SEZIONE 20

Rivelazione sull'organizzazione e sul governo della Chiesa data tramite Joseph Smith, il Profeta, nell'aprile del 1830 (History of the Church, 1:64–70). Prima di trascrivere questa rivelazione il Profeta scrisse: «Ottenemmo da lui [Gesù Cristo] quanto segue mediante lo spirito di profezia e di rivelazione; il che non solo ci dette molte informazioni, ma ci indicò anche il giorno preciso in cui, secondo la Sua volontà e il Suo comandamento, avremmo dovuto procedere a organizzare ancora una volta la Sua chiesa sulla terra» (History of the Church, 1:64).

1–16: il Libro di Mormon è una prova della divinità dell'opera degli ultimi giorni; 17–28: vengono affermate le dottrine della creazione, della caduta, dell'espiazione e del battesimo; 29–37: vengono esposte le leggi che governano il pentimento, la giustificazione, la santificazione e il battesimo; 38–67: vengono riassunti i doveri degli anziani, dei sacerdoti, degli insegnanti e dei diaconi; 68–74: vengono rivelati i doveri dei membri, la benedizione dei bambini e le modalità del battesimo; 75–84: vengono date le preghiere sacramentali e le regole che governano l'appartenenza alla Chiesa.

  Il asorgere della bchiesa di Cristo in questi ultimi giorni, milleottocentotrenta anni dalla venuta del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo nella carne, essendo regolarmente corganizzata e stabilita in conformità con le leggi del nostro paese, secondo la volontà e i comandamenti di Dio, nel quarto mese e nel sesto giorno del mese che è chiamato aprile —

  Comandamenti che furono dati a Joseph Smith jun., che fu achiamato da Dio e ordinato bapostolo di Gesù Cristo per essere il primo canziano di questa chiesa;

  E ad Oliver Cowdery, che fu pure chiamato da Dio apostolo di Gesù Cristo, per essere il secondo anziano di questa chiesa, e ordinato sotto la sua mano;

  E ciò secondo la grazia del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo, al quale sia tutta la gloria, sia ora e per sempre. Amen.

  Dopo che fu realmente manifestato a questo primo anziano che aveva ricevuto la remissione dei suoi peccati, egli si lasciò di nuovo aprendere dalle vanità del mondo;

  Ma dopo essersi pentito e umiliato sinceramente, mediante la fede, Dio gli mandò un santo aangelo per istruirlo, il cui baspetto era come il lampo e le cui vesti erano pure e bianche oltre ogni altro candore;

  E gli diede dei comandamenti che lo ispirarono;

  E gli diede potere dall'alto, con i amezzi che erano stati preparati in precedenza, per tradurre il Libro di Mormon;

  Che contiene la storia di un popolo decaduto e la apienezza del bVangelo di Gesù Cristo ai Gentili ed anche ai Giudei;

 10  Che fu dato per ispirazione, ed è confermato ad aaltri mediante il ministero degli angeli ed è da essi bproclamato al mondo —

 11  Dando prova al mondo che le sacre scritture sono avere e che Dio bispira gli uomini e li chiama alla sua csanta opera in quest'epoca e in questa generazione, così come nelle generazioni antiche;

 12  Dimostrando con questo che Egli è lo astesso Dio ieri, oggi e in eterno. Amen.

 13  Avendo dunque così grandi testimonianze, il mondo sarà giudicato da esse, sì, tutti coloro che d'ora innanzi verranno a conoscenza di quest'opera.

 14  E coloro che la accolgono con fede e fanno opere di agiustizia, riceveranno una bcorona di vita eterna;

 15  Ma per coloro che induriscono il cuore anell'incredulità e la respingono, essa si volgerà a loro propria condanna —

 16  Poiché il Signore Iddio lo ha detto; e noi, anziani della chiesa, abbiamo udito e portiamo testimonianza delle parole della gloriosa Maestà in eccelso, a cui sia la gloria per sempre e in eterno. Amen.

 17  Da queste cose asappiamo che c'è un bDio in cielo, che è infinito ed eterno, d'eternità in eternità lo stesso immutabile Dio, che ha formato il cielo e la terra e tutte le cose che sono in essi;

 18  E che egli acreò l'uomo, maschio e femmina, e li creò secondo la sua bimmagine ed a sua somiglianza;

 19  E diede loro dei comandamenti, che essi aamassero e bservissero lui, il solo Dio vero e vivente, e che Egli fosse il solo essere che dovevano cadorare.

 20  Ma per la trasgressione di queste sante leggi l'uomo divenne asensuale e bdiabolico, e divenne uomo cdecaduto.

 21  Pertanto, l'Onnipotente Iddio dette il suo Figlio aUnigenito, come è scritto in quelle scritture che sono state date di lui.

 22  Egli soffrì le atentazioni, ma non vi prestò attenzione.

 23  Fu acrocifisso, morì e brisuscitò il terzo giorno;

 24  E aascese in cielo, per sedere alla destra del bPadre, per regnare con potere onnipotente secondo la volontà del Padre;

 25  Affinché tutti coloro che avessero acreduto e fossero stati battezzati nel suo santo nome e avessero bperseverato nella fede fino alla fine, fossero salvati —

 26  Non solo coloro che credettero dopo che Egli venne nella carne nel ameridiano dei tempi, ma tutti quanti, fin dal principio, sì, tutti coloro che vissero prima che Egli venisse e che credettero nelle parole dei bsanti profeti, i quali parlavano come erano ispirati dal cdono dello Spirito Santo, e che in verità dattestarono di lui in ogni cosa, avessero vita eterna.

 27  Come pure quelli che sarebbero venuti dopo, che avrebbero creduto nei adoni e nella chiamata di Dio tramite lo Spirito Santo, che bporta testimonianza del Padre e del Figlio;

 28  Padre, Figlio e Spirito Santo che sono aun solo Dio, infinito ed eterno, senza fine. Amen.

 29  E noi sappiamo che tutti gli uomini devono apentirsi e credere nel nome di Gesù Cristo, e adorare il Padre in nome suo e perseverare nella bfede nel suo nome fino alla fine, altrimenti non possono essere csalvati nel regno di Dio.

 30  E noi sappiamo che la agiustificazione tramite la bgrazia del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo è giusta e vera;

 31  E sappiamo pure che la asantificazione tramite la grazia del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo è giusta e vera per tutti coloro che amano e servono Dio con tutta la loro bfacoltà, mente e forza.

 32  Ma c'è la possibilità che l'uomo possa adecadere dalla grazia e allontanarsi dal Dio vivente;

 33  Perciò che la chiesa faccia attenzione e preghi sempre, per timore di cadere in atentazione;

 34  Sì, e anche coloro che sono santificati facciano attenzione.

 35  E noi sappiamo che queste cose sono vere e conformi alle rivelazioni di Giovanni, senza aaggiungere né togliere dalla profezia del suo libro, le sacre bscritture, o le rivelazioni di Dio che verranno in seguito mediante il dono e il potere dello Spirito Santo, cla voce di Dio, o il ministero degli angeli.

 36  E il Signore Iddio lo ha detto; e onore, potere e gloria siano resi al suo santo nome, sia ora che sempre. Amen.

 37  E ancora, per via di comandamento alla chiesa, riguardo alla modalità del battesimo. — Tutti coloro che si umiliano dinanzi a Dio e desiderano essere abattezzati, e vengono innanzi con il cuore bspezzato e lo spirito contrito, e testimoniano dinanzi alla chiesa che si sono veramente pentiti di tutti i loro peccati, e sono disposti a prendere su di sé il cnome di Gesù Cristo e sono ddeterminati a servirlo fino alla fine, e manifestano veramente con le loro eopere di aver ricevuto lo Spirito di Cristo per la fremissione dei loro peccati, saranno ricevuti nella sua chiesa mediante il battesimo.

 38  Doveri degli anziani, dei sacerdoti, degli insegnanti, dei diaconi e dei membri della chiesa di Cristo. Un aapostolo è un anziano e la sua chiamata è bbattezzare;

 39  E di aordinare altri anziani, sacerdoti, insegnanti e diaconi;

 40  E di aamministrare il pane e il vino — gli emblemi della carne e del sangue di Cristo —

 41  E di aconfermare coloro che sono battezzati nella chiesa, mediante l'imposizione delle bmani per il battesimo del fuoco e dello cSpirito Santo, secondo le scritture;

 42  E di insegnare, esporre, esortare, battezzare e vegliare sulla chiesa;

 43  E di confermare la chiesa mediante l'imposizione delle mani e il conferimento dello Spirito Santo;

 44  E di assumere la conduzione di tutte le riunioni.

 45  Gli anziani devono adirigere le riunioni come sono guidati dallo Spirito Santo, secondo i comandamenti e le rivelazioni di Dio.

 46  Il dovere del asacerdote è di predicare, binsegnare, esporre, esortare e battezzare, e di amministrare il sacramento.

 47  E di visitare la casa di ogni membro e di esortarli a apregare con la bvoce e in segreto e ad occuparsi di tutti i doveri cfamiliari.

 48  Ed egli può anche aordinare altri sacerdoti, insegnanti e diaconi.

 49  E deve assumere la conduzione delle riunioni quando non vi è nessun anziano presente;

 50  Ma quando c'è un anziano presente, egli deve solo predicare, insegnare, esporre, esortare e battezzare,

 51  E visitare la dimora di ogni membro, esortandoli a pregare con la voce e in segreto e ad occuparsi di tutti i doveri familiari.

 52  In tutti questi doveri il sacerdote deve acoadiuvare l'anziano, se le circostanze lo richiedono.

 53  Il dovere adell'insegnante è di bvegliare sempre sulla chiesa, di stare con i membri e di fortificarli;

 54  E di assicurarsi che non vi siano iniquità nella chiesa, né adurezza reciproca, né bmenzogne, calunnie, o maldicenze;

 55  E di assicurarsi che la chiesa si riunisca spesso, e che tutti i membri facciano il loro dovere.

 56  Ed egli deve assumere la conduzione delle riunioni in assenza dell'anziano o del sacerdote;

 57  E deve essere sempre coadiuvato dai adiaconi, in tutti i suoi doveri nella chiesa, se le circostanze lo richiedono.

 58  Ma né gli insegnanti né i diaconi hanno autorità di battezzare, di amministrare il sacramento o di imporre le mani;

 59  Essi devono tuttavia ammonire, esporre, esortare, insegnare e invitare tutti a venire a Cristo.

 60  Ogni aanziano, sacerdote, insegnante o diacono deve essere ordinato secondo i doni e la bchiamata datigli da Dio; e deve essere ordinato mediante il potere dello Spirito Santo che è in colui che lo ordina.

 61  I vari anziani che compongono questa chiesa di Cristo devono riunirsi in conferenza una volta ogni tre mesi, o di quando in quando, come decideranno o stabiliranno dette conferenze;

 62  E in tali conferenze si deve sbrigare qualunque affare della chiesa che sia necessario fare al momento.

 63  Gli anziani devono ricevere la loro licenza da altri anziani, mediante il avoto della chiesa alla quale essi appartengono, oppure dalle conferenze.

 64  Ogni sacerdote, insegnante o diacono che è ordinato da un sacerdote può ricevere da lui un acertificato, al momento dell'ordinazione, il quale certificato, se presentato ad un anziano, gli darà diritto a una licenza che lo autorizzerà a svolgere i doveri della sua chiamata, oppure può ottenerla da una conferenza.

 65  Nessuna persona deve essere aordinata ad un qualsiasi ufficio in questa chiesa, dove c'è una ramo regolarmente organizzato, senza il bvoto di quella chiesa;

 66  Ma gli anziani presiedenti, i vescovi viaggianti, i sommi consiglieri, i sommi sacerdoti e gli anziani possono avere il privilegio di ordinare là dove non esiste alcun ramo della chiesa a cui si possa chiedere il voto.

 67  Ogni presidente del sommo sacerdozio (o anziano presiedente), avescovo, sommo consigliere e bsommo sacerdote deve essere ordinato su disposizione di un csommo consiglio o di una conferenza generale.

 68  Il adovere dei membri, dopo essere stati ricevuti mediante il battesimo. — Gli anziani o i sacerdoti devono avere tempo sufficiente per esporre ogni cosa in merito alla chiesa di Cristo, fino a che le bcomprendano, prima che essi partecipino al csacramento e che siano confermati mediante l'imposizione delle dmani dagli anziani, in modo che ogni cosa sia fatta con ordine.

 69  E i membri manifesteranno dinanzi alla chiesa, e anche dinanzi agli anziani, con maniere e parole pie, che essi ne sono degni, affinché vi siano le aopere e la fede, in conformità con le sacre scritture — camminando in santità bdinanzi al Signore.

 70  Ogni membro della chiesa di Cristo che abbia dei figli deve condurli agli anziani dinanzi alla chiesa, e questi imporranno loro le mani nel nome di Gesù Cristo e li abenediranno nel suo nome.

 71  Nessuno può essere accolto nella chiesa di Cristo a meno che sia giunto all'età della aresponsabilità dinanzi a Dio e sia capace di bpentirsi.

 72  Il abattesimo deve essere amministrato nella maniera seguente a tutti coloro che si pentono:

 73  La persona che è chiamata da Dio e ha autorità da Gesù Cristo di battezzare scenderà nell'acqua con la persona che si è presentata per il battesimo e dirà, chiamandola per nome: Essendo stato incaricato da Gesù Cristo, io ti battezzo nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 74  Poi la aimmergerà nell'acqua e uscirà di nuovo fuori dall'acqua.

 75  È opportuno che la chiesa si riunisca spesso per aprendere il pane e il vino in brimembranza del Signore Gesù.

 76  E saranno amministrati da un anziano o un sacerdote; e li amministreranno in questo amodo: egli si inginocchierà con la chiesa e invocherà il Padre in preghiera solenne, dicendo:

 77  O Dio, Padre Eterno, ti chiediamo nel nome di tuo Figlio, Gesù Cristo, di benedire e di santificare questo apane per le anime di tutti coloro che ne prendono, affinché possano mangiarne in ricordo del corpo di tuo Figlio, e possano btestimoniare a te, o Dio, Padre Eterno, ch'essi sono disposti a cprendere su di sé il nome di tuo Figlio, e a ricordarsi sempre di lui e ad dobbedire ai suoi comandamenti ch'egli ha dati loro; per poter avere sempre con sé il suo eSpirito. Amen.

 78  La amaniera di amministrare il vino: egli prenderà anche la bcoppa e dirà:

 79  O Dio, Padre Eterno, ti chiediamo nel nome di tuo Figlio, Gesù Cristo, di benedire e di santificare questo avino per le anime di tutti coloro che ne bevono, affinché possano farlo in ricordo del sangue di tuo Figlio, che fu versato per loro; affinché possano testimoniare a te, o Dio, Padre Eterno, ch'essi ricordano sempre di lui, per poter avere con sé il suo Spirito. Amen.

 80  Ogni membro della chiesa di Cristo che trasgredisca, o che venga colto in fallo, verrà trattato come prescrivono le scritture.

 81  Sarà dovere delle varie chiese, che compongono la chiesa di Cristo, inviare uno o più dei loro insegnanti a partecipare alle varie conferenze tenute dagli anziani della chiesa,

 82  Con la lista dei anomi dei vari membri che si sono uniti alla chiesa dall'ultima conferenza, oppure mandarli per mano di un sacerdote; in modo che un elenco regolare di tutti i nomi della chiesa intera possa essere conservato in un libro da uno degli anziani, il quale verrà nominato di quando in quando dagli altri anziani;

 83  E inoltre, se qualcuno è stato aespulso dalla chiesa, in modo che il suo nome possa essere cancellato dal registro generale dei nomi della chiesa.

 84  Tutti i membri che si spostano dalla chiesa dove risiedono, se si recano in una chiesa dove non sono conosciuti, possono portare con sé una lettera che certifichi che sono membri in regola e di buona reputazione; questo certificato può essere firmato da un qualsiasi anziano o sacerdote se il membro che riceve la lettera conosce personalmente l'anziano o il sacerdote; oppure può essere firmato dagli insegnanti o dai diaconi della chiesa.