• Home
  • LDS.org
  • La crescita continua della testimonianza personale

La crescita continua della testimonianza personale

Messaggio dei dirigenti di Area

Anziano Patrick Kearon, Gran Bretagna

Primo Consigliere della Presidenza dell'Area Europa

 

Di recente l’anziano David S. Baxter ha affermato: “Anche se a volte la nostra fede può non sembrare più grande di un granello di senapa, se andiamo avanti la Provvidenza va avanti con noi. Se cerchiamo l’aiuto divino, lo riceveremo, forse anche in modi inaspettati”.1

 

L’anziano Baxter stava parlando delle avversità quando ha scritto queste parole, e credo che siano valide anche nei periodi positivi. Il trucco sta nel continuare ad andare avanti. È stato detto che se non stiamo andando avanti, stiamo retrocedendo. Dobbiamo sforzarci al massimo e crescere per mantenere la nostra fede forte e vibrante, esercitando senza sosta i nostri muscoli spirituali. Il presidente Henry B. Eyring ha detto: “La grande fede ha una durata breve”.2 Questo mi fa pensare a quei momenti in cui la nostra fede e la nostra testimonianza sono più vibranti e solide, poi accade qualcosa che scuote la nostra fede, oppure non siamo in grado di alimentarla mediante un dialogo costante con Dio.

 

Durante un recente soggiorno in una grande città, sono stato svegliato due volte durante la notte da sirene che suonavano fuori dalla finestra del mio hotel. All’alba, ho guardato fuori dalla finestra e ho notato che il comando centrale dei vigili del fuoco si trovava proprio dall’altra parte della strada. I vigili del fuoco erano fuori a lavorare con una delle loro grandi autoscale. Ero affascinato dall’esercizio di addestramento che stavano eseguendo. Allungavano un po’ la scala e poi la ritraevano. Poi l’allungavano di nuovo, ma questa volta un po’ di più, e, ancora una volta, la ritraevano. Lo hanno fatto ripetutamente, finché non hanno allungato la scala completamente, fino a raggiungere la cima dell’edificio dove si stavano esercitando. Ritengo che eseguano questo esercizio regolarmente. Grazie a questo allenamento costante, essi sapranno esattamente cosa fare quando arriverà una chiamata cruciale. La squadra dei vigili del fuoco risponderà immediatamente alla richiesta di aiuto, e subito ognuno di loro saprà dove posizionarsi e cosa fare per eseguire un salvataggio ai piani più alti di un edificio.

 

Lo stesso vale per noi. La nostra fede e la nostra testimonianza hanno bisogno di un allenamento costante, di estendersi continuamente per aumentare il nostro raggio d’azione spirituale. Sappiamo quali sono le cose che dobbiamo ripetere continuamente per mantenere noi stessi spiritualmente forti, eppure possiamo essere lenti a farlo, anche dopo aver scoperto che esse, ci rafforzano e ci benedicono realmente. Le nostre devote preghiere quotidiane, lo studio disciplinato delle Scritture, il digiuno regolare con uno scopo sincero, le visite assidue al tempio, il tempo trascorso al servizio del nostro Padre Celeste e del prossimo, ci aiutano ad ampliare il nostro raggio d’azione spirituale e a fortificare la nostra testimonianza. Analogamente, dobbiamo ricordare che ci sono alcune cose che rafforzano la testimonianza, come, per esempio, condividerla con gli altri. Esprimere ad alta voce ciò in cui crediamo rafforza la nostra fede e le nostre convinzioni. La ripetizione continua di questi semplici, ma potenti, esercizi ci consente, in modo molto concreto, di “metter[e] le [nostre] splendide vesti” e di raggiungere il nostro apice spirituale.

In DeA 82:14 il Signore ci comanda: “Poiché Sion deve crescere in bellezza e in santità; i suoi confini devono essere ampliati; i suoi pali devono essere rafforzati; sì, in verità vi dico: Sion deve alzarsi e mettersi le sue splendide vesti”.

 

Ogni volta che decidiamo di arrivare un po’ più lontano e un po’ più in alto, rimaniamo sorpresi dalla ricca ricompensa spirituale che scaturisce dalla nostra offerta incredibilmente piccola. In questo periodo dell’anno in cui ricordiamo il miracoloso dono espiatorio del Salvatore, possiamo impegnarci di nuovo ad agire in modo tale da permettere a queste benedizioni di abbondare nella nostra vita.

 

 

-------

1David S. Baxter, “Lasciarsi le avversità alle spalle”, Liahona, dicembre 2012, 18

2Henry B. Eyring, “La preparazione spirituale: iniziate presto e siate costanti”, Liahona, novembre 2005, 39.