CAPITOLO 22

Nel giorno del Millennio tutti gli uomini loderanno il Signore — Egli dimorerà tra loro — Confrontare con Isaia 12. Circa 559–545 a.C.

  E in quel giorno tu dirai: O Signore, io ti loderò; sebbene tu fossi adirato con me, la tua ira si è distolta, e tu m'hai confortato.

  Ecco, Dio è la mia salvezza; avrò afiducia e non avrò paura; poiché il Signore bGEOVA è la mia forza e il mio cantico; egli è divenuto pure la mia salvezza.

  Perciò con gioia attingerete l'aacqua dalle fonti della salvezza.

  E in quel giorno direte: aLodate il Signore, invocate il suo nome, proclamate le sue opere fra il popolo, e annunciate che il suo nome è eccelso.

  aCantate al Signore; poiché ha fatto cose eccellenti; lo si sa in tutta la terra.

  aAlza la voce e grida, tu abitante di Sion; poiché grande è il Santo d'Israele in mezzo a te.