La risurrezione di Gesù Cristo (Pasqua)

Primaria 1: Sono un figlio di Dio, 2003


Scopo

Aiutare ogni bambino a capire che Gesù Cristo risorse.

Preparazione

  1. 1.

    Leggi attentamente Luca 23:33–24:12; 36–40, 51. Vedi anche Principi evangelici (31110 160), capitolo 12.

  2. 2.

    Materiale necessario:

    1. a.

      Bibbia.

    2. b.

      Illustrazione 1-3, Gesù il Cristo (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 240; 62572); illustrazione 1-16, La Natività (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 201; 62495); illustrazione 1-55, Il Sermone sul Monte (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 212; 62166); illustrazione 1-59, La Crocifissione (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 230; 62505); illustrazione 1-72, La preghiera di Gesù nel Getsemani (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 227; 62175); illustrazione 1-73, Il seppellimento di Gesù (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 231; 62180); illustrazione 1-74, Gesù mostra le Sue ferite (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 234; 62503).

  3. 3.

    Fai i preparativi necessari per tenere le attività supplementari di tua scelta.

Attività di apprendimento

Invita un bambino a dire la preghiera di apertura.

Attività per richiamare l’attenzione

Tieni in grembo a faccia in giù l’illustrazione 1-3, Gesù il Cristo. Spiega ai bambini che oggi parlerai di una persona molto importante. Chiedi ai bambini di indovinare chi è questa persona, dopo che avrai dato loro i seguenti suggerimenti:

  1. 1.

    Questa persona ama tanto tutti noi.

  2. 2.

    È vissuta sulla terra tanto tempo fa e organizzò la Sua chiesa.

  3. 3.

    Ci ha insegnato come dobbiamo vivere ed essere felici.

  4. 4.

    Benediceva le persone e diceva loro di essere buone e affettuose.

Quando i bambini avranno indovinato (oppure tu avrai detto loro) che questa persona è Gesù, mostra la Sua immagine.

Gesù ci ama

Ricorda ai bambini che Gesù è il Figlio del Padre celeste. Il Padre celeste mandò Gesù sulla terra per uno scopo molto importante.

Storia

Mostra l’illustrazione 1-16, La Natività. Narra brevemente la nascita di Gesù. Puoi chiedere ai bambini di aiutarti a raccontare la storia. Ricorda loro che Gesù era un bambino speciale.

Mostra l’illustrazione 1-55, Il Sermone sul Monte. Spiega che quando Gesù crebbe, organizzò la Sua chiesa e insegnò alle persone a vivere e ad amarsi l’un l’altra.

Canto

Chiedi ai bambini di alzarsi e di cantare o recitare le parole di «‹Amatevi›, disse Gesù» (Innario dei bambini, pag. 39) facendo le azioni sotto indicate:

Disse: «Amatevi», Gesù (allarga le braccia), «sia fra voi bontà». (muovi la testa su e giù). Se il tuo cuore è pien d’amor (porta le mani sopra il cuore) gioia avrai ognor (abbracciati).

Mostra l’illustrazione 1-72, La preghiera di Gesù nel Getsemani.

• Cosa sta facendo Gesù in questa illustrazione?

Spiega che prima di morire Gesù andò a pregare in un luogo chiamato giardino di Getsemani. Gesù là soffrì per i nostri peccati in modo che noi potessimo pentirci ed essere perdonati per tutte le cose sbagliate che facciamo. Gesù era l’unica persona che aveva il potere di fare questo per noi. Gesù lo fece perché ci ama molto.

Gesù risorse

Spiega che molte persone che vivevano sulla terra al tempo di Gesù Lo amavano. Tuttavia ad alcune altre persone non piaceva Gesù. Esse non credevano che Egli era Figlio del Padre celeste.

Storia

Mostra l’illustrazione 1-59, La Crocifissione. Spiega con parole semplici la Crocifissione, descritta in Luca 23:33–46. Spiega che le persone alle quali Gesù non piaceva furono molto crudeli con Lui. I soldati Gli trapassarono le mani e i piedi con due chiodi per appenderLo a una croce. Essi lasciarono Gesù sulla croce sino a quando morì (usa molta prudenza nel narrare questa storia e nello svolgere l’attività sotto proposta. Alcuni bambini possono essere molto sensibili all’idea di persone che fecero del male a Gesù).

Spiega che quando Gesù morì, il Suo spirito lasciò il Suo corpo e andò in cielo. Ricorda ai bambini che ognuno di noi ha uno spirito. Non possiamo vedere il nostro spirito, ma è quello che ci fa vivere.

Mostra l’illustrazione 1-73, Il seppellimento di Gesù. Spiega che le persone che amavano Gesù presero il Suo corpo e Lo avvolsero con cura in panni. Poi portarono il corpo di Gesù nella tomba (una specie di grotta dove venivano sepolte le persone) e ve Lo deposero gentilmente (vedi Luca 23:50–56).

Mostra l’illustrazione 1-74, Gesù mostra le Sue ferite. Spiega che tre giorni dopo la Sua morte, Gesù risorse. Egli tornò di nuovo in vita. Quando Gesù morì, il Suo spirito lasciò il Suo corpo. Quando Egli risorse, il Suo spirito tornò nel Suo corpo. Gesù fu la prima persona a risorgere.

Spiega che molte persone videro Gesù dopo la Sua risurrezione (vedi Luca 24). Gesù ammaestrò i Suoi amici e mostrò loro il Suo corpo risorto (vedi Luca 24:36). Egli si fece toccare dai Suoi amici, in modo che essi sapessero che il Suo corpo risorto era fatto di carne ed ossa (vedi Luca 24:39–40). Dopo aver ammaestrato le persone, Gesù andò a vivere di nuovo con il Padre celeste (vedi Luca 24:51).

• Perché Gesù volle che le persone Lo toccassero? (vedi Luca 24:36–40).

• Dove andò Gesù dopo aver lasciato le persone? (vedi Luca 24:51).

Spiega che il giorno in cui Gesù risorse fu la prima Pasqua. Noi celebriamo la Pasqua ogni anno per ricordare che Gesù risorse.

Attività

Chiedi ai bambini di alzarsi e di compiere insieme con te le azioni descritte nella seguente poesia:

Gesù di nuovo in vita tornò tre giorni dopo essere morto, tornò (alza tre dita).
Le impronte dei chiodi nelle Sue mani e nei Suoi piedi mostrò (indica il palmo della mano e i piedi),
una ferita di lancia il Suo fianco portò (indica il fianco).
A tutti noi Gesù insegnò (allarga le braccia)
ad osservare il vero vangelo che predicò (piega le braccia).
Dalla morte Egli risorto è.
E anche noi risorgerem con il nostro re (muovi la testa su e giù).

Noi risorgeremo

Aiuta i bambini a capire che Gesù, dopo la Sua morte, tornò a vivere sulla terra. Gesù è vivo ora nei cieli e non morirà mai più. Spiega che Gesù rese possibile a ognuno di noi di risorgere come fece Lui. Questo significa che ognuno di noi vivrà di nuovo dopo essere morto.

• Conoscete qualcuno che è morto?

Spiega che quando le persone muoiono il loro spirito continua a vivere. Un giorno essi risorgeranno, il che significa che il loro corpo e il loro spirito saranno riuniti di nuovo insieme come avvenne per Gesù. Puoi spiegare ai bambini che noi non risorgeremo tre giorni dopo la morte, come fece Gesù, ma un giorno tutti risorgeremo.

Chiedi ai bambini di ripetere alcune volte la parola risorto e di dire cosa significa.

Fai notare quanto è meraviglioso sapere che tutte le persone che conosciamo e amiamo – i nostri genitori, fratelli, sorelle, nonni e amici – risorgeranno. Tutti vivremo di nuovo dopo la morte. Gesù lo rese possibile.

Testimonianza

Porta testimonianza che Gesù ama ognuno di noi. Per questo Suo grande amore per noi, Egli soffrì, morì e risorse, in modo che anche ognuno di noi potesse risorgere un giorno.

Attività Supplementari

Scegli alcune di queste attività da tenere durante la lezione.

  1. 1.

    Racconta brevemente alcune esperienze e usanze di Pasqua note ai bambini. Riconosci che le usanze laiche osservate in occasione della Pasqua sono divertenti, ma aiuta i bambini a separare queste usanze dal vero significato della Pasqua.

  2. 2.

    Mostra ai bambini un guanto. Paragona il nostro corpo terreno a una mano infilata in un guanto. Mostra come la mano (spirito) fa muovere il guanto (corpo). Togli il guanto e spiega che questo è come la morte fisica. Lo spirito e il corpo si separano, e il corpo non può muoversi. Rimettiti il guanto e spiega che questo è come risorgere. Ora lo spirito e il corpo sono riuniti. Ricorda ai bambini che, poiché Gesù Cristo risorse, tutti un giorno risorgeranno.

  3. 3.

    Fai alcune copie del volantino intitolato «Gesù è il nostro più grande amico», che si trova alla fine della lezione 6, e lascia che i bambini lo colorino.

  4. 4.

    Lancia o consegna un sacchetto di fagioli o altro oggetto soffice a un bambino e chiedigli di rispondere a una delle domande sotto proposte (o ad altre simili di tua scelta), prima di rilanciarti o di riconsegnarti il sacchetto di fagioli. Continua sino a quando ogni bambino ha avuto l’occasione di rispondere a una domanda.

    • Perché celebriamo la Pasqua?

    • Chi fu la prima persona a risorgere?

    • Cosa significa risorgere?

    • Dove fu deposto il corpo di Gesù dopo la morte?

    • Dopo che Gesù risorse, molte persone Lo videro?

    • Perché Gesù fece toccare alle persone il Suo corpo risorto?

    • Chi altri risorgerà, perché Gesù risorse?

  5. 5.

    Aiuta i bambini a cantare o recitare le parole di «Gesù risorse il terzo dì?» (Innario dei bambini, pag. 45) o di «Cristo è risorto» (Innario dei bambini, pag. 44).

Attività addizionali per i bambini più piccoli

  1. 1.

    Aiuta i bambini a fare le azioni descritte nella seguente poesia a mano a mano che tu la reciti:

    Gesù risorto è

    Il luogo in cui giaceva Gesù è (indica).
    La pietra davanti alla tomba più non c’è!
    Chiniamoci, guardiamo, così (chinati e porta la mano sopra gli occhi).
    Egli non è più qui (alzati).
    Gesù è risorto! Sia gioia nel nostro cuor così (batti le mani).

    (Dana Eynon, Bible Story Finger Plays and Action Rhymes [Cincinnati, Ohio: Standard Publishing Co., 1964], 29).

  2. 2.

    Spiega che Gesù morì e risorse in primavera. La primavera è un periodo di nuova vita. Gli alberi e i fiori cominciano di nuovo a crescere. Molti animali nascono a primavera. Lascia che i bambini facciano un disegno di fiori o animali neonati. Mostra l’illustrazione 1-3, Gesù il Cristo, e spiega che, poiché Gesù risorse, noi tutti vivremo di nuovo dopo la morte.

  3. 3.

    Canta o recita le parole di «Il più caro Amico che abbiam» (Innario dei bambini, pag. 37). Ricorda ai bambini che noi celebriamo la Pasqua per ricordare Gesù e la Sua risurrezione.