CAPITOLO 1

Ammaron istruisce Mormon riguardo ai sacri annali — Inizia la guerra fra i Nefiti e i Lamaniti — I tre Nefiti vengono portati via — Prevalgono la malvagità, l'incredulità, i sortilegi e le stregonerie. Circa 321–326 d.C.

  Ed ora io, aMormon, faccio una bstoria delle cose che ho sia visto che udito, e la chiamo il Libro di Mormon.

  E circa al tempo in cui aAmmaron nascose gli annali per il Signore, egli venne da me (e io avevo circa dieci anni e cominciavo ad essere un po' bistruito, alla maniera della cultura del mio popolo), ed Ammaron mi disse: Mi accorgo che sei un fanciullo giudizioso e che sei pronto ad osservare;

  Perciò, quando avrai circa ventiquattro anni, vorrei che tu ricordassi le cose che hai osservato riguardo a questo popolo; e quando avrai quell'età vai nel paese di Antum, su una collina che sarà chiamata aShim; e là ho depositato per il Signore tutte le sacre incisioni in merito a questo popolo.

  Ed ecco, prenderai con te le atavole di Nefi, ma lascerai il resto nel luogo dove sono; e inciderai sulle tavole di Nefi tutte le cose che hai osservato in merito a questo popolo.

  E io, Mormon, che sono discendente di aNefi (e il nome di mio padre era Mormon), mi rammentai le cose che Ammaron mi aveva comandato.

  E avvenne che all'età di undici anni fui portato da mio padre nel paese a meridione, ossia, al paese di Zarahemla.

  Tutta la faccia del paese era diventata coperta di edifici, e il popolo era quasi numeroso quanto la rena del mare.

  E avvenne che in quell'anno cominciò ad esservi una guerra fra Nefiti che consistevano dei Nefiti, e dei Giacobiti, e dei Giuseppiti e degli Zoramiti, e questa guerra fu tra i Nefiti, e i Lamaniti e i Lemueliti e gli Ismaeliti.

  Ora, i Lamaniti, e i Lemueliti e gli Ismaeliti erano chiamati Lamaniti, e le due parti erano Nefiti e Lamaniti.

 10  E avvenne che la guerra cominciò a esservi tra loro sui confini di Zarahemla, presso le acque di Sidon.

 11  E avvenne che i Nefiti avevano radunato un gran numero d'uomini, sì, sino a superare il numero di trentamila. E avvenne che in quello stesso anno ebbero numerose battaglie, nelle quali i Nefiti batterono i Lamaniti e ne uccisero molti.

 12  E avvenne che i Lamaniti rinunciarono al loro progetto e la pace fu stabilita nel paese; e la pace rimase per lo spazio di circa quattro anni, cosicché non vi fu spargimento di sangue.

 13  Ma la malvagità prevaleva su tutta la faccia del paese, tanto che il Signore portò via i suoi adiscepoli diletti, e le opere miracolose e le guarigioni cessarono a causa dell'iniquità del popolo.

 14  E non vi erano adoni del Signore, e lo bSpirito Santo non veniva su nessuno a causa della loro malvagità e cincredulità.

 15  E io, che avevo quindici anni ed ero dotato di una mente piuttosto giudiziosa, fui dunque visitato dal Signore e gustai e conobbi la bontà di Gesù.

 16  E mi sforzai di predicare a questo popolo, ma la bocca mi fu chiusa e mi fu proibito di predicare loro; poiché ecco, essi si erano volontariamente aribellati contro il loro Dio; e i discepoli diletti erano stati btolti dal paese a causa della loro iniquità.

 17  Ma io rimasi tra loro, però mi fu vietato di predicar loro, a causa della durezza dei loro cuori; e, per la durezza dei loro cuori, il paese fu amaledetto per cagion loro.

 18  E quei ladroni di Gadianton che erano fra i Lamaniti infestavano il paese, tanto che i suoi abitanti cominciarono a nascondere i loro atesori sotto terra; ed essi diventarono imprendibili perché il Signore aveva maledetto il paese, cosicché non poterono più custodirli, né ricuperarli.

 19  E avvenne che c'erano sortilegi, e stregonerie e magie; e il potere del maligno veniva esercitato su tutta la faccia del paese, fino all'adempimento di tutte le parole di Abinadi ed anche di Samuele il Lamanita.