TERZO NEFI IL LIBRO DI NEFI IL FIGLIO DI NEFI, CHE ERA IL FIGLIO DI HELAMAN

CAPITOLO 23

Gesù approva le parole di Isaia — Comanda al popolo di studiare i profeti — Le parole di Samuele il Lamanita riguardo alla risurrezione vengono aggiunte ai loro annali. Circa 34 d.C.

  Ed ora, ecco, io vi dico che dovete ascrutare queste cose. Sì, vi do un comandamento di scrutare diligentemente queste cose; poiché grandi sono le parole di bIsaia.

  Poiché sicuramente egli parlò riguardo a tutte le cose concernenti il mio popolo, che è del casato d'Israele; è dunque necessario che egli debba parlare anche ai Gentili.

  E tutte le cose di cui parlò sono avvenute e aavverranno, proprio secondo le parole che egli disse.

  Date dunque ascolto alle mie parole; scrivete le cose che vi ho dette; e secondo il tempo e la volontà del Padre esse perverranno ai Gentili.

  E chiunque darà ascolto alle mie parole e si pentirà e sarà battezzato, costui sarà salvato. Scrutate i aprofeti, poiché ve ne sono molti che attestano queste cose.

  Ed ora avvenne che, quando Gesù ebbe detto queste parole disse loro di nuovo, dopo che ebbe loro spiegato tutte le Scritture che avevano ricevute, disse loro: Ecco, vorrei che scriveste delle altre Scritture, che non avete.

  E avvenne che disse a Nefi: Porta gli annali che avete tenuto.

  E quando Nefi ebbe portato gli annali e li ebbe posti dinanzi a lui, egli vi gettò lo sguardo e disse:

  In verità io vi dico, io comandai al mio servitore aSamuele il Lamanita di attestare a questo popolo che nel giorno in cui il Padre avrebbe glorificato il suo nome in me, vi sarebbero stati bmolti csanti che sarebbero drisuscitati dai morti e sarebbero apparsi a molti e li avrebbero istruiti. E disse loro: Non è stato così?

 10  E i suoi discepoli gli risposero e dissero: Sì, Signore, Samuele profetizzò secondo le tue parole; e si sono tutte adempiute.

 11  E Gesù disse loro: Com'è che non avete scritto questa cosa, che molti santi sono risuscitati, sono apparsi a molti e li hanno istruiti?

 12  E allora Nefi si ricordò che questa cosa non era stata scritta.

 13  E avvenne che Gesù comandò che fosse scritta: fu dunque scritta, così come egli aveva comandato.

 14  Ed ora avvenne che, quando Gesù ebbe aspiegato tutte assieme le Scritture che avevano scritto, comandò loro di insegnare le cose che aveva spiegato loro.