So essere riverente

Primaria 1: Sono un figlio di Dio, 2003


Scopo

Aiutare ogni bambino a mostrare il suo amore per il Padre celeste e Gesù comportandosi con riverenza.

Preparazione

  1. 1.

    Leggi attentamente Esodo 3:1–10.

  2. 2.

    Materiale necessario:

    1. a.

      Bibbia.

    2. b.

      Illustrazione 1-19, Cristoeibambini (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 216; 62467); illustrazione 1-66, Mosè e il pruno ardente (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 107; 62239); illustrazione 1-67, Una classe riverente.

  3. 3.

    Fai i preparativi necessari per tenere le attività supplementari di tua scelta.

Attività di apprendimento

Invita un bambino a dire la preghiera di apertura.

Attività per richiamare l’attenzione

Chiedi ai bambini di incrociare le braccia e di sedere in silenzio mentre tu canterai o reciterai a voce bassa le parole dell’inno «Quieti siam» (Innario dei bambini, pag. 11). Se i bambini conoscono l’inno, chiedi loro di cantarlo insieme a te.

Quieti siam, Ti pensiam, con amore T’invochiam.
Quieti siam, con il cuor noi cantiamo a Te Signor.
Quieti siam, con fervor umili preghiam che l’amore
Tuo divin sia nei nostri cuor.

Quando hai finito, ringrazia i bambini per essere rimasti seduti in silenzio.

Possiamo essere riverenti in chiesa

Mostra l’illustrazione 1-67, Una classe riverente.

• Dove sono questi bambini?

• Cosa stanno facendo?

• Secondo voi, a cosa stanno pensando?

• Come vi comportate quando venite alla Primaria?

Spiega che quando veniamo in chiesa dobbiamo comportarci in una certa maniera. Questo è chiamato essere riverenti.

Chiedi ai bambini di ripetere diverse volte la parola riverente.

• Secondo voi, cosa significa essere riverenti?

Spiega che essere riverenti significa fare le cose che dimostrano il nostro amore e rispetto per il Padre celeste e Gesù. Possiamo dimostrare Loro il nostro amore nei seguenti modi (lascia che i bambini dimostrino alcuni di questi modi mentre ne parli):

• Camminare lentamente e parlare a bassa voce.

• Sedere in silenzio e ascoltare le preghiere e le lezioni.

• Alzare la mano quando vogliamo dire qualcosa.

• Incrociare le braccia.

• Tenere pulita la casa di riunione.

Spiega che quando facciamo queste cose, il Padre celeste e Gesù sanno che Li amiamo e che siamo felici di trovarci in chiesa.

Attività

Insieme ai bambini ripeti le parole dell’inno «I Want to Be Reverent» (Children’s Songbook, pag. 28). Ripetilo se lo desideri.

Sempre riverente sarò
e il mio amor ti mostrerò.
In silenzio siederò.
La riverenza inizia da me, lo so.

• Perché dobbiamo essere riverenti alla Primaria?

Ricorda ai bambini che quando siamo riverenti possiamo ascoltare le nostre insegnanti e imparare a conoscere il Padre celeste e Gesù. Quando siamo riverenti aiutiamo anche gli altri ad essere riverenti.

• In quale edificio ci troviamo ora?

• A chi appartiene questa casa?

Spiega che la nostra casa di riunione appartiene al Padre celeste e a Gesù. È un luogo in cui veniamo per imparare a conoscerLi e a fare quello che Essi desiderano.

Attività

Insieme con i bambini fai il seguente gioco con le dita. Improvvisa i movimenti della mano per mostrare le varie parti della casa di riunione.

La casa di riunione

Le pareti di una casa tanto bella, queste son.
E la guglia tanto alta, questa è.
Le finestre che luce ci danno, queste son.
E le porte che davanti a tutti si apron, queste son.
È un luogo costruito da mani affettuose per pregare, per cantare.
Le braccia pieghiamo e il capo chiniamo (piegate le braccia e chinate il capo)
e grazie per questa casa oggi rendiamo.

• Quali sono alcune delle cose che dovete fare nella casa di riunione?

• Quali sono alcune delle cose che non dovete fare nella casa di riunione?

Aiuta i bambini a capire che vi sono luoghi e momenti nella casa di riunione in cui si corre e si fanno giochi, ma nella maggior parte dell’edificio e la domenica dobbiamo essere riverenti. Fai notare che, oltre a sedere compostamente nella Primaria e nella cappella, camminiamo lentamente e parliamo a bassa voce nei corridoi.

Storia

Narra una storia sui bambini della tua classe che vengono alla Primaria. Includi i momenti come la loro eccitazione quando corrono e saltellano lungo la strada, il modo in cui camminano piano dopo essere entrati nell’edificio e quello che fanno durante la riunione sacramentale e la Primaria e in seguito nel corridoio. Sottolinea quanto sono riverenti i bambini quando vengono in chiesa.

Attività

Recita le parole dell’inno «Two Happy Feet» (Children’s Songbook, pag. 270), mentre i bambini camminano attorno alla stanza quietamente e attentamente in modo che le loro scarpe non facciano nessun rumore.

Due piedini felici ho
che mi portano dove so.
Mi fan saltellare e scivolare,
fanno anche rumore, ma no.
Nella casa del mio Padre celeste
silenziosi i loro passi son;
e anche se cammino piano piano,
udire non posso nemmeno da vicino
i miei piedini che vanno sul cammino.

• Cosa fate coi vostri piedi nei corridoi della casa di riunione? nella cappella? in classe?

• Che cosa fate con le vostre mani?

• Che cosa fate con la vostra voce?

Possiamo avere sentimenti di riverenza

Mostra l’illustrazione 1-19, Cristo e i bambini, e spiega come ti senti quando pensi a Gesù e a quanto Egli ci ama. Spiega che questi sono sentimenti di riverenza. Invita i bambini ad esprimere i loro sentimenti verso Gesù.

Storia

Mostra l’illustrazione 1-66, Mosè e il pruno ardente, e narra la storia che si trova in Esodo 3:1–10. Sottolinea i sentimenti di riverenza che Mosè provò quando il Signore gli parlò dal pruno ardente e lo chiamò a guidare i figli di Israele fuori d’Egitto. Leggi ad alta voce dalla Bibbia e spiega la parte del versetto 5, dove dice: «Togliti i calzari dai piedi, perché il luogo sul quale stai, è suolo sacro».

• Perché Mosè si tolse le scarpe?

Spiega che questo era un modo di essere riverenti. Assicurati che i bambini capiscano che per essere riverenti non è necessario togliersi le scarpe. Vi sono molti altri modi per essere riverenti.

• Come potete essere riverenti?

Possiamo essere riverenti in casa

Spiega ai bambini che la casa di riunione non è l’unico luogo in cui dobbiamo essere riverenti.

• Cosa fate a casa quando qualcuno prega?

• Cosa fate a casa durante la serata familiare?

Spiega che quando ascoltiamo in silenzio durante le preghiere e le lezioni in casa siamo riverenti. Questo dimostra al Padre celeste e a Gesù che Li amiamo.

Testimonianza

Esprimi il tuo amore per il Padre celeste e Gesù e la tua gratitudine perché puoi dimostrare questo amore comportandoti con riverenza. Esorta i bambini a dimostrare il loro amore per il Padre celeste e Gesù comportandosi con riverenza alla Primaria, alla riunione sacramentale e a casa durante le preghiere e la serata familiare.

Attività Supplementari

Scegli alcune di queste attività da tenere durante la lezione.

  1. 1.

    Conduci i bambini a fare una passeggiata con riverenza lungo i corridoi della casa di riunione. Se possibile, portali nella cappella. Quando ritorni nell’aula loda i bambini per il loro comportamento riverente e spiega come la loro riverenza ha aiutato le altre persone presenti nell’edificio ad essere riverenti nelle loro classi.

  2. 2.

    Canta o recita le parole dell’inno «Sarò più riverente» (Innario dei bambini, pag. 13) oppure «Padre, sarò riverente» (Innario dei bambini, pag. 10).

  3. 3.

    Traccia il contorno dei piedi di ogni bambino su un foglio di carta, sul quale avrai scritto «Due piedini felici». Lascia che ogni bambino colori le orme dei suoi piedi e le porti a casa.

  4. 4.

    Chiedi ai bambini di mostrare a turno un modo di essere riverente in classe: ad esempio, sedere in silenzio, incrociare le braccia, alzare la mano prima di dire qualcosa. Parla del motivo per cui dobbiamo essere riverenti nella casa del Padre celeste.

  5. 5.

    Aiuta i bambini a recitare le parole di una o entrambe le seguenti poesie. Improvvisa le azioni indicate dalle parole.

    Apri, chiudi [le mani]

    Apri, chiudi,
    apri, chiudi,
    adagio le mani batto.
    Apri, chiudi,
    apri, chiudi,
    a riposo in grembo le metto.

    Le mani mi stringo

    Le mani mi stringo,
    di strofinarle fingo.
    Le mani batto,
    le mani alzo,
    sui fianchi adagiate,
    e in grembo piegate.

    I piedi striscio, i piedi riposare faccio. Diritto sulla mia sedia siedo e taccio, il capo chino e gli occhi chiudo come a sera, e son pronto per la mia preghiera.

Attività addizionali per i bambini più piccoli

Chiedi ai bambini di chiudere gli occhi e di alzare la mano se ti sentono mentre fai cadere a terra una monetina o un bottone. Fai cadere la monetina o il bottone sul pavimento o sul tavolo. Poi avvolgi il bottone e la monetina in un fazzoletto o in un pezzo di tela. Chiedi ai bambini di tenere gli occhi chiusi, ascoltare attentamente e alzare la mano se questa volta sentono cadere la monetina o il bottone. Fai cadere il bottone o la monetina avvolta nel fazzoletto sul pavimento o sul tavolo. Aiuta i bambini a capire che possiamo udire molte cose se ascoltiamo.