Il Libro di Mormon

Racconto scritto su tavole per mano di Mormon tratto dalle tavole di Nefi

 Si tratta dunque di un compendio degli annali del popolo di Nefi, ed anche dei Lamaniti—Scritto ai Lamaniti, che sono un residuo del casato di Israele, come pure ai Giudei e ai Gentili—Scritto per comandamento, ed anche per spirito di profezia e di rivelazione—Scritto, sigillato e nascosto per il Signore affinché non venisse distrutto—Per venire alla luce per dono e potere di Dio per essere interpretato—Sigillato per mano di Moroni e nascosto per il Signore, per venire alla luce a tempo debito per mezzo dei Gentili—La sua interpretazione per dono di Dio.

 Inoltre un compendio tratto dal Libro di Ether, che è la storia del popolo di Giared, che fu disperso al tempo in cui il Signore confuse la lingua del popolo, mentre costruiva una torre per arrivare al cielo—Che è per mostrare al rimanente del casato di Israele quali grandi cose il Signore ha fatto per i loro padri, e perché possano conoscere le alleanze del Signore, e che non sono rigettati per sempre—Ed anche per convincere i Giudei e i Gentili che Gesù è il Cristo, l'Eterno Iddio, che si manifesta a tutte le nazioni—Ed ora, se vi sono degli errori, sono gli errori degli uomini; perciò non condannate le cose di Dio, affinché siate trovati senza macchia dinanzi al seggio del giudizio di Cristo.

 Traduzione originale in inglese
di Joseph Smith junior dalle tavole

 Prima edizione inglese pubblicata
a Palmyra, New York, USA, nel 1830