CAPITOLO 15

Il Signore ha castigato i Nefiti perché li amava — I Lamaniti convertiti sono fermi e costanti nella fede — Negli ultimi giorni il Signore sarà misericordioso verso i Lamaniti. Circa 6 a.C.

  Ed ora, miei diletti fratelli, ecco, io vi proclamo che a meno che non vi pentiate le vostre case vi saranno lasciate adesolate.

  Sì, a meno che non vi pentiate, le vostre donne avranno gran motivo di far cordoglio nel giorno in cui allatteranno; poiché tenterete di fuggire e non vi sarà alcun luogo di rifugio; sì, e guai a quelle che saranno agravide, poiché saranno pesanti e non potranno fuggire, perciò verranno calpestate e lasciate perire.

  Sì, guai a questo popolo che è chiamato il popolo di Nefi, a meno che non si penta, quando vedrà tutti questi segni e prodigi che gli saranno mostrati; poiché ecco, è stato un popolo eletto dal Signore; sì, egli ha amato il popolo di Nefi e lo ha anche acastigato; sì, nei giorni della sua iniquità egli lo ha castigato, perché lo ama.

  Ma ecco, fratelli miei, egli ha odiato i Lamaniti perché le loro azioni sono state continuamente malvagie, e ciò a causa dell'iniquità delle atradizioni dei loro padri. Ma ecco, la salvezza è pervenuta loro tramite la predicazione dei Nefiti; e a questo scopo il Signore ha bprolungato i loro giorni.

  E vorrei che vedeste che la amaggior parte di loro è sulla via del dovere e cammina con accortezza dinanzi a Dio, e sta attenta a rispettare i suoi comandamenti, i suoi statuti e i suoi giudizi secondo la legge di Mosè.

  Sì, io vi dico che la maggior parte di loro sta facendo questo, e si sforza con instancabile diligenza di portare il rimanente dei loro fratelli alla conoscenza della verità; ve ne sono dunque molti che vengono ad aggiungersi al loro numero ogni giorno.

  Ed ecco, lo sapete voi stessi, poiché siete stati testimoni, che tutti coloro che sono portati alla conoscenza della verità e a conoscere le malvagie e abominevoli tradizioni dei loro padri, e sono condotti a credere nelle Sacre Scritture, sì, nelle profezie dei santi profeti, che sono scritte, il che li conduce alla fede nel Signore e al pentimento, fede e pentimento che portano a un amutamento del loro cuore —

  Tutti coloro, dunque, che sono giunti a questo, voi stessi sapete che sono afermi e costanti nella fede, e nelle cose con cui sono stati resi liberi.

  E sapete pure ch'essi hanno aseppellito le loro armi da guerra, e temono di riprenderle, per timore di peccare in qualche modo; sì, potete vedere che essi temono di peccare, poiché ecco, si lascerebbero calpestare ed uccidere dai loro nemici, e non alzerebbero la spada contro di loro, e ciò a motivo della loro fede in Cristo.

 10  Ed ora, a motivo della loro costanza quando credono in ciò in cui credono, a motivo della loro fermezza una volta che sono stati illuminati, ecco, il Signore li benedirà e prolungherà i loro giorni, nonostante la loro iniquità.

 11  Sì, anche se dovessero degenerare nell'incredulità, il Signore aprolungherà i loro giorni fino a che venga il tempo di cui hanno parlato i nostri padri, ed anche il profeta bZenos e molti altri profeti, cper riportare di nuovo i nostri fratelli, i Lamaniti, alla conoscenza della verità.

 12  Sì, vi dico che negli ultimi tempi le apromesse del Signore sono state estese ai nostri fratelli, i Lamaniti; e nonostante le molte afflizioni che essi avranno, e anche se saranno bscacciati qua e là sulla faccia della terra e sarà loro data la caccia, e saranno dispersi, senza avere un luogo di rifugio, il Signore sarà loro cmisericordioso.

 13  E ciò è secondo la profezia ch'essi saranno di nuovo aportati alla vera conoscenza, che è la conoscenza del loro Redentore e del loro grande e vero bPastore, e saranno annoverati fra le sue pecore.

 14  Perciò vi dico che sarà ameglio per loro che per voi, a meno che non vi pentiate.

 15  Poiché ecco, ase le opere potenti che vi sono state mostrate fossero state mostrate a loro, sì, a loro che son degenerati nell'incredulità a causa delle tradizioni dei loro padri, potete vedere da voi stessi che non sarebbero mai degenerati di nuovo nell'incredulità.

 16  Dice dunque il Signore: Non li distruggerò completamente, ma farò sì che nel giorno della mia saggezza essi ritornino di nuovo a me, dice il Signore.

 17  Ed ora ecco, dice il Signore, riguardo al popolo dei Nefiti: Se non vogliono pentirsi e prestare attenzione a fare la mia volontà, io li adistruggerò completamente, dice il Signore, a causa della loro incredulità, malgrado le molte opere potenti che ho compiuto tra loro; e così, certamente come il Signore vive, queste cose si compiranno, dice il Signore.