SEZIONE 45

Rivelazione data tramite Joseph Smith, il Profeta, alla Chiesa, a Kirtland, Ohio, il 7 marzo 1831 (History of the Church, 1:158–163). Come prefazione alla trascrizione di questa rivelazione il Profeta dichiara: «In questo periodo della Chiesa...venivano pubblicati...e messi in circolazione molti falsi rapporti...e storie insensate, per impedire alla gente di indagare su quest'opera o di abbracciare la fede...ma per la gioia dei santi...ricevetti quanto segue» (History of the Church, 1:158).

1–5: Cristo è il nostro avvocato presso il Padre; 6–10: Il Vangelo è un messaggero per preparare la via dinanzi al Signore; 11–15: Enoc e i suoi fratelli furono accolti dal Signore presso di Sé; 16–23: Cristo rivela i segni della sua venuta come erano stati dati sul Monte degli Ulivi; 24–38: Il Vangelo sarà restaurato, i tempi dei Gentili si adempiranno e una malattia desolante coprirà la terra; 39–47: Segni, prodigi e la risurrezione accompagneranno la Seconda Venuta; 48–53: Cristo starà sul Monte degli Ulivi, e i Giudei vedranno le ferite nelle sue mani e nei suoi piedi; 54–59: Il Signore regnerà durante il Millennio; 60–62: Al Profeta è comandato di iniziare la traduzione del Nuovo Testamento, tramite la quale saranno rese note importanti informazioni; 63–75: Ai santi è comandato di radunarsi e di costruire la Nuova Gerusalemme, alla quale verranno persone da tutte le nazioni.

  Date ascolto, o voi, popolo della mia achiesa, a cui è stato dato il bregno; date ascolto e prestate orecchio a colui che pose le fondamenta della terra, che cfece i cieli e tutte le loro schiere e dal quale furono fatte tutte le cose che vivono, che si muovono e hanno esistenza.

  E di nuovo dico: date ascolto alla mia voce, per timore che la amorte vi sorprenda; in bun'ora in cui non ci penserete l'estate sarà passata, e la cmietitura sarà finita, e la vostra anima non sarà salvata.

  Ascoltate colui che è al'avvocato presso il Padre, che perora la vostra causa dinanzi a Lui —

  Dicendo: Padre, guarda le asofferenze e la morte di colui che non bpeccò, nel quale Tu ti compiacesti; guarda il sangue di Tuo Figlio, che fu versato, il sangue di colui che Tu desti affinché Tu fossi cglorificato;

  Pertanto, Padre, risparmia questi miei fratelli che acredono nel mio nome, affinché possano venire a me e avere vita beterna.

  Date ascolto o voi, popolo della mia chiesa, e voi, anziani, ascoltate insieme e udite la mia voce mentre ancora si dice aoggi, e non indurite il cuore;

  Poiché, in verità vi dico che io sono al'Alfa e l'Omega, il principio e la fine, la luce e la vita del mondo — una bluce che brilla nelle tenebre, e le tenebre non la comprendono.

  Io venni presso i miei, e i miei non mi accettarono; ma a tutti coloro che mi accettarono diedi il apotere di compiere molti bmiracoli e di divenire cfigli di Dio; e anche a coloro che dcredettero nel mio nome diedi il potere di ottenere la vita eeterna.

  E così ho mandato la mia aeterna balleanza nel mondo, per essere una luce per il mondo e per essere uno stendardo per il mio popolo e affinché i Gentili la cercassero, e per essere un messaggero davanti al mio cospetto per preparare la via dinanzi a me.

 10  Pertanto, venite ad essa, e con colui che viene io ragionerò come con gli uomini nei giorni antichi, e vi mostrerò il mio aforte ragionamento.

 11  Pertanto, date ascolto insieme, e lasciate che vi mostri la mia saggezza — la saggezza di colui che, voi dite, è il Dio di aEnoc e dei suoi fratelli,

 12  Che furono aseparati dalla terra e furono accolti presso di me — una bcittà tenuta in serbo finché non giungerà il tempo della rettitudine — il tempo che fu cercato da tutti gli uomini santi, e non lo trovarono a causa della malvagità e delle abominazioni;

 13  E riconobbero di essere astranieri e pellegrini sulla terra;

 14  Ma ottennero la apromessa che lo avrebbero trovato e veduto nella carne.

 15  Pertanto, date ascolto e io ragionerò con voi, e vi parlerò e profetizzerò, come agli uomini nei giorni antichi.

 16  E lo mostrerò chiaramente, come lo amostrai ai miei discepoli mentre stavo dinanzi a loro nella carne, e parlai loro dicendo: Poiché mi avete chiesto riguardo ai bsegni della mia venuta, nel giorno in cui verrò nella mia gloria, nelle nubi del cielo, per adempiere le promesse che feci ai vostri padri;

 17  Poiché, dato che avete considerato la lunga aassenza del vostro bspirito dal vostro corpo come una schiavitù, vi mostrerò come verrà il giorno della redenzione, e anche la crestaurazione della ddispersa Israele.

 18  E ora voi vedete questo tempio che è a Gerusalemme, che chiamate la casa di Dio, e i vostri nemici dicono che questa casa non cadrà mai.

 19  Ma in verità vi dico che una desolazione piomberà su questa generazione come un ladro nella notte, e questo popolo sarà distrutto e disperso fra tutte le nazioni.

 20  E questo tempio che voi ora vedete sarà abbattuto, cosicché non ne sarà lasciata una pietra sull'altra.

 21  E avverrà che questa generazione di Giudei non passerà finché ogni desolazione di cui vi ho parlato a loro riguardo sia avvenuta.

 22  Voi dite di sapere che verrà la afine del mondo; dite pure di sapere che i cieli e la terra passeranno;

 23  E in questo dite il vero, poiché è così; ma queste cose che vi ho detto non passeranno prima che tutto sia adempiuto.

 24  E vi ho detto questo riguardo a Gerusalemme; e quando verrà quel giorno, un residuo sarà adisperso fra tutte le nazioni;

 25  Ma saranno araccolti di nuovo; tuttavia dovranno rimanervi finché i tempi dei bGentili non saranno adempiuti.

 26  E in aquel giorno si udrà di bguerre e di rumori di guerra, e la terra intera sarà in tumulto, e il cuore degli uomini cverrà loro meno e si dirà che Cristo dritarda la sua venuta fino alla fine della terra.

 27  E l'amore degli uomini si raffredderà, e l'iniquità abbonderà.

 28  E quando saranno giunti i tempi dei aGentili, una bluce scoppierà fra quelli che siedono nelle tenebre, e sarà la pienezza del mio Vangelo;

 29  Ma essi non lo aaccolgono; poiché non percepiscono la luce, e distolgono il bcuore da me a causa dei cprecetti degli uomini.

 30  E in quella generazione si compiranno i tempi dei Gentili.

 31  E vi saranno uomini di quella generazione che non moriranno prima di aver veduto un aflagello straripante; poiché un'infermità desolante ricoprirà la terra.

 32  Ma i miei discepoli astaranno in luoghi santi e non saranno rimossi; ma, fra i malvagi, gli uomini leveranno la voce, bmalediranno Iddio e moriranno.

 33  E vi saranno pure aterremoti in diversi luoghi, e molte desolazioni; tuttavia gli uomini induriranno il cuore contro di me e impugneranno la bspada gli uni contro gli altri, e si uccideranno l'un l'altro.

 34  Allora, quando io, il Signore, ebbi detto queste parole ai miei discepoli, essi furono turbati.

 35  E dissi loro: Non siate aturbati, poiché quando tutte queste cose avverranno, potrete saprete che le promesse che vi sono state fatte si adempiranno.

 36  E quando la luce comincerà a diffondersi, sarà per loro come nella parabola che vi mostrerò —

 37  Voi guardate e osservate i afichi, e li vedete coi vostri occhi, e quando cominciano a rinverdire e le loro foglie sono ancor tenere dite che l'estate è ormai prossima;

 38  E così sarà in quel giorno in cui vedranno tutte queste cose; allora sapranno che l'ora è prossima.

 39  E avverrà che colui che mi ateme battenderà il gran cgiorno del Signore che deve venire, sì, i dsegni della venuta del eFiglio dell'Uomo.

 40  Ed essi vedranno segni e prodigi, poiché saranno mostrati in alto nei cieli e in basso sulla terra.

 41  E vedranno sangue, afuoco e vapori di fumo.

 42  E prima che venga il giorno del Signore, il asole sarà oscurato, la luna sarà trasformata in sangue e le stelle cadranno dal cielo.

 43  E il residuo sarà raccolto in questo luogo.

 44  E allora mi cercheranno, ed ecco, io verrò; e mi vedranno nelle nubi del cielo, rivestito di potere e di grande agloria, con tutti i santi angeli; e colui che non mi bcercherà sarà reciso.

 45  Ma prima che cada il braccio del Signore, un angelo suonerà la sua atromba, e i santi che hanno dormito busciranno per venirmi incontro nelle cnubi.

 46  Pertanto, se avete dormito in apace, beati voi; poiché, come ora mi vedete e sapete che io sono, così pure bverrete a me e la vostra anima cvivrà, e la vostra redenzione sarà resa perfetta; e i santi verranno dai quattro canti della terra.

 47  Allora il abraccio del Signore cadrà sulle nazioni.

 48  E allora il Signore poserà il piede su questo amonte, ed esso si dividerà in due; e la terra btremerà e vacillerà di qua e di là, ed anche i cieli saranno cscossi.

 49  E il Signore farà udire la sua voce e tutte le estremità della terra la udranno; e le nazioni della terra faranno acordoglio e coloro che avranno riso vedranno la loro follia.

 50  E le calamità sommergeranno coloro che si burlano, e coloro che si beffano saranno consumati; e coloro che hanno cercato l'iniquità saranno falciati e gettati nel fuoco.

 51  E allora i aGiudei mi bguarderanno e diranno: Cosa sono queste ferite nelle tue mani e nei tuoi piedi?

 52  Allora sapranno che io sono il Signore; poiché dirò loro: Queste ferite sono le ferite che mi furono afatte nella casa dei miei amici. Io sono colui che fu innalzato. Sono Gesù che fu bcrocifisso. Sono il Figlio di Dio.

 53  E allora apiangeranno a causa delle loro iniquità; allora si lamenteranno perché perseguitarono il loro bre.

 54  E allora le nazioni apagane saranno redente e coloro che non conobbero legge avranno parte nella prima brisurrezione; ed essa sarà loro ctollerabile.

 55  E aSatana sarà blegato, cosicché non avrà più posto nel cuore dei figlioli degli uomini.

 56  E in quel agiorno, quando verrò nella mia gloria, si adempirà la parabola che dissi riguardo alle dieci bvergini.

 57  Poiché coloro che sono saggi e hanno accettato la averità, e hanno preso lo Spirito Santo come bguida, e non sono stati cingannati — in verità vi dico che non saranno falciati e gettati nel dfuoco, ma potranno sopportare quel giorno.

 58  E la aterra sarà data a loro in beredità; ed essi si moltiplicheranno e si fortificheranno; e i loro figli ccresceranno senza peccato fino alla dsalvezza.

 59  Poiché il Signore sarà in amezzo a loro, e la sua gloria sarà su di essi, ed Egli sarà il loro re e il loro blegislatore.

 60  Ed ora, ecco, io vi dico: non vi sarà dato di conoscere null'altro riguardo a questo capitolo, fino a che non sia tradotto il aNuovo Testamento; e in esso saranno rese note tutte queste cose;

 61  Pertanto vi concedo adesso di poterlo tradurre, affinché possiate essere preparati per le cose a venire.

 62  Poiché in verità vi dico che grandi cose vi attendono;

 63  Voi udite di aguerre in terre straniere; ma ecco, io vi dico che sono vicine, sì, alla vostra porta, e di qui a non molti anni udrete di guerre nel vostro paese.

 64  Pertanto io, il Signore, ho detto: Radunatevi e uscite fuori dalle terre adell'est; riunitevi assieme, voi anziani della mia chiesa; andate nelle regioni dell'ovest, esortate gli abitanti a pentirsi; e nella misura in cui si pentono, edificatemi delle chiese.

 65  E con un sol cuore e un solo intento ammassate le vostre ricchezze, affinché possiate aacquistare un'eredità che vi sarà assegnata in seguito.

 66  E sarà chiamata la aNuova Gerusalemme, una bterra di cpace, una città di drifugio, un luogo di sicurezza per i santi dell'Altissimo Iddio;

 67  E là vi sarà la agloria del Signore, e vi sarà pure il terrore del Signore, al punto che i malvagi non vi verranno; e sarà chiamata Sion.

 68  E fra i malvagi avverrà che chiunque non vorrà impugnar la spada contro il suo prossimo dovrà necessariamente fuggire a Sion per avere sicurezza.

 69  E là saranno araccolti in essa da ogni nazione sotto il cielo; e sarà l'unico popolo che non sarà in guerra l'uno contro l'altro.

 70  E fra i malvagi si dirà: Non saliamo a combattere contro Sion, poiché gli abitanti di Sion sono terribili; pertanto non potremmo resistere.

 71  E avverrà che i giusti saranno radunati e usciranno da tutte le nazioni e verranno a Sion, cantando canti di gioia eterna.

 72  E ora vi dico: non lasciate che queste cose si diffondano nel mondo finché non mi sarà opportuno, affinché possiate compiere quest'opera agli occhi del popolo e agli occhi dei vostri nemici; affinché essi non conoscano le vostre opere finché non avrete compiuto ciò che vi ho comandato;

 73  Affinché quando lo sapranno, possano considerare queste cose.

 74  Poiché quando il Signore apparirà sarà aterribile agli occhi loro, e saranno presi dal terrore e staranno a distanza e tremeranno.

 75  E tutte le nazioni saranno spaventate a causa del terrore del Signore e del potere della sua forza. Così sia. Amen.