• Home
  • LDS.org
  • Semplici passi per trovare una protezione spirituale poderosa

Semplici passi per trovare una protezione spirituale poderosa


 

Che cosa richiede l’uso di un computer e di Internet, ma costa meno che mandare sms illimitati, arriva a più persone di un post su Facebook e offre più protezione di una custodia per smartphone?

Se hai risposto: partecipare al lavoro genealogico, hai risposto correttamente.

“Non è certo una coincidenza che FamilySearch e altri strumenti simili siano venuti alla luce in un periodo in cui i giovani sono perfettamente a loro agio con una vasta serie di tecnologie di informazione e di comunicazione” dice l’anziano David A. Bednar, membro del Quorum dei dodici apostoli. “Le vostre dita sono state addestrate a inviare messaggi via cellulare e via computer per accelerare e promuovere l’opera del Signore, non solo per comunicare velocemente con i vostri amici. Le capacità e la predisposizione evidenti tra molti giovani d’oggi sono una preparazione a contribuire all’opera di salvezza” (“Il cuore dei figli si volgerà”, Liahona, novembre 2011, 26).

Dunque, quali benedizioni sono in serbo per un giovane che si dedica a ricercare i nomi dei propri antenati e prepararli per le ordinanze del tempio? Una delle benedizioni più grandi, secondo l’anziano Bednar, è la protezione “contro la sempre più intensa influenza dell’avversario” (“Il cuore dei figli si volgerà”, 26).

Inoltre, lui e l’anziano Bednar hanno promesso le seguenti benedizioni:

  • La tua conversione al Salvatore diventerà più profonda.
  • Riceverai luce e conoscenza tramite lo Spirito Santo.
  • La tua testimonianza sarà rafforzata.
  • La tua benedizione patriarcale ti sembrerà più ricca di significato.
  • L’amore e la gratitudine per i tuoi antenati aumenteranno.
  • Avrai maggiori opportunità di servire.
  • Il servizio nel tempio sarà per te un’esperienza più sacra.

“Avete pregato riguardo all’opera per i vostri antenati?”, chiede l’anziano Scott: “Mettete da parte quelle cose nella vita che non contano veramente. Decidete di fare qualcosa che avrà delle conseguenze eterne” (Richard G. Scott, “La gioia di redimere i morti”, Liahona, novembre 2012, 95).