CAPITOLO 33

Le parole di Nefi sono veritiere — Esse attestano di Cristo — Coloro che credono in Cristo crederanno alle parole di Nefi — Le sue parole staranno come un testimone dinanzi alla sbarra del giudizio. Circa 559–545 a.C.

  Ed ora io, Nefi, non posso scrivere tutte le cose che sono state insegnate fra il mio popolo; né sono apossente nello scrivere quanto nel parlare, poiché, quando un uomo bparla per il potere dello Spirito Santo, il potere dello Spirito Santo lo porta fino al cuore dei figlioli degli uomini.

  Ma ecco, ve ne sono molti che ainduriscono il cuore contro il Santo Spirito, cosicché non ha posto in loro; pertanto gettano via molte cose che sono scritte e le stimano come cose da nulla.

  Ma io, Nefi, ho scritto quel che ho scritto, e lo stimo di grande avalore, e specialmente per il mio popolo. Poiché bprego continuamente per loro di giorno, e i miei occhi bagnano il mio guanciale di notte, a causa loro; e grido al mio Dio con fede, e so ch'egli udrà il mio grido.

  E so che il Signore Iddio consacrerà le mie preghiere per il beneficio del mio popolo. E le parole che ho scritto in debolezza saranno rese aforti per loro; poiché esse li bpersuadono a fare il bene; fanno loro conoscere i loro padri; e parlano di Gesù, e li persuadono a credere in lui e a perseverare fino alla fine, il che è vita ceterna.

  E aparlano rudemente contro il peccato, secondo la bsemplicità della verità; pertanto nessuno si adirerà per le parole che ho scritto, salvo che sia per lo spirito del diavolo.

  Io esulto nella semplicità; esulto nella verità; esulto nel mio Gesù, poiché egli ha aredento la mia anima dall'inferno.

  Ho acarità per il mio popolo, e grande fede in Cristo perché incontrerò molte anime immacolate al suo seggio del giudizio.

  Ho carità per i aGiudei — dico Giudei, perché intendo coloro da cui venni.

  Ho pure carità per i aGentili. Ma ecco, non posso sperare per nessuno di questi, eccetto per quelli che si briconcilieranno con Cristo, entreranno per cla porta angusta, dcammineranno sullo estretto sentiero che conduce alla vita, e continueranno sul sentiero fino alla fine del giorno di prova.

 10  Ed ora, miei diletti fratelli, e voi pure Giudei, e voi tutte estremità della terra, date ascolto a queste parole e acredete in Cristo; e se non credete in queste parole, credete in Cristo. E se crederete in Cristo, crederete in queste bparole, poiché sono le cparole di Cristo, e lui me le ha date; ed esse dinsegnano a tutti gli uomini che essi devono fare il bene.

 11  E se non sono parole di Cristo, giudicate voi — poiché Cristo vi mostrerà all'ultimo giorno, con apotenza e grande gloria, che esse sono le sue parole; e voi e io staremo faccia a faccia dinanzi alla sua bsbarra; e saprete che mi fu comandato da lui di scrivere queste cose, nonostante la mia debolezza.

 12  E io prego il Padre, in nome di Cristo, che molti di noi, se non tutti, possano essere salvati nel suo aregno in quel grande e ultimo giorno.

 13  Ed ora, miei diletti fratelli, tutti coloro che sono del casato d'Israele, e voi tutte, estremità della terra, io vi parlo come la voce di uno che agrida dalla polvere: Addio, finché verrà quel grande giorno.

 14  E voi, che non sarete partecipi della bontà di Dio, e non obbedirete alle aparole dei Giudei, e nemmeno alle mie bparole, ed alle parole che usciranno dalla bocca dell'Agnello di Dio, ecco, io vi dico addio per sempre, poiché queste parole vi ccondanneranno all'ultimo giorno.

 15  Poiché ciò che io sigillo sulla terra sarà portato contro di voi alla sbarra del agiudizio; poiché così il Signore mi ha comandato, e io devo obbedire. Amen.