Le famiglie possono stare insieme per sempre

Primaria 1: Sono un figlio di Dio, 2003


Scopo

Aiutare ogni bambino a capire che i templi sono luoghi sacri in cui le famiglie possono essere suggellate insieme per sempre e incoraggiare ogni bambino a prepararsi ad andare al tempio.

Preparazione

  1. 1.

    Leggi attentamente Dottrina e Alleanze 97:15–17 e 124:37–41. Vedi anche Principi evangelici (31110 160), capitolo 36.

  2. 2.

    Materiale necessario:

    1. a.

      Dottrina e Alleanze.

    2. b.

      Illustrazione 1-5, Famiglia con un neonato (62307); illustrazione 1-7, Una famiglia affettuosa; illustrazione 1-54, Il Tempio di Salt Lake (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 502; 62433), fotografie di altri templi disponibili (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 505; 62434-62448, 62566–62569, 62583–62601, 62614–62619); la pagina dei disegni che si trova alla fine della lezione.

  3. 3.

    Fai i preparativi necessari per tenere le attività supplementari di tua scelta.

Attività di apprendimento

Invita un bambino a dire la preghiera di apertura.

Attività per richiamare l’attenzione

Mostra l’illustrazione 1-54, Il Tempio di Salt Lake, e le fotografie di diversi altri templi, compreso quello a voi più vicino. Consenti ai bambini di dire quello che sanno riguardo ai templi.

• Avete mai veduto un tempio?

• A che cosa pensate quando vedete un tempio?

Parla della bellezza dei templi, indicandone le guglie, le finestre e le porte. Spiega che su una parete esterna di ogni tempio si trovano le parole Casa del Signore. I membri della Chiesa vanno al tempio per imparare a conoscere il Padre celeste e Gesù e il Loro amore per noi.

Attività

Chiedi ai bambini di portare le mani sopra la testa per formare la guglia di un tempio. Chiedi loro di stare molto ritti e di fingere di essere un bellissimo tempio. Poi invitali a sedersi in silenzio.

Il tempio è un luogo sacro

Spiega che il tempio è un luogo sacro (vedi DeA 97:15–17). Chiedi ai bambini di ripetere la parola sacro. Questo significa che il tempio è un luogo molto particolare dove ogni cosa ci ricorda il Padre celeste e Gesù.

Spiega ai bambini che se obbediscono ai comandamenti del Padre celeste, quando saranno grandi potranno andare al tempio. Spiega che nel tempio facciamo delle speciali promesse al Padre celeste di obbedire ai Suoi comandamenti. Nel tempio possiamo anche sposarci e possiamo essere battezzati per le persone che non furono battezzate quando vivevano sulla terra.

Chiedi ai bambini di alzare tre dita e di ripetere tre cose che potranno fare nel tempio quando saranno grandi:

«Nel tempio posso fare delle speciali promesse al Padre celeste».

«Nel tempio posso essere sposato».

«Nel tempio posso essere battezzato per altre persone».

Canto

Chiedi ai bambini di alzarsi e di cantare o dire le parole della prima parte dell’inno «Amo il sacro tempio» (Innario dei bambini, pag. 99), facendo le seguenti azioni:

Amo il sacro tempio (intreccia le dita e alza gli indici formando una guglia)
e voglio entrarvi un dì (fingi di camminare rimanendo nello stesso posto),
per innalzare a Dio (metti la mano sopra il cuore)
le preci del mio cuor (metti la mano dietro l’orecchio, poi piega le braccia).
(Copyright © 1980 by Janice Kapp Perry. Riprodotto per gentile concessione).

Spiega che, poiché il tempio è un luogo sacro, quando vi entriamo indossiamo dei vestiti bianchi. Questi vestiti ci ricordano che il Padre celeste e Gesù vogliono che siamo puliti e puri e che scegliamo sempre ciò che è giusto.

• Di quale colore sono i vestiti che indossate oggi?

• Di quale colore saranno i vestiti che indosserete nel tempio?

Spiega che, poiché il tempio è un luogo sacro, noi siamo riverenti quando vi entriamo. Sussurriamo o parliamo a bassa voce. Chiedi ai bambini di sussurrare: «Io amo il Padre celeste e Gesù». Spiega che nel tempio possiamo sentirci felici e contenti perché ci sentiamo vicini al Padre celeste e a Gesù.

Storia

Narra con parole tue la seguente storia del presidente Lorenzo Snow.

Lorenzo Snow aveva saputo che presto sarebbe diventato il profeta della Chiesa. Egli andò nel tempio, indossò i suoi vestiti bianchi e si inginocchiò in una stanza per pregare. Egli voleva che il Padre celeste gli dicesse cosa doveva fare per guidare la Chiesa. Egli continuò a pregare, ma non ricevette nessuna risposta. Mentre il presidente Snow stava per uscire dalla stanza dove aveva pregato, gli apparve Gesù. Gesù indossava delle bellissime vesti bianche e splendeva di una luce così forte che il presidente Snow poteva a malapena guardarLo. Gesù sembrava stare su un pavimento di oro fino. Gesù disse al presidente Snow le cose che egli pregando aveva chiesto di conoscere (vedi LeRoi C. Snow, «An Experience of My Father’s», Improvement Era, settembre 1933, pag. 677).

• Perché, secondo voi, il presidente Snow andò a pregare nel tempio invece che in qualche altro luogo? (perché dentro il tempio poteva sentirsi più vicino al Padre celeste e a Gesù).

I templi possono aiutare le famiglie a rimanere insieme per sempre

Mostra l’illustrazione 1-5, Famiglia con un neonato, e l’illustrazione 1-7, Una famiglia affettuosa. Spiega che i templi possono aiutare le famiglie a stare insieme per sempre. Quando un uomo e una donna si sposano nel tempio e obbediscono ai comandamenti, il Padre celeste promette loro che potranno stare per sempre l’uno con l’altra e con tutti i loro figli. Questo si chiama essere suggellati come famiglia.

• Chi sono i componenti della vostra famiglia?

• Quali sentimenti provate quando vi trovate insieme alla vostra famiglia?

• Come può una famiglia stare insieme per sempre?

Rassicura i bambini che il Padre celeste e Gesù amano ogni famiglia e vogliono che tutte le famiglie siano suggellate insieme per sempre. Spiega che le famiglie che non sono state suggellate nel tempio possono prepararsi obbedendo ai comandamenti del Padre celeste. Poi potranno andare al tempio per essere suggellati come famiglia.

Canto

Insieme con i bambini canta o di’ diverse volte le parole del ritornello dell’inno «Le famiglie sono eterne» (Innario dei bambini, pag. 98):

Ringrazio il nostro Padre celeste
per il Suo grande pian;
desidero esser sempre coi miei cari in ciel,
e Gesù m’insegna che potrò
gioir con loro un dì nel ciel.

Posso prepararmi ad andare al tempio

Ricorda ai bambini che tutti coloro che obbediscono ai comandamenti del Padre celeste possono andare al tempio. Mostra la pagina dei disegni che si trova alla fine della lezione. Lascia che i bambini parlino dei comandamenti che le illustrazioni rappresentano. Spiega che se obbediscono a questi comandamenti i bambini potranno essere degni di andare al tempio quando saranno grandi.

  • Pregare.

  • Obbedire ai genitori.

  • Amarsi l’un l’altro.

  • Andare in chiesa.

  • Pagare la decima.

  • Mangiare cibi sani (obbedire alla Parola di Saggezza).

  • Essere onesti.

Testimonianza

Esprimi i tuoi sentimenti in merito all’importanza che le famiglie rimangano insieme per sempre e alle benedizioni del tempio. Ricorda ai bambini che obbedire ai genitori e obbedire ai comandamenti del Padre celeste sono modi importanti per prepararsi ad andare al tempio.

Attività Supplementari

Scegli alcune di queste attività da tenere durante la lezione.

  1. 1.

    Aiuta i bambini a capire che «per sempre» è un tempo molto lungo. Puoi dire loro che è più lungo del tempo che dovranno aspettare sino al loro compleanno o alla prossima festa; è più lungo del tempo che ha vissuto la persona più vecchia che conoscono; è più lungo del tempo che è passato da quando Adamo ed Eva erano vivi. Spiega che «per sempre» significa una cosa che non avrà mai fine.

    Aiuta i bambini a mimare le azioni descritte nella seguente poesia mentre tu reciti le parole:

    Quanto durerà «per sempre»?

    Quanto durerà «per sempre»? (metti l’indice sulla fronte come se stessi pensando).
    Durerà più di un anno (metti il pugno sotto il mento, poggia il gomito sull’altra mano),
    più del tempo che manca (metti l’altro pugno sotto il mento, appoggia il gomito sulla mano)
    all’arrivo di Natale.
    Quanto durerà «per sempre»? (metti l’indice sulla fronte come se stessi pensando).
    Non sarà troppo lungo se lo passerai (muovi il dito avanti e indietro)
    insieme alla tua famiglia nell’amore (abbracciati), poiché non avrà fine mai, mai!
  2. 2.

    Con l’approvazione della tua presidentessa della Primaria, invita i genitori di un bambino della tua classe ad esprimere i loro sentimenti riguardo all’importanza di essere suggellati nel tempio.

  3. 3.

    Prepara per ogni bambino una copia della pagina dei disegni che si trova alla fine della lezione, chiedendogli di colorarla.

  4. 4.

    Con l’approvazione della tua presidentessa della Primaria, invita una famiglia del tuo rione che è stata recentemente al tempio per essere suggellata a parlare alla classe di questa esperienza.

Attività addizionali per i bambini più piccoli

  1. 1.

    Aiuta i bambini a mimare le azioni descritte nella seguente poesia mentre tu reciti le parole:

    Io d’aiuto sarò

    Ora che alto e grande sono (rizzarsi sulla punta dei piedi e alzare le braccia),
    grande aiuto porterò.
    Il papà gentile e buono (alzare l’indice)
    io sempre aiuterò. Per la mamma poi farò (alzare il medio)
    tutto quello che potrò. Pur le sorelline care (alzare l’anulare)
    e i fratelli voglio aiutare (alzare il mignolo).
    Io aiuto tutti quanti i miei amici, che son tanti (alzare il pollice)
    e voglio pure esser d’aiuto a Dio. Com’Egli m’ama, gli altri amerò (piegare le braccia).
    Voglio esser d’aiuto al mondo (allargare le braccia).
    Oh, come son felice, come son giocondo (rizzarsi sulla punta dei piedi e alzare le braccia).
  2. 2.

    Aiuta i bambini a mimare le azioni sotto descritte mentre tu leggi le parole. Ripetile tante volte quante ritieni opportuno.

    Disponi i bambini in cerchio e chiedi loro di tenersi per mano durante tutto l’esercizio.

    Con il Padre celeste abitavamo in cielo tutti (tutti si stringono portando le mani verso il centro del cerchio).
    In una casa sulla terra il Padre celeste ci portò (allargatevi per formare un grande cerchio).
    Famiglie che ci amano e ci insegnano Lui ci donò (stringetevi di nuovo).
    A vivere con Lui in cielo un dì tutti tornerem e con le famiglie che ci aiutano sempre starem (allargate di nuovo il cerchio).
  3. 3.

    Disegna su un foglio di carta per ogni bambino il semplice profilo di un tempio e chiedigli di colorarlo.