta e seguirne i consigli. Dobbiamo vivere in modo degno per avere la guida dello Spirito Santo. Allora potremo attendere la venuta del nostro Salvatore con la felicità nel cuore, senza alcun timore. Il Signore ha detto: «Non temere, piccolo gregge, il regno è vostro finché io venga. Ecco, io vengo presto. Proprio così. Amen» (DeA 35:27).

  • Perché dovremmo preoccuparci della nostra preparazione, piuttosto che del tempo esatto della Seconda Venuta?

Ulteriori passi delle Scritture