So pregare il Padre celeste

Primaria 1: Sono un figlio di Dio, 2003


Scopo

Aiutare ogni bambino a imparare a pregare il Padre celeste e a capire che Egli lo ascolta.

Preparazione

  1. 1.

    Leggi attentamente Daniele 6. Vedi anche Principi evangelici (31110 160), capitolo 8.

  2. 2.

    Materiale necessario:

    1. a.

      Una Bibbia.

    2. b.

      Illustrazione 1-9, La preghiera del mattino (62310); illustrazione 1-10, La preghiera familiare (62275); illustrazione 1-14, Daniele nella fossa dei leoni (Corredo di illustrazioni per lo studio del Vangelo 117; 62096); illustrazione 1-15, La benedizione del cibo.

  3. 3.

    Fai i preparativi necessari per tenere le attività supplementari di tua scelta.

Attività di apprendimento

Invita un bambino a dire la preghiera di apertura.

Attività per richiamare l’attenzione

Chiedi al bambino che ha detto la preghiera di apertura di rimanere in piedi davanti alla classe. Ricorda ai bambini che durante l’ultima lezione hanno imparato che noi vivemmo con il Padre celeste prima di nascere. Il Padre celeste ci mandò quaggiù sulla terra.

• Come possiamo parlare con il Padre celeste mentre siamo qui sulla terra?

• Con chi parlava (nome del bambino che ha detto la preghiera) quando pregava?

Aiuta i bambini a rendersi conto che quando preghiamo parliamo con il Padre celeste.

Possiamo pregare il Padre celeste

Porta testimonianza che, sebbene non possiamo vederLo, possiamo pregare il Padre celeste, ed Egli ascolterà le nostre preghiere.

Mostra l’illustrazione 1-9, La preghiera del mattino.

• Cosa sta facendo questa bambina?

• Con chi sta parlando?

• Secondo voi, cosa sta dicendo questa bambina al Padre celeste?

Usa l’illustrazione 1-9, La preghiera del mattino; l’illustrazione 1-10, La preghiera familiare e l’illustrazione 1-15, La benedizione del cibo, per parlare con i bambini dei momenti del giorno in cui preghiamo. Spiega che possiamo pregare il Padre celeste quando vogliamo; i momenti più adatti sono quando ci svegliamo e quando andiamo a letto, all’ora dei pasti, insieme alla nostra famiglia e quando abbiamo bisogno di un aiuto particolare. Lascia che i bambini espongano le illustrazioni pertinenti a mano a mano che ne parli.

Gesù Cristo ci ha insegnato a pregare il Padre celeste

Spiega che Gesù ci insegnò a fare certe cose quando preghiamo. Quando ci prepariamo a pregare pensiamo al Padre celeste.

• Cosa facciamo con le braccia quando preghiamo?

• Cosa facciamo con il capo e gli occhi quando preghiamo?

Attività

Chiedi ai bambini di imitare le tue azioni a mano a mano che spieghi come ci prepariamo a pregare piegando le braccia, chinando il capo e chiudendo gli occhi. Puoi quindi chiedere a un bambino di portarsi davanti alla classe, e agli altri bambini di imitare le sue azioni mentre egli mostra come dobbiamo prepararci a pregare.

Attività

Insieme con i bambini ripeti diverse volte le seguenti strofe dell’inno intitolato «A Prayer Song» (Children’s Songbook, pag. 22). Mimate le azioni descritte dalle parole: Chiniamo il capo questo dì e preghiamo. Le braccia pieghiamo, gli occhi chiudiamo, e mentre preghiamo con il Padre celeste noi parliamo.

• Cos’altro possiamo fare per prepararci a pregare?

Spiega che a casa, quando diciamo le nostre preghiere o le preghiere familiari, non soltanto pieghiamo le braccia, chiniamo il capo e chiudiamo gli occhi, ma spesso ci inginocchiamo.

Attività

Spiega che vi sono alcune cose in particolare che diciamo quando preghiamo. Leggi diverse volte le parole dei seguenti versi di un inno intitolato «I Pray in Faith» (Children’s Songbook, pag. 14). Chiedi ai bambini di alzare un dito quando sentono le quattro cose speciali che facciamo quando preghiamo.

«Caro Padre celeste» dicendo comincio;
E per i doni che mi dà Lo ringrazio.
Le cose che ho bisogno poi umilmente
Gli chiedo. Nel nome di Gesù Cristo. Amen.
(Copyright © 1987 by Janice Kapp Perry. Riprodotto per gentile concessione.)

• Come cominciamo le nostre preghiere?

• Per che cosa possiamo ringraziare il Padre celeste?

• Cosa possiamo chiedere al Padre celeste?

• Come concludiamo le nostre preghiere?

Il Padre celeste ci ascolta quando preghiamo

Storia

Mostra l’illustrazione 1-14, Daniele nella fossa dei leoni. Narra la storia contenuta in Daniele 6. Leggi ad alta voce la prima parte del versetto 22 per spiegare perché a Daniele non fu fatto nessun male mentre stava nella fossa dei leoni.

Spiega che Daniele voleva pregare perché era un comandamento del Padre celeste, e anche perché egli voleva ringraziare il Padre celeste per i Suoi doni.

• Cosa fece il re perché Daniele pregava? (vedi Daniele 6:16).

• Cosa accadde a Daniele nella fossa dei leoni? (vedi Daniele 6:22).

• Come sappiamo che il Padre celeste ascoltò la preghiera di Daniele? (vedi Daniele 6:23).

Testimonianza

Parla di un’occasione in cui il Padre celeste ha ascoltato le tue preghiere. Chiedi ai bambini di parlare delle esperienze che hanno fatto con la preghiera.

Spiega ai bambini quanto sei grata perché possiamo pregare il Padre celeste e assicurali che il Padre celeste ci ascolta quando preghiamo.

Quando chiedi a un bambino di dire la preghiera di chiusura, ripassa il modo in cui ci prepariamo a pregare.

• Cosa faremo ora per prepararci a pregare? (piegare le braccia, chinare il capo e chiudere gli occhi).

• Qual è la prima cosa che (nome del bambino) dovrà dire nella preghiera?

• Per che cosa (nome del bambino) potrà ringraziare il Padre celeste?

• Che cosa (nome del bambino) potrà chiedere al Padre celeste?

• In che modo (nome del bambino) dovrà concludere la preghiera?

Attività Supplementari

Scegli alcune di queste attività da tenere durante la lezione.

  1. 1.

    Lancia un oggetto soffice come un sacchetto o una palla ai bambini. Dopo che un bambino ha afferrato l’oggetto, chiedigli di completare la frase: «Quando prego posso ringraziare il Padre celeste per _________________». Il bambino potrà rispondere: «La mia famiglia». Dopo che ogni bambino ha ricevuto la palla, ripeti l’attività chiedendo ai bambini di indicare le cose che possono chiedere al Padre celeste quando pregano. Puoi mostrare delle illustrazioni per aiutarli a trovare delle idee.

  2. 2.

    Leggi i seguenti versi di un inno intitolato «A Song of Thanks» (Children’s Songbook, pag. 20), mimando le azioni in essi descritte:

    Per il mondo tanto bello, grazie (forma un cerchio con le braccia per rappresentare il mondo).
    Per il cibo che mangiamo, grazie (fingi di metterti del cibo in bocca);
    Per gli uccelli che cantano, grazie (unisci la punta delle dita e del pollice per indicare il becco di un uccello);
    Per ogni cosa, o mio Dio, grazie! (allarga le braccia)
    (Da First Year Music di Hollis e Dann. Copyright © 1957 by D. C. Heath and Company. Riprodotto per gentile concessione).
  3. 3.

    Recita con i bambini i seguenti versi. Indica ogni parte del corpo a mano a mano che viene menzionata.

    Grato son per gli occhi miei

    Grato son per gli occhi miei,
    le orecchie mie, la bocca mia e il naso mio;
    grato son per le mani mie e le braccia mie,
    le gambe mie, i piedi miei e le dita mie.
    (Adattato da una poesia di Lucy Picco.)
  4. 4.

    Chiedi ai bambini di recitare la storia di Daniele nella fossa dei leoni. Puoi portare in classe dei semplici costumi. Se non vuoi far recitare tutta la storia, chiedi ai bambini di fingere di essere dei leoni che ruggiscono e poi chiedi loro di chiudere la bocca come se gliela avesse chiusa un angelo.

  5. 5.

    Canta o leggi le parole di «Grazie al nostro Padre in ciel» (Innario dei bambini, pag. 15) o di «Chiniamo il capo» (Innario dei bambini, pag. 18).

  6. 6.

    Chiedi ai bambini di disegnare le cose per le quali possono ringraziare il Padre celeste quando pregano. Scrivi: Quando prego posso ringraziare il Padre celeste per: sopra ogni disegno.

Attività addizionali per i bambini più piccoli

  1. 1.

    Ricorda ai bambini che quando preghiamo parliamo con il Padre celeste che ci ama e ci ascolta. Aiuta i bambini a recitare la seguente poesia:

    Il mio Padre celeste io amo; quando prego Lo ringrazio. Il mio Padre celeste sempre mi ama; e ascolta le cose che dico.

  2. 2.

    Aiuta i bambini a recitare uno o entrambi i seguenti versi, mimando le azioni ivi descritte:

    Le braccia pieghiamo,
    il capo chiniamo,
    gli occhi chiudiamo e pronti siamo.
    Le braccia pieghiamo,
    il capo chiniamo,
    E la preghiera ascoltiamo.
  3. 3.

    Traccia su un foglio di carta il contorno della mano di ogni bambino. Parla di quello che dobbiamo fare con le braccia e le mani mentre preghiamo. Chiedi ai bambini di colorare la loro mano. Contrassegna ogni mano con il nome del bambino.