Posso fare molte cose

Primaria 1: Sono un figlio di Dio, 2003


Scopo

Aiutare ogni bambino a sapere che come figli del Padre celeste possiamo fare molte cose.

Preparazione

  1. 1.

    Leggi attentamente 1 Samuele 17.

  2. 2.

    Informati presso i genitori di ogni bambino della tua classe per sapere una cosa che questi può fare bene o sta imparando a fare.

  3. 3.

    Prepara dei fogli di carta con su scritte semplici istruzioni come, ad esempio, batti le mani, conta sino a tre, cammina attorno alla stanza, salta, traccia un cerchio (sulla lavagna o su un foglio di carta), stai su un piede solo, piega le braccia o indica una cosa di colore azzurro. Prepara almeno tanti fogli quanti sono i bambini della classe. Tieni presenti i bambini della tua classe afflitti da menomazioni e accertati di scrivere per loro soltanto cose che sono in grado di fare.

  4. 4.

    Scrivi i nomi dei bambini su altrettanti fogli di carta.

  5. 5.

    Materiale necessario:

    1. a.

      Bibbia.

    2. b.

      Piccola canna da pesca (facoltativo; vedi la lezione 11).

    3. c.

      Un contenitore per i nomi (facoltativo).

    4. d.

      Illustrazione 1-5, Famiglia con un neonato (62307); illustrazione 1-10, La preghiera familiare (62275); illustrazione 1-38, Bambini che giocano a palla; illustrazione 1-50, So vestirmi da solo; illustrazione 1-51, Una famiglia che lavora insieme (62313); illustrazione 1-52, Davide uccide Goliath (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 112; 62073).

  6. 6.

    Fai i preparativi necessari per tenere le attività supplementari di tua scelta.

Nota per l’insegnante: stai attenta a non mettere in imbarazzo o offendere i bambini della tua classe che possono essere afflitti da una menomazione fisica. Concentrati sulle cose che possono fare, non sulla loro menomazione.

Attività di apprendimento

Invita un bambino a dire la preghiera di apertura.

Attività per richiamare l’attenzione

Piega i fogli di carta con i nomi dei bambini e mettili in un contenitore sul pavimento. Chiedi a un bambino di usare la canna da pesca o la mano per prendere uno dei fogli di carta. Chiedi al bambino il cui nome viene estratto di venire accanto a te. Informa la classe di una cosa che questo bambino sa fare bene o sta imparando a fare. Ripeti la procedura sino a quando ogni bambino avrà partecipato a turno nello scegliere un nome e tu avrai detto una cosa di ognuno di loro. Elogia i bambini per quello che sanno fare e stanno imparando a fare.

Il nostro corpo può fare molte cose

Canto

Canta insieme con i bambini «Sono un figlio di Dio» (Innario dei bambini, pag. 2).

Sono un figlio di Dio;
Lui mi mandò quaggiù,
mi diede una famiglia che
mi ama e pensa a me.
Guidami, aiutami,
cammina insieme a me;
dimmi quel che devo far
per ritornare a Te.

• Chi è il padre del vostro spirito?

• Chi vi mandò qui sulla terra per avere un corpo?

Spiega di nuovo ai bambini che il Padre celeste programmò che noi venissimo sulla terra per ricevere un corpo. Spiega che Egli vuole che impariamo a fare molte cose con il nostro corpo, e vuole che usiamo il nostro corpo nei modi giusti in modo da poter diventare come Lui.

• Cosa potete fare con le mani? con i piedi? con la bocca? con gli occhi?

Mostra l’illustrazione 1-5, Famiglia con un neonato.

• Secondo voi, cosa può fare questo neonato?

Fai le seguenti domande o altre simili per mettere in evidenza quante cose i bambini hanno imparato a fare da quando erano neonati.

  • Un neonato può camminare?

  • Un neonato può parlare?

  • Un neonato può mangiare da solo?

  • Un neonato può vestirsi da sé?

  • Un neonato può fare una capriola?

  • Un neonato può cantare una canzone?

  • Un neonato può andare in triciclo?

Spiega che i bambini crescono e che quindi impareranno a fare molte altre cose. Una alla volta mostra le illustrazioni 1-10, 1-38, 1-50 e 1-51. Lascia che un bambino regga un’illustrazione mentre gli altri spiegano quello che rappresenta. Dopo che i bambini avranno risposto, lodali per le molte cose che hanno notato che il nostro corpo può fare.

Attività

Lascia che ogni bambino scelga un foglio di carta con su scritta un’istruzione. Leggi l’istruzione ad alta voce e chiedi al bambino di fare quello che dice. Assicurati che tutti i bambini partecipino a turno.

• Cosa state imparando a fare ora?

• Cosa volete imparare a fare quando sarete più grandi?

Spiega ai bambini che sei grata al Padre celeste perché abbiamo un corpo che può fare tante cose.

Il Padre celeste può aiutarci a fare molte cose

Spiega ai bambini che qualche volta ci è chiesto di fare delle cose difficili.

• Avete mai cercato di fare delle cose difficili?

• Chi può aiutarci a imparare a fare queste cose? (i genitori, i fratelli e le sorelle, le insegnanti).

• Chi possiamo pregare per avere un aiuto quando dobbiamo fare una cosa difficile? (il Padre celeste).

Spiega che anche Gesù Cristo può aiutarci quando le cose sono troppo difficili da fare.

Storia

Mostra l’illustrazione 1-52, Davide uccide Goliath, e narra la storia di Davide e di Goliath, che si trova in 1 Samuele 17. Spiega che Gesù aiutò Davide a fare una cosa difficile.

• Chi incuteva paura all’esercito israelita? (vedi 1 Samuele 17:4–8).

• In chi confidò Davide perché lo aiutasse? (vedi 1 Samuele 17:37).

Testimonianza

Esprimi la tua gratitudine verso il Padre celeste per il tuo corpo e le molte cose che esso può fare. Esorta i bambini a chiedere al Padre celeste di aiutarli ad usare il loro corpo per fare cose buone.

Attività Supplementari

Scegli alcune di queste attività da tenere durante la lezione.

  1. 1.

    Insieme con i bambini canta «È bello» (Innario dei bambini, pag. 129) e mima le azioni descritte dalle parole. Lascia che i bambini suggeriscano le azioni da fare con ulteriori versi.

  2. 2.

    Distribuisci ai bambini carta e pastelli e lascia che ognuno disegni una o più cose che sa fare. Scrivi sul foglio di ogni bambino Posso fare molte cose.

  3. 3.

    Aiuta i bambini a scegliere una cosa che possono fare a casa per aiutare qualcuno come, ad esempio, apparecchiare la tavola, spazzare il pavimento o dare da mangiare a un animale. Ricorda loro di parlarne con i genitori dopo la Primaria, in modo che essi possano aiutarli a ricordarsi di farlo.

  4. 4.

    Ripeti alcune delle attività idonee proposte nelle lezioni da 16 a 20.

Attività addizionali per i bambini più piccoli

  1. 1.

    Chiedi ai bambini di alzarsi e di cantare le seguenti parole sul motivo di «C’era una volta un pupazzo di neve» (Innario dei bambini, pag. 121). Mima delle azioni da compiere accovacciati per la prima strofa e azioni da compiere in piedi e stirandosi per la seconda strofa.

    Una volta ero un bambino, bambino, bambino.
    Una volta ero un bambino, piccolo, piccolo, piccolo.
    Ora sto crescendo più grande, più grande, più grande.
    Ora sto crescendo più grande, alto, alto, alto.

    Chiedi ai bambini di parlare delle cose che hanno imparato a fare da quando erano neonati.

  2. 2.

    Dimostra un’azione come, ad esempio, saltellare, battere le mani o saltare e chiedi ai bambini di dire quello che stai facendo. Poi invitali a fare la stessa cosa. Dai a ogni bambino l’occasione di mostrare un’azione e agli altri di dire cos’è e poi di imitarla.