Terzo Nefi

Il Libro di Nefi Il figlio di Nefi, che era il figlio di Helaman

3 Nefi 

Ed Helaman era il figlio di Helaman, che era il figlio di Alma, che era il figlio di Alma, discendente di Nefi, che era il figlio di Lehi, che uscì da Gerusalemme nel primo anno del regno di Sedechia, re di Giuda.
Capitolo 1

Nefi, figlio di Helaman, se ne va dal paese e suo figlio Nefi tiene gli annali—Sebbene abbondino segni e prodigi, i malvagi progettano di uccidere i giusti—Arriva la notte della nascita di Cristo—Viene dato il segno e sorge una nuova stella—Aumentano le menzogne e gli inganni, e i ladroni di Gadianton fanno strage di molti. Circa 1–4 d.C.

Capitolo 2

La malvagità e le abominazioni aumentano tra il popolo—Nefiti e Lamaniti si uniscono per difendersi dai ladroni di Gadianton—I Lamaniti convertiti diventano bianchi e sono chiamati Nefiti. Circa 5–16 d.C.

Capitolo 3

Giddianhi, capo dei Gadianton, pretende che Laconeus e i Nefiti consegnino se stessi e le loro terre—Laconeus nomina Gidgiddoni comandante in capo degli eserciti—I Nefiti si riuniscono a Zarahemla e ad Abbondanza per difendersi. Circa 16–18 d.C.

Capitolo 4

Gli eserciti nefiti sconfiggono i ladroni di Gadianton—Giddianhi viene ucciso e il suo successore Zemnaria viene impiccato—I Nefiti lodano il Signore per le loro vittorie. Circa 19–22 d.C.

Capitolo 5

I Nefiti si pentono e abbandonano i loro peccati—Mormon scrive la storia del suo popolo e proclama loro la parola eterna—Israele sarà raccolta dalla sua lunga dispersione. Circa 22–26 d.C.

Capitolo 6

I Nefiti prosperano—Sorgono orgoglio, opulenza e distinzioni di classe—La chiesa è straziata dai dissidi—Satana conduce il popolo ad aperte ribellioni—Molti profeti gridano al pentimento e sono uccisi—I loro assassini cospirano per impadronirsi del governo. Circa 26–30 d.C.

Capitolo 7

Il giudice supremo è assassinato, il governo è distrutto e il popolo si divide in tribù—Giacobbe, un anticristo, diventa re di una lega di tribù—Nefi predica il pentimento e la fede in Cristo—Degli angeli lo visitano ogni giorno ed egli risuscita suo fratello dai morti—Molti si pentono e sono battezzati. Circa 30–33 d.C.

Capitolo 8

Tempeste, terremoti, incendi, trombe d’aria e sconvolgimenti fisici testimoniano la crocifissione di Cristo—Molte persone vengono annientate—Le tenebre coprono il paese per tre giorni—Coloro che rimangono si lamentano per il loro destino. Circa 33–34 d.C.

Capitolo 9

Nelle tenebre la voce di Cristo annuncia la distruzione di molti popoli e di molte città a causa della loro malvagità—Annuncia anche la sua divinità e dichiara che la legge di Mosè è adempiuta, e invita gli uomini a venire a lui ed essere salvati. Circa 34 d.C.

Capitolo 10

C’è silenzio sulla terra per molte ore—La voce di Cristo promette di raccogliere il suo popolo come una chioccia raccoglie i suoi pulcini—La parte più giusta del popolo è stata preservata. Circa 34–35 d.C.

Gesù Cristo si mostrò al popolo di Nefi mentre la moltitudine era riunita nel paese di Abbondanza, e li istruì; ed in questo modo egli si mostrò a loro.

Comprende i capitoli da 11 a 26 incluso.

Capitolo 11

Il Padre rende testimonianza del suo Figlio beneamato—Cristo appare e proclama la sua espiazione—Il popolo tocca i segni delle sue ferite nelle mani, nei piedi e nel costato—Gridano Osanna—Egli prescrive il modo e la maniera del battesimo—Lo spirito di contesa è del diavolo—La dottrina di Cristo è che gli uomini devono credere, essere battezzati e ricevere lo Spirito Santo. Circa 34 d.C.

Capitolo 12

Gesù chiama e incarica i Dodici—Tiene ai Nefiti un discorso simile al Sermone sul Monte—Enuncia le Beatitudini—I suoi insegnamenti trascendono e prevalgono sulla legge di Mosè—Comanda agli uomini di essere perfetti come lui e il Padre sono perfetti—Confrontare con Matteo 5. Circa 34 d.C.

Capitolo 13

Gesù insegna ai Nefiti la preghiera del Signore—Devono ammassare tesori in cielo—Ai Dodici viene comandato di non darsi pensiero, nel loro ministero, delle cose materiali—Confrontare con Matteo 6. Circa 34 d.C.

Capitolo 14

Gesù comanda: Non giudicate; chiedete a Dio; state attenti ai falsi profeti—Promette la salvezza a coloro che fanno la volontà del Padre—Confrontare con Matteo 7. Circa 34 d.C.

Capitolo 15

Gesù annuncia che la legge di Mosè è adempiuta in lui—I Nefiti sono le altre pecore di cui ha parlato a Gerusalemme—A causa dell’iniquità il popolo del Signore a Gerusalemme non sa delle pecore disperse d’Israele. Circa 34 d.C.

Capitolo 16

Gesù visiterà altre pecore perdute d’Israele—Negli ultimi giorni il Vangelo andrà ai Gentili e poi al casato d’Israele—Il popolo del Signore vedrà coi propri occhi quando egli ricondurrà Sion. Circa 34 d.C.

Capitolo 17

Gesù invita il popolo a meditare sulle sue parole e a pregare per comprenderle—Guarisce i loro ammalati—Prega per il popolo usando un linguaggio che non può essere scritto—Il fuoco circonda i loro piccoli e degli angeli li istruiscono. Circa 34 d.C.

Capitolo 18

Gesù istituisce il sacramento tra i Nefiti—Ad essi è comandato di pregare sempre nel suo nome—Coloro che mangiano il suo corpo e bevono il suo sangue indegnamente sono dannati—Ai discepoli è data autorità di conferire lo Spirito Santo. Circa 34 d.C.

Capitolo 19

I Dodici Discepoli svolgono il loro ministero presso il popolo e pregano per avere lo Spirito Santo—I discepoli vengono battezzati e ricevono lo Spirito Santo e il ministero degli angeli—Gesù prega usando delle parole che non possono essere scritte—Egli dà atto della grandissima fede di questi Nefiti. Circa 34 d.C.

Capitolo 20

Gesù procura pane e vino in modo miracoloso e somministra nuovamente il sacramento al popolo—Il rimanente di Giacobbe arriverà alla conoscenza del Signore loro Dio ed erediterà le Americhe—Gesù è il profeta simile a Mosè e i Nefiti sono figlioli dei profeti—Altri appartenenti al popolo del Signore saranno radunati a Gerusalemme. Circa 34 d.C.

Capitolo 21

Israele sarà riunita quando il Libro di Mormon verrà alla luce—I Gentili saranno stabiliti in America come popolo libero—Saranno salvati se crederanno e obbediranno; altrimenti saranno spazzati via e distrutti—Israele edificherà la Nuova Gerusalemme e le tribù perdute torneranno. Circa 34 d.C.

Capitolo 22

Negli ultimi giorni Sion e i suoi pali saranno istituiti e Israele sarà raccolto in misericordia e in dolcezza—Essi trionferanno—Confrontare con Isaia 54. Circa 34 d.C.

Capitolo 23

Gesù approva le parole di Isaia—Comanda al popolo di studiare i profeti—Le parole di Samuele il Lamanita riguardo alla risurrezione vengono aggiunte ai loro annali. Circa 34 d.C.

Capitolo 24

Il messaggero del Signore preparerà la via per la Seconda Venuta—Cristo siederà in giudizio—A Israele è comandato di pagare le decime e le offerte—Viene tenuto un libro di ricordi—Confrontare con Malachia 3. Circa 34 d.C.

Capitolo 25

Alla Seconda Venuta i superbi e i malvagi saranno bruciati come stoppia—Elia ritornerà prima di quel giorno grande e spaventevole—Confrontare con Malachia 4. Circa 34 d.C.

Capitolo 26

Gesù spiega ogni cosa dal principio alla fine—I fanciulli e i lattanti dicono cose meravigliose, che non possono essere scritte—Nella chiesa di Cristo tutti hanno ogni cosa in comune fra loro. Circa 34 d.C.

Capitolo 27

Gesù comanda loro di chiamare la chiesa con il suo nome—La sua missione e il suo sacrificio espiatorio costituiscono il suo Vangelo—Agli uomini è comandato di pentirsi e di essere battezzati per poter essere santificati dallo Spirito Santo—Essi devono essere proprio come Gesù. Circa 34–35 d.C.

Capitolo 28

Nove dei Dodici desiderano, ed è loro promessa, una eredità nel regno di Cristo quando moriranno—I tre Nefiti desiderano, ed è loro dato, il potere sulla morte, così da rimanere sulla terra fino a che Gesù tornerà—Essi sono traslati e vedono cose che non è lecito esprimere, e stanno ora svolgendo il loro ministero tra gli uomini. Circa 34–35 d.C.

Capitolo 29

La venuta alla luce del Libro di Mormon è un segno che il Signore ha cominciato a radunare Israele e ad adempiere alle sue alleanze—Quelli che respingono le rivelazioni e i doni degli ultimi giorni saranno maledetti. Circa 34–35 d.C.

Capitolo 30

Ai Gentili degli ultimi giorni è comandato di pentirsi, di venire a Cristo e di essere annoverati con il casato d’Israele. Circa 34–35 d.C.