Unità 17: Giorno 1

Atti 1:1–8

Nuovo Testamento – Guida per gli studenti del corso di studio a domicilio del Seminario


Introduzione

Dopo la Sua risurrezione, Gesù Cristo continua il Suo ministero per quaranta giorni tra i Suoi apostoli e li prepara a essere Suoi testimoni in tutto il mondo.

Atti 1:1–8

Gesù continua il Suo ministero tra i Suoi discepoli per quaranta giorni

Immagina che un tuo amico di un’altra fede, desiderando conoscere meglio la Chiesa, ti domandi: “Chi guida la tua Chiesa?”. Come risponderesti?

Studiando Atti 1:1–8, cerca delle verità che possano aiutarti a rispondere a questa domanda e a comprendere che gli apostoli che guidarono la Chiesa anticamente erano dei testimoni di Gesù Cristo e avevano il dovere di portare la loro testimonianza in tutto il mondo. Gli apostoli che guidano la Chiesa oggi hanno la stessa benedizione e la stessa responsabilità.

Apri il libro di Atti nelle tue Scritture e leggi il titolo completo di questo libro.

Il libro di Atti rappresenta un’importante transizione all’interno del Nuovo Testamento. I Vangeli di Matteo, Marco, Luca e Giovanni raccontano il ministero terreno e l’Espiazione del Salvatore; il libro di Atti, invece, riporta il ministero svolto dagli Apostoli dopo l’ascensione del Salvatore al cielo.

Leggi Atti 1:1–2 e individua per chi fu scritto questo libro.

L’autore di Atti è Luca e il “primo libro” a cui si fa riferimento nel versetto 1 è il Vangelo di Luca, anch’esso indirizzato a un non meglio identificato Teofilo. Luca scriveva allo scopo di aiutare Teofilo a ottenere una testimonianza personale di Gesù Cristo (vedi Luca 1:1–4).

Leggi Atti 1:2 e scopri come Gesù Cristo continuò a guidare la Chiesa dopo la Sua risurrezione.

In base al versetto 2, in che modo Gesù Cristo ha continuato a guidare la Sua chiesa dopo aver lasciato questa terra?

In Atti 1:2 apprendiamo che Gesù Cristo guida la Sua chiesa rivelando il Suo volere ai Suoi apostoli mediante lo Spirito Santo.

L’anziano Jeffrey R. Holland del Quorum dei Dodici Apostoli ha insegnato che Gesù Cristo, dopo la Sua risurrezione, ha continuato a guidare la Chiesa:

Anziano Jeffrey R. Holland

“Sin dal primo versetto del libro degli Atti, viene dichiarato che la Chiesa continuerà a essere guidata da Dio e non dall’uomo. […] In realtà, un titolo ancora più completo per il libro degli Atti potrebbe essere: ‘Gli atti del Cristo risorto operante tramite il Santo Spirito nella vita e nel ministero degli apostoli da Lui ordinati’. […]

La guida della Chiesa era la stessa. La sede fisica del Salvatore era cambiata, ma la guida e la direzione della Chiesa erano esattamente le stesse” (vedi “Insegnando, predicando, sanando”, Liahona, gennaio 2003, 17).

Pensa al perché è importante sapere che anche oggi Gesù Cristo continua a guidare la Sua chiesa mediante rivelazione.

  1. icona del diarioMedita sulle esperienze che hanno rafforzato la tua testimonianza del fatto che anche oggi Gesù Cristo guida la Sua chiesa mediante rivelazione. Scrivi di queste esperienze nel diario di studio delle Scritture. Se ritieni di non averne avute di simili, chiedi a un membro fedele della Chiesa di parlarti di come sa che il Signore guida la Sua chiesa tramite rivelazione. Nel diario di studio delle Scritture scrivi che cosa hai imparato dalla vostra conversazione.

Gesù trascorse quaranta giorni a istruire personalmente gli Apostoli prima di salire al cielo ed essi iniziarono a dirigere la Chiesa qui sulla terra tramite lo Spirito Santo. Leggi Atti 1:3, prestando attenzione a ciò che videro e appresero gli Apostoli durante quei quaranta giorni.

Nel versetto 3, l’espressione dopo ch’ebbe sofferto si riferisce all’Espiazione, mentre con “molte prove” si fa riferimento alle inconfutabili dimostrazioni date da Gesù di essere risorto.

Leggi Atti 1:4–5, prestando attenzione a ciò che Gesù ordinò agli Apostoli. Potresti segnare quello che trovi.

Gesù ordinò agli Apostoli di rimanere a Gerusalemme fino a quando non sarebbero stati battezzati con lo Spirito Santo o, in altre parole, fino a quando non avessero ricevuto il dono della costante compagnia dello Spirito Santo, di cui gli Apostoli non avevano avuto bisogno fintanto che il Signore era rimasto fisicamente con loro.

Leggi Atti 1:8 e scopri che cosa dovevano fare gli Apostoli dopo aver ricevuto il dono dello Spirito Santo.

Dagli insegnamenti del Salvatore contenuti nel versetto 8, apprendiamo che gli apostoli sono testimoni di Gesù Cristo e attestano di Lui in tutto il mondo.

Presidente Gordon B. Hinckley

Circa la responsabilità che hanno gli apostoli odierni di essere testimoni di Gesù Cristo, il presidente Gordon B. Hinckley ha dichiarato: “Ai nostri giorni il Signore ha chiamato quindici testimoni speciali perché proclamassero la Sua divinità in tutto il mondo. La loro chiamata è unica; essi sono apostoli del Signore Gesù Cristo, scelti e incaricati da Lui. È stato loro comandato di portare testimonianza della Sua vivente realtà per il potere e l’autorità del Santo apostolato di cui sono investiti” (“Testimoni speciali di Cristo”, Liahona, aprile 2001, 5).

Il Cristo vivente

Leggi il documento “Il Cristo vivente – La testimonianza degli apostoli”, allegato a questa lezione. Sottolinea le parti della testimonianza degli apostoli che sono più significative per te.

icona videoTestimonianze personali di Gesù Cristo rese dai componenti della Prima Presidenza e del Quorum dei Dodici Apostoli sono disponibili nei video della serie “Testimoni speciali di Cristo”, disponibile su LDS.org. Potresti guardare due o tre di questi video.

 
  1. icona del diarioNel diario di studio delle Scritture rispondi alla seguente domanda: In che modo la testimonianza degli apostoli moderni influisce sulla tua personale testimonianza di Gesù Cristo?

Sebbene parli in particolare del ruolo degli apostoli quali testimoni speciali del Salvatore, Atti 1:8 ci insegna anche che cosa può aiutare noi a essere testimoni di Gesù Cristo ovunque ci troviamo.

In base alla promessa contenuta in Atti 1:8 e rivolta dal Signore agli Apostoli, impariamo che per mezzo del potere dello Spirito Santo noi possiamo diventare testimoni di Gesù Cristo.

In quali modi il potere dello Spirito Santo ci aiuta a diventare testimoni del Salvatore?

  1. icona del diarioNel diario di studio delle Scritture rispondi alle seguenti domande:

    1. In quale occasione hai sentito lo Spirito Santo mentre altri portavano la propria testimonianza di Gesù Cristo?

    2. In quale occasione hai sentito lo Spirito Santo aiutarti a rendere testimonianza di Gesù Cristo a qualcuno?

Cerca delle occasioni per condividere la tua testimonianza di Gesù Cristo con altri e abbi fiducia che lo Spirito Santo confermerà la verità di quanto stai dicendo loro.

Atti–Apocalisse: panoramica della seconda metà del Nuovo Testamento

Atti 1:8 non insegna solo alcune verità legate ai doveri degli apostoli, ma offre anche una panoramica della seconda metà del Nuovo Testamento. Secondo la profezia del Salvatore che si trova in Atti 1:8, dove avrebbero portato testimonianza di Lui i Suoi discepoli?

Utilizza le cartine che trovi in fondo alla Bibbia o nella Guida alle Scritture per individuare i luoghi menzionati nelle Scritture e visualizzare così i viaggi degli Apostoli e l’adempimento della profezia del Salvatore.

Atti 1–5 documenta il ministero degli Apostoli a Gerusalemme, Atti 6–9 il ministero degli Apostoli in Giudea e Samaria, e Atti 10–28 il ministero degli Apostoli in tutto l’Impero romano, definito come “l’estremità della terra” (Atti 1:8). Potresti ricopiare questo riassunto schematico del libro di Atti a margine delle tue Scritture accanto ad Atti 1:8.

cartina, Panoramica degli Atti degli Apostoli

Apri l’indice della Bibbia e guarda i libri del Nuovo Testamento che seguono Atti. I libri da Romani fino a Ebrei sono epistole (lettere) scritte dall’apostolo Paolo. Verrai a conoscenza della conversione e del ministero di Paolo studiando Atti 9, 13–28.

Osserva la cartina della “Panoramica degli Atti degli Apostoli”, che mostra le città e le regioni i cui nomi ricorrono in molte delle lettere di Paolo. Un buon numero di epistole del Nuovo Testamento era indirizzato a congregazioni della Chiesa che risiedevano in città diverse per rispondere alle loro necessità specifiche. Ad esempio, i Tessalonicesi erano gli abitanti della città di Tessalonica e si crede che 1 Tessalonicesi sia la prima epistola scritta da Paolo. Oltre a scrivere alle congregazioni dei santi, Paolo scrisse anche a singoli individui, come Timoteo, Tito e Filemone.

Guarda nell’indice quali epistole seguono Ebrei. Oltre a Paolo, altri apostoli e dirigenti scrissero ai membri della Chiesa. Alcune di queste lettere costituiscono i libri di Giacomo, Pietro, Giovanni e Giuda. Il libro di Apocalisse contiene una visione data all’apostolo Giovanni.

Continuando il tuo studio della seconda metà del Nuovo Testamento, prega che lo Spirito Santo possa illuminarti e aiutarti ad acquisire maggiore comprensione dagli insegnamenti degli apostoli di quel tempo.

  1. Icona del diarioNel diario di studio delle Scritture, alla fine dei compiti di oggi, scrivi:

    Ho studiato Atti 1:1–8 e ho completato questa lezione il (data).

    Ulteriori domande, pensieri e idee di cui vorrei parlare con l’insegnante: