Piano di salvezza

Siate fedeli: Riferimenti per lo studio del Vangelo


Nell’esistenza pre-terrena, il Padre celeste preparò un piano per permetterci di diventare come Lui e ricevere una pienezza di gioia. Le Scritture si riferiscono a questo piano come «il piano di salvezza» (Alma 24:14; Mosè 6:62), «il grande piano di salvezza» (Alma 42:8), «il piano di redenzione» (Giacobbe 6:8; Alma 12:30), e «il piano della misericordia» (Alma 42:15).

Il piano di salvezza è la pienezza del Vangelo. Esso comprende la Creazione, la Caduta, l’espiazione di Gesù Cristo e tutte le leggi, ordinanze e dottrine del Vangelo. Anche il libero arbitrio morale, la libertà di scegliere e agire da noi stessi, è essenziale nel piano del Padre celeste. Grazie a questo piano, possiamo essere resi perfetti mediante l’Espiazione, ricevere una pienezza di gioia e vivere per sempre alla presenza di Dio. I nostri rapporti familiari possono durare per tutta l’eternità.

Voi fate parte del piano di salvezza del Padre celeste e la vostra esperienza eterna può essere suddivisa in tre parti principali: la vita pre-terrena, la vita terrena e la vita dopo la morte. Man mano che comprendete il piano, trovate le risposte alle domande che molti si pongono: Da dove siamo venuti? Perché siamo qui? Dove andremo dopo questa vita?

La vita pre-terrena

Prima di nascere sulla terra, vivevate alla presenza del vostro Padre celeste come Suoi figli spirituali. Nell’esistenza pre-terrena prendeste parte al concilio con il Padre celeste e gli altri Suoi figli spirituali. In quel consiglio, il Padre celeste presentò il Suo grande piano di salvezza (vedere Abrahamo 3:22–26).

In conformità con il piano di felicità, il Gesù Cristo pre-terreno, Primogenito del Padre nello spirito, promise di essere il Salvatore (vedere Mosè 4:2; Abrahamo 3:27). A coloro che seguirono il Padre celeste e Gesù Cristo fu permesso di venire sulla terra per fare esperienza e progredire verso la vita eterna. Lucifero, un altro figlio spirituale di Dio, si ribellò al piano e «cercò di distruggere il libero arbitrio dell’uomo» (Mosè 4:3). Egli divenne Satana; lui e i suoi seguaci furono scacciati dai cieli e furono loro negati i privilegi di ricevere un corpo fisico e passare attraverso la mortalità (vedere Mosè 4:4; Abrahamo 3:27–28).

Nel corso della vita pre-terrena, avete sviluppato la vostra identità e accresciuto le vostre capacità spirituali. Benedetti con il dono del libero arbitrio, prendeste importanti decisioni, come quella di seguire il piano del Padre celeste. Tali decisioni influenzarono la vostra vita allora e lo fanno anche adesso. Accresceste la vostra intelligenza e imparaste ad amare la verità; vi preparaste a venire sulla terra, dove potevate continuare a progredire.

La vita terrena

Adesso state facendo l’esperienza della vita terrena. Il vostro spirito è unito al vostro corpo, dandovi la possibilità di crescere e svilupparvi in un modo che non era possibile nella vita pre-terrena. Questa parte della vostra esistenza è un periodo di apprendimento in cui potete mettervi alla prova, scegliere di venire a Cristo e prepararvi a essere degni della vita eterna. È anche un momento in cui potete aiutare gli altri a trovare la verità e ottenere una testimonianza del piano di salvezza.

La vita dopo la morte

Alla morte, il vostro spirito entra nel mondo degli spiriti in attesa della risurrezione. Al momento della risurrezione, il vostro spirito e il vostro corpo si riuniranno e voi sarete giudicati e ricevuti in un regno di gloria. La gloria che erediterete dipenderà dalla profondità della vostra conversione e dall’obbedienza ai comandamenti del Signore (vedere «Regni di gloria»). Dipenderà dal modo in cui avrete accettato «la testimonianza di Gesù» (DeA 76:51; vedere anche i versetti 74, 79, 101).

Le benedizioni derivanti dalla conoscenza del Piano

Una testimonianza del piano di salvezza può darvi speranza e motivazione mentre lottate con le difficoltà della vita. Potete essere rassicurati dalla conoscenza che siete figli di Dio e che viveste alla Sua presenza prima di nascere sulla terra. Potete dare un significato alla vita presente, sapendo che le azioni che compite durante la vita terrena influenzano il vostro destino eterno. Con questa conoscenza le vostre decisioni importanti possono essere basate sui principi eterni invece che sulle circostanze mutevoli della vita. Potete continuamente migliorare il vostro rapporto con i familiari e gioire della promessa che la vostra famiglia può essere eterna. Potete provare gioia nella vostra testimonianza dell’Espiazione e dei comandamenti, ordinanze, alleanze e dottrine del Signore, sapendo che «chi compie opere di rettitudine riceverà la sua ricompensa, sì, pace in questo mondo e vita eterna nel mondo a venire» (DeA 59:23).