La gioia, per noi e per gli altri, deriva dal seguire il Salvatore


Possiamo fare la differenza per gli altri quando seguiamo il Salvatore? Il servizio che svolgiamo nel Suo nome rende il mondo un posto migliore? L’anziano L. Tom Perry racconta un’esperienza che ha vissuto mentre era di stanza a Nagasaki, in Giappone, dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Volendo fare la differenza durante il tempo libero, lui e altri soldati ripararono le chiese cristiane e aiutarono i ministri a cominciare di nuovo a predicare. Quando l’anziano Perry e i suoi compagni lasciarono il Giappone per tornare a casa, i cristiani giapponesi che avevano servito andarono a salutarli in una toccante dimostrazione di amore e gratitudine. L’anziano Perry testimonia del Salvatore, del Suo amore e dell’Espiazione fatta per ognuno di noi, dichiarando che “l’unica gioia duratura che mai proveremo durante la nostra esperienza terrena sarà quella che conosceremo seguendo il Salvatore, obbedendo alle Sue leggi, osservando i Suoi comandamenti”.

Testimoni speciali di Cristo

Nel celebrare la stagione pasquale, le testimonianze sempre importanti di profeti e apostoli chiamati a essere testimoni speciali del Salvatore emozionano in modo particolare. In questa serie, le testimonianze vengono presentate iniziando dalla Prima Presidenza e continuando con i membri del Quorum dei Dodici Apostoli. Possenti già quando vengono ascoltate singolarmente, presentate in gruppo queste testimonianze sono una dimostrazione innegabile che il Salvatore vive.

Visita “Testimoni speciali di Cristo”.