Il Libro di Helaman

Helaman 

Racconto sui Nefiti. Le loro guerre, e contese e dissensi. Ed anche le profezie di molti santi profeti, prima della venuta di Cristo, secondo gli annali di Helaman, ch’era figlio di Helaman, e anche secondo gli annali dei suoi figli, fino alla venuta di Cristo. Anche molti dei Lamaniti sono convertiti. Racconto della loro conversione. Racconto della rettitudine dei Lamaniti e della malvagità e delle abominazioni dei Nefiti, secondo la storia di Helaman e dei suoi figli, fino alla venuta di Cristo, che è chiamato Libro di Helaman.
Capitolo 1

Pahoran Secondo diventa giudice supremo ed è ucciso da Kishcumen—Pacumeni occupa il seggio del giudizio—Coriantumr conduce gli eserciti lamaniti, prende Zarahemla e uccide Pacumeni—Moroniha sconfigge i Lamaniti e riprende Zarahemla, e Coriantumr viene ucciso. Circa 52–50 a.C.

Capitolo 2

Helaman figlio di Helaman diviene giudice supremo—Gadianton guida la banda di Kishcumen—Il servo di Helaman uccide Kishcumen, e la banda di Gadianton fugge nel deserto. Circa 50–49 a.C.

Capitolo 3

Molti Nefiti emigrano nel paese a settentrione—Costruiscono case di cemento e tengono molti annali—Decine di migliaia sono convertiti e sono battezzati—La parola di Dio conduce gli uomini alla salvezza—Nefi, il figlio di Helaman, occupa il seggio del giudizio. Circa 49–39 a.C.

Capitolo 4

I dissidenti nefiti e i Lamaniti uniscono le forze e prendono il paese di Zarahemla—Le sconfitte dei Nefiti sono causate dalla loro malvagità—La chiesa declina e il popolo diventa debole come i Lamaniti. Circa 38–30 a.C.

Capitolo 5

Nefi e Lehi si dedicano alla predicazione—I loro nomi li invitano a modellare la loro vita alla maniera dei loro antenati—Cristo redime coloro che si pentono—Nefi e Lehi fanno molti convertiti, vengono imprigionati e il fuoco li circonda—Una nube di tenebra copre trecento persone—La terra trema e una voce comanda agli uomini di pentirsi—Nefi e Lehi conversano con gli angeli e la moltitudine è circondata dal fuoco. Circa 30 a.C.

Capitolo 6

I Lamaniti giusti predicano ai Nefiti malvagi—Entrambi i popoli prosperano durante un’era di pace e di abbondanza—Lucifero, l’autore del peccato, aizza il cuore dei malvagi e dei ladroni di Gadianton negli omicidii e nelle malvagità—I ladroni assumono il governo nefita. Circa 29–23 a.C.

Profezia Di Nefi, Figlio Di Helaman—Dio minaccia il popolo di Nefi di visitarlo nella sua ira, fino a distruggerli completamente, salvo che si pentano della loro malvagità. Dio colpisce il popolo di Nefi con la pestilenza; essi si pentono e si volgono a lui. Samuele, un Lamanita, profetizza ai Nefiti.

Comprende i capitoli dal 7 al 16 incluso.

Capitolo 7

Nel settentrione Nefi viene respinto e torna a Zarahemla—Prega sulla torre del suo giardino e poi chiama il popolo a pentirsi o a perire. Circa 23–21 a.C.

Capitolo 8

Dei giudici corrotti cercano di incitare il popolo contro Nefi—Abrahamo, Mosè, Zenos, Zenoc, Ezias, Isaia, Geremia, Lehi e Nefi attestarono tutti di Cristo—Nefi annuncia per ispirazione l’omicidio del giudice supremo. Circa 23–21 a.C.

Capitolo 9

Dei messaggeri trovano il giudice supremo morto al seggio del giudizio—Sono imprigionati e poi rilasciati—Per ispirazione Nefi identifica Seantum come l’omicida—Nefi è accettato da alcuni come profeta. Circa 23–21 a.C.

Capitolo 10

Il Signore dà a Nefi il potere di suggellamento—Gli è conferito il potere di legare e sciogliere sulla terra e in cielo—Egli comanda al popolo di pentirsi o perirà—Lo Spirito lo porta da una moltitudine all’altra. Circa 21–20 a.C.

Capitolo 11

Nefi persuade il Signore a sostituire la loro guerra con una carestia—Molte persone muoiono—Essi si pentono e Nefi insiste presso il Signore per avere la pioggia—Nefi e Lehi ricevono molte rivelazioni—I ladroni di Gadianton si rafforzano nel paese. Circa 20–6 a.C.

Capitolo 12

Gli uomini sono instabili, stolti e pronti a fare il male—Il Signore castiga il suo popolo—La nullità degli uomini paragonata al potere di Dio—Nel giorno del giudizio gli uomini otterranno la vita eterna o l’eterna dannazione. Circa 6 a.C.

Profezia di Samuele il Lamanita ai Nefiti.

Comprende i capitoli dal 13 al 15 incluso.

Capitolo 13

Samuele il Lamanita profetizza la distruzione dei Nefiti, a meno che non si pentano—Essi e le loro ricchezze sono maledetti—Essi respingono e lapidano i profeti, sono circondati da demoni e cercano la felicità nel commettere l’iniquità. Circa 6 a.C.

Capitolo 14

Samuele predice luce durante la notte e una nuova stella alla nascita di Cristo—Cristo redime gli uomini dalla morte temporale e da quella spirituale—I segni della sua morte includono tre giorni di tenebre, il fendersi delle rocce e grandi sconvolgimenti della natura. Circa 6 a.C.

Capitolo 15

Il Signore ha castigato i Nefiti perché li amava—I Lamaniti convertiti sono fermi e costanti nella fede—Negli ultimi giorni il Signore sarà misericordioso verso i Lamaniti. Circa 6 a.C.

Capitolo 16

I Nefiti che credono a Samuele sono battezzati da Nefi—Samuele non può essere ucciso con le frecce e le pietre dei Nefiti impenitenti—Alcuni induriscono i loro cuori e altri vedono degli angeli—Gli increduli dicono che è irragionevole credere in Cristo e nella sua venuta in Gerusalemme. Circa 6–1 a.C.