Libro di Alma Figlio di Alma

Capitolo 6

La chiesa a Zarahemla è purificata e messa in ordine — Alma va a predicare a Gedeone. Circa 83 a.C.

1 Ed ora avvenne che, dopo che Alma ebbe terminato di parlare al popolo della chiesa che era stata stabilita nella città di Zarahemla, aordinò dei sacerdoti e degli banziani, imponendo loro le cmani secondo l’ordine di Dio, per presiedere e dvegliare sulla chiesa.

2 E avvenne che chiunque non apparteneva alla chiesa e si pentiva dei suoi peccati, era abattezzato al pentimento ed era accolto nella chiesa.

3 E avvenne anche che chiunque apparteneva alla chiesa e non si apentiva della sua malvagità e non si umiliava dinanzi a Dio — voglio dire coloro che si erano elevati nell’borgoglio del loro cuore — era rigettato, e il suo nome era cancellato, cosicché il suo nome non era cannoverato fra quelli dei giusti.

4 E così cominciarono a stabilire l’ordine della chiesa nella città di Zarahemla.

5 Ora, vorrei che comprendeste che la parola di Dio era disponibile a tutti, e che nessuno era privato del privilegio di riunirsi per udire la parola di Dio.

6 Nondimeno ai figli di Dio era comandato di radunarsi spesso e di unirsi nel adigiuno e in possente preghiera in favore del benessere delle anime di coloro che non conoscevano Dio.

7 Ed ora avvenne che quando Alma ebbe attuato queste regole, se ne andò da loro, sì, dalla chiesa che era nella città di Zarahemla, e si spostò a oriente del fiume Sidon nella avalle di Gedeone, dove era stata costruita una città che era chiamata la città di Gedeone; ed era nella valle che era chiamata Gedeone, essendo chiamata col nome dell’uomo che era stato bucciso con la spada per mano di Nehor.

8 Ed Alma andò e cominciò a proclamare la parola di Dio alla chiesa che era stata fondata nella valle di Gedeone, secondo la rivelazione della verità della parola che era stata detta dai suoi padri, e secondo lo spirito di profezia che era in lui, secondo la atestimonianza di Gesù Cristo, il Figlio di Dio, che sarebbe venuto a redimere il suo popolo dai suoi peccati, e il santo ordine mediante il quale era stato chiamato. E così è scritto. Amen.