CAPITOLO 13

Gli uomini sono chiamati a essere sommi sacerdoti per la loro grande fede e le loro buone opere — Essi devono insegnare i comandamenti — Tramite la loro rettitudine essi sono santificati ed entrano nel riposo del Signore — Melchisedec era uno di loro — Gli angeli proclamano buone novelle in tutto il paese — Essi riveleranno l'effettiva venuta di Cristo. Circa 82 a.C.

  E di nuovo, fratelli miei, io vorrei portare la vostra mente al tempo in cui il Signore Iddio dette questi comandamenti ai suoi figlioli; e vorrei che vi ricordaste che il Signore Iddio aordinò dei sacerdoti secondo il suo santo ordine, che era secondo l'ordine di suo Figlio, per insegnare queste cose al popolo.

  E questi sacerdoti erano ordinati secondo l'aordine di suo Figlio, di bmodo che il popolo potesse da ciò conoscere in che maniera attendere con ansia suo Figlio per la redenzione.

  E questa è la maniera secondo cui erano ordinati — essendo achiamati e bpreparati fin dalla cfondazione del mondo, secondo la dprescienza di Dio, a causa della loro grandissima fede e delle loro buone opere; essendo in primo luogo lasciati liberi di escegliere il bene o il male; perciò, avendo essi scelto il bene ed esercitando una grandissima ffede, erano gchiamati con una santa chiamata, sì, con quella santa chiamata che era stata preparata con, e in accordo a, una redenzione preparatoria per loro.

  E quindi sono stati achiamati a questa sacra chiamata a causa della loro fede, mentre altri avrebbero rigettato lo Spirito di Dio a causa della durezza del loro cuore e della cecità della loro mente, mentre, se non fosse stato per questo, avrebbero potuto avere un bprivilegio tanto grande quanto quello dei loro fratelli.

  Ossia, prima di tutto essi erano sullo astesso piano dei loro fratelli; così questa santa chiamata è preparata fin dalla fondazione del mondo per coloro che non avrebbero indurito il loro cuore, ed è nell'espiazione del Figlio Unigenito che era stata preparata, e tramite essa.

  E così, essendo chiamati mediante questa santa chiamata e ordinati al sommo sacerdozio del santo ordine di Dio, per insegnare i suoi comandamenti ai figlioli degli uomini, affinché anch'essi potessero entrare nel suo ariposo

  Questo sommo sacerdozio essendo secondo l'ordine di suo Figlio, ordine che esisteva fin dalla fondazione del mondo; o, in altre parole, che è asenza principio di giorni o fine d'anni, essendo preparato dall'eternità a tutta l'eternità, secondo la bsua prescienza di tutte le cose —

  Ora, essi furono aordinati in questa maniera — essendo chiamati con una santa chiamata e ordinati con una santa ordinanza, e prendendo su di sé il sommo sacerdozio del santo ordine; chiamata, ordinanza e sommo sacerdozio che sono senza principio né fine —

  Così essi divengono asommi sacerdoti per sempre, secondo l'ordine del Figlio, l'Unigenito del Padre, che è senza principio di giorni o fine d'anni, che è pieno di bgrazia, di equità e di verità. E così è. Amen.

 10  Ora, come io dissi riguardo al santo ordine, ossia a questo asommo sacerdozio, ve ne furono molti che furono ordinati e divennero sommi sacerdoti di Dio; e fu a motivo della loro grandissima fede e del loro bpentimento, e della loro rettitudine dinanzi a Dio, avendo essi scelto di pentirsi e di praticare la rettitudine piuttosto che perire;

 11  Perciò furono chiamati secondo questo santo ordine, e furono asantificati, e le loro bvesti furono lavate e rese bianche tramite il sangue dell'Agnello.

 12  Ora essi, dopo essere stati asantificati dallo bSpirito Santo, ed essendo state rese bianche le loro vesti, essendo cpuri e immacolati dinanzi a Dio, non potevano considerare il dpeccato se non con eripugnanza; e ve ne furono molti, moltissimi, che furono purificati ed entrarono nel riposo del Signore loro Iddio.

 13  Ed ora, fratelli miei, vorrei che vi umiliaste dinanzi a Dio e che produceste afrutti adatti al pentimento, affinché possiate anche voi entrare in quel riposo.

 14  Sì, umiliatevi, come il popolo al tempo di aMelchisedec, che era anche lui un sommo sacerdote secondo questo stesso ordine di cui ho parlato, e che prese anche lui su di sé il santo sacerdozio, per sempre.

 15  Ed era lo stesso Melchisedec a cui aAbrahamo pagò le bdecime, sì, proprio nostro padre Abrahamo pagò, come decima, la decima parte di tutto ciò che possedeva.

 16  Ora, queste aordinanze furono date per questa ragione, affinché in tal modo il popolo potesse volgere il pensiero al Figlio di Dio, essendo un bmodello del suo ordine, ovvero essendo il suo ordine, e ciò affinché potessero attenderlo con ansia per la remissione dei loro peccati, per poter entrare nel riposo del Signore.

 17  Ora, questo Melchisedec era re del paese di Salem; e il suo popolo era cresciuto grandemente nell'iniquità e nell'abominazione; sì, si erano tutti sviati; erano pieni di ogni sorta di malvagità;

 18  Ma Melchisedec, avendo esercitato una grande fede e avendo ricevuto l'ufficio del sommo sacerdozio secondo il asanto ordine di Dio, predicò il pentimento al suo popolo. Ed ecco, essi si pentirono; e Melchisedec stabilì la pace nel suo paese ai suoi giorni; perciò fu chiamato principe della pace, poiché era il re di Salem; ed egli regnò sotto suo padre.

 19  Ora, ve ne furono amolti prima di lui, e ve ne furono molti anche dopo, ma bnessuno fu più grande; perciò si è fatto più particolarmente menzione di lui.

 20  Ora, non ho bisogno di ripetere queste cose; ciò che ho detto può bastare. Ecco, le aScritture sono dinanzi a voi; se le volete bdistorcere, sarà a vostra distruzione.

 21  Ed ora avvenne che, quando Alma ebbe detto loro queste parole, stese la mano verso di loro e gridò con voce possente, dicendo: Ora è il momento di apentirsi, poiché il giorno della salvezza si avvicina;

 22  Sì, e la voce del Signore lo proclama a tutte le nazioni per abocca degli angeli; sì, lo proclama affinché possano avere buone novelle di grande gioia; sì, ed egli fa risuonare queste buone novelle fra tutto il suo popolo, sì, anche a quelli che sono dispersi sulla faccia della terra; pertanto sono giunte fino a noi.

 23  E ci sono rese note in atermini semplici, affinché possiamo comprendere, cosicché non possiamo errare; e ciò perché bsiamo erranti in un paese straniero; perciò siamo in tal modo altamente favoriti, poiché queste liete novelle ci sono proclamate in ogni parte della nostra vigna.

 24  Poiché ecco, degli aangeli le stanno proclamando a molti in questo momento nel nostro paese; e ciò è allo scopo di preparare il cuore dei figlioli degli uomini a ricevere la sua parola al tempo della sua venuta nella sua gloria.

 25  Ed ora noi attendiamo soltanto di udire la gioiosa novella della sua venuta proclamataci dalla bocca degli angeli; poiché il tempo verrà, anon sappiamo quanto presto. Voglia Dio che possa essere ai miei giorni; ma che sia prima o poi, io ne gioirò.

 26  Ed essa sarà resa nota a auomini giusti e santi dalla bocca degli angeli, al tempo della sua venuta, affinché le parole dei nostri padri possano essere adempiute, secondo quanto essi hanno detto a suo riguardo, che era secondo lo spirito di profezia che era in loro.

 27  Ed ora, fratelli miei, io adesidero dal più profondo del mio cuore, sì, con grande ansietà, fino a soffrire, che diate ascolto alle mie parole, che rigettiate i vostri peccati e che non procrastiniate il giorno del vostro pentimento;

 28  Ma che vi umiliate dinanzi al Signore, e che invochiate il suo santo nome, e che avegliate e preghiate continuamente, per non essere btentati più di quanto potete sopportare, ed essere così guidati dal Santo Spirito, diventando umili, cmiti, sottomessi, pazienti, pieni di amore e di ogni longanimità;

 29  aAvendo fede nel Signore; avendo la speranza di ricevere la vita eterna; avendo sempre nel vostro cuore l'bamore di Dio, per poter essere innalzati all'ultimo giorno ed entrare nel suo criposo.

 30  E possa il Signore accordarvi il pentimento, affinché non attiriate su di voi la sua ira, affinché non siate incatenati dalle catene dell'ainferno, affinché non abbiate a subire la seconda bmorte.

 31  E Alma disse al popolo molte altre parole, che non sono scritte in questo libro.