Dottrina e Alleanze

SEZIONE 63

Rivelazione data tramite Joseph Smith jun., il Profeta, a Kirtland, Ohio, verso la fine di agosto del 1831. (History of the Church, 1:206–211). Il Profeta, Sidney Rigdon e Oliver Cowdery erano arrivati a Kirtland il 27 agosto dal loro viaggio nel Missouri. Come prefazione alla trascrizione di questa rivelazione il Profeta scrisse: «In quei primi giorni della Chiesa c'era una grande ansia di ricevere la parola del Signore su ogni argomento che in qualche modo riguardasse la nostra salvezza; e siccome la terra di Sion era allora l'obiettivo materiale più importante in vista, chiesi al Signore ulteriori informazioni sul raduno dei santi, l'acquisto delle terre e altre questioni».

1–6: un giorno d'ira scenderà sui malvagi; 7–12: i segni vengono mediante la fede; 13–19: gli adulteri di cuore rinnegheranno la fede e saranno gettati nel lago di fuoco; 20: i fedeli riceveranno una eredità sulla terra trasfigurata; 21: un completo resoconto degli eventi che ebbero luogo sul monte della trasfigurazione non è ancora stato rivelato; 22–23: gli obbedienti riceveranno i misteri del regno; 24–31: le eredità in Sion si devono acquistare; 32–35: il Signore decreta guerre e i malvagi uccidono i malvagi; 36–48: i santi devono radunarsi a Sion e fornire il denaro per edificarla; 49–54: i fedeli godranno di sicure benedizioni alla Seconda Venuta, nella risurrezione e durante il Millennio; 55–58: questo è un giorno di avvertimento; 59–66: il nome del Signore è usato invano da coloro che lo usano senza autorità.

  Date ascolto o voi, popolo, e aprite il vostro cuore, e porgete orecchio da lungi; e ascoltate, voi che vi chiamate il popolo del Signore, e udite la parola del Signore e la sua volontà a vostro riguardo.

  Sì, in verità io dico: udite la parola di colui la cui ira è accesa contro i malvagi e i aribelli;

  Che vuole prendere coloro che aprenderà e che preserva in vita coloro che vuol preservare;

  Che edifica a sua volontà e piacimento; e distrugge quando vuole, e può precipitare l'anima in inferno.

  Ecco, io, il Signore, faccio udire la mia voce, e sarà obbedita.

  Pertanto, in verità io dico: che i malvagi facciano attenzione e i ribelli temano e tremino; e che gli increduli trattengano le loro labbra, poiché il agiorno dell'ira li coglierà di sorpresa come un bturbine e ogni carne csaprà che io sono Dio.

  E colui che cerca dei segni vedrà dei asegni, ma non per la salvezza.

  In verità, io vi dico: ci sono alcuni fra voi che cercano dei segni, e ce ne sono stati fin dal principio;

  Ma ecco, la fede non viene mediante i segni, ma i segni seguono coloro che credono.

 10  Sì, i segni vengono mediante la afede, non per volontà degli uomini, né come piace a loro, ma per volontà di Dio.

 11  Sì, i segni vengono mediante la fede, per fare opere potenti, poiché senza la afede nessun uomo compiace Iddio; e Dio non si compiace di coloro con cui è adirato; pertanto a costoro egli non mostra alcun segno, se non nella sua bira, a loro ccondanna.

 12  Pertanto io, il Signore, non mi compiaccio di quelli fra voi che hanno cercato dei segni e dei prodigi per avere fede, e non per il bene degli uomini a mia gloria.

 13  Nondimeno, io do dei comandamenti, e molti si sono allontanati dai miei comandamenti e non li hanno rispettati.

 14  C'erano fra voi degli aadulteri e delle adultere; alcuni dei quali si sono allontanati da voi e altri rimangono con voi, che saranno rivelati in seguito.

 15  Che questi facciano attenzione e si pentano rapidamente, per timore che il giudizio li colga di sorpresa come una trappola, e la loro follia sia resa manifesta, e le loro opere li seguano agli occhi di tutto il popolo.

 16  E in verità io vi dico, come dissi in passato: chiunque aguarda una donna per bconcupirla, ossia se qualcuno commette cadulterio in cuor suo, non avrà lo Spirito, ma rinnegherà la fede e avrà timore.

 17  Pertanto io, il Signore, ho detto che i acodardi e gli increduli, e tutti i bmentitori, e chiunque ama ed cattua la menzogna, e i fornicatori, e gli stregoni, avranno la loro parte in quel dlago ardente di fuoco e di zolfo, che è la eseconda morte.

 18  In verità, io dico che essi non prenderanno parte alla aprima risurrezione.

 19  Ed ora ecco, io, il Signore, vi dico che voi non siete agiustificati, poiché ci sono queste cose in mezzo a voi.

 20  Nondimeno, colui che apersevera nella fede e fa la mia volontà, vincerà e riceverà una beredità sulla terra, quando verrà il giorno della trasfigurazione;

 21  Quando la aterra sarà btrasfigurata, sì, secondo il modello che fu mostrato ai miei apostoli sul cmonte, del cui resoconto non avete ancora ricevuto la pienezza.

 22  Ed ora, in verità io vi dico che, siccome dissi che vi avrei fatto conoscere la mia volontà, ecco, ve la farò conoscere; non per via di comandamento, poiché ve ne sono molti che non cercano di rispettare i miei comandamenti.

 23  Ma a colui che rispetta i miei comandamenti io darò i amisteri del mio regno, ed essi saranno in lui una fonte d'acqua bviva, czampillante per la vita eterna.

 24  Ed ora, ecco, questa è la volontà del Signore vostro Dio riguardo ai suoi santi: che essi si radunino assieme nella terra di Sion, non in fretta, per timore che vi sia confusione, che porta pestilenze.

 25  Ecco, la terra di aSion io, il Signore, la tengo nelle mie mani;

 26  Nondimeno io, il Signore, rendo a aCesare quello che è di Cesare.

 27  Pertanto io, il Signore, voglio che acquistiate le terre, affinché abbiate un vantaggio dal mondo, affinché abbiate un diritto sul mondo, affinché non siano aizzati all'ira.

 28  Poiché aSatana mette loro in cuore di adirarsi contro di voi e di versare sangue.

 29  Pertanto, la terra di Sion non sarà ottenuta che per acquisto o per sangue, altrimenti non v'è per voi alcuna eredità.

 30  E se sarà mediante acquisto, ecco, beati voi.

 31  E se sarà mediante il sangue, poiché vi è proibito spargere sangue, i vostri nemici vi saranno addosso e sarete flagellati di città in città, di sinagoga in sinagoga, e pochi soltanto rimarranno per ricevere una eredità.

 32  Io, il Signore, sono adirato con i malvagi; sto trattenendo il mio Spirito dagli abitanti della terra.

 33  Ho giurato nella mia ira e decretato aguerre sulla faccia della terra, e i malvagi uccideranno i malvagi, e il timore coglierà ogni uomo.

 34  E anche i asanti difficilmente sfuggiranno; nondimeno io, il Signore, sarò con loro e bscenderò nel cielo, dalla presenza di mio Padre, e consumerò i cmalvagi con un dfuoco inestinguibile.

 35  Ed ecco, non è ancora l'ora, ma lo sarà fra breve.

 36  Pertanto, visto che io, il Signore, ho decretato tutte queste cose sulla faccia della terra, voglio che i miei santi si riuniscano nella terra di Sion;

 37  E che ognuno prenda nelle sue mani la arettitudine, e la fedeltà cinga i suoi lombi, e alzi una bvoce d'avvertimento agli abitanti della terra; e proclami con le parole e la fuga, che la cdesolazione piomberà sui malvagi.

 38  Pertanto, che i miei discepoli a Kirtland, che abitano in quella regione, pongano ordine ai loro affari temporali.

 39  Che il mio servitore Titus Billings, che ne ha la cura, venda la terra, per essere pronto la primavera prossima a mettersi in viaggio per la terra di Sion, con coloro che abitano su di essa, eccettuati coloro che mi riserverò, i quali non andranno finché io non lo comanderò loro.

 40  E che tutto il denaro che può essere risparmiato, non mi importa se sia poco o molto, sia mandato alla terra di Sion, a coloro che ho nominato per riceverlo.

 41  Ecco, io, il Signore, darò al mio servitore Joseph Smith jun. il potere di essere in grado di adiscernere, mediante lo Spirito, quelli che saliranno alla terra di Sion e quelli dei miei discepoli che rimarranno.

 42  Che il mio servitore Newel K. Whitney conservi il suo negozio, ossia in altri termini, il negozio, ancora per un breve tempo.

 43  Nondimeno, dia tutto il denaro che potrà dare, affinché sia inviato alla terra di Sion.

 44  Ecco, queste cose sono nelle sue mani: che agisca secondo saggezza.

 45  In verità io vi dico: che egli sia ordinato come amministratore per i discepoli che rimarranno, e sia ordinato a questo potere.

 46  E ora visiti rapidamente le chiese ed esponga loro queste cose, assieme al mio servitore Oliver Cowdery. Ecco, questa è la mia volontà: procurare denaro come ho indicato.

 47  Colui che è afedele e persevera, vincerà il mondo.

 48  Colui che manda tesori alla terra di Sion riceverà una aeredità in questo mondo, e le sue opere lo seguiranno; ed anche una ricompensa nel mondo a venire.

 49  Sì, e beati i morti che d'ora innanzi amuoiono nel Signore, quando il Signore verrà, e le cose vecchie bpasseranno, e tutte le cose diverranno nuove, essi crisorgeranno dai morti e non dmoriranno più, e riceveranno una eredità dinnanzi al Signore, nella città santa.

 50  E colui che sarà in vita quando verrà il Signore, e avrà conservato la fede, abeato lui; nondimeno, è stabilito che egli bmuoia all'età dell'uomo.

 51  Pertanto, i bambini acresceranno fino a diventare vecchi; i vecchi moriranno, però non dormiranno nella polvere, ma saranno bmutati in un batter d'occhio.

 52  Pertanto, per questo motivo gli apostoli predicarono al mondo la risurrezione dei morti.

 53  Queste sono le cose che dovete cercare; e, parlando alla maniera del Signore, esse sono aora alla porta, e in un tempo a venire, sì, nel giorno della venuta del Figlio dell'Uomo.

 54  E fino a quell'ora vi saranno avergini stolte fra le sagge; e in quell'ora verrà una completa separazione dei giusti e dei malvagi; in quel giorno manderò i miei angeli ad bestirpare i malvagi e a gettarli nel fuoco inestinguibile.

 55  Ed ora ecco, in verità vi dico: io, il Signore, non mi compiaccio del mio servitore aSidney Rigdon; egli si è besaltato nel suo cuore e non ha accettato consigli, ma ha afflitto lo Spirito;

 56  Pertanto il suo ascritto non è accettabile per il Signore, e ne deve fare un altro; e se il Signore non lo accetterà, ecco, egli non rimarrà più nell'ufficio al quale l'ho nominato.

 57  E ancora, in verità, io vi dico: acoloro che desiderano in cuor loro, in mitezza, di bavvertire i peccatori al pentimento, siano ordinati a questo potere.

 58  Poiché questo è un giorno di avvertimento, e non un giorno di molte parole. Poiché io, il Signore, non devo essere beffato negli ultimi giorni.

 59  Ecco, io sono dall'alto, e il mio potere giace in basso; io sono al di sopra di tutto, e in tutto, e attraverso tutto, e ainvestigo ogni cosa; e verrà il giorno in cui tutte le cose mi saranno soggette.

 60  Ecco, io sono al'Alfa e l'Omega, sì, Gesù Cristo.

 61  Pertanto, badi ogni uomo a come prende il mio anome sulle sue labbra;

 62  Poiché ecco, in verità io dico, che ve ne possono essere molti che sono sotto questa condanna, che usano il nome del Signore, e lo usano invano, non avendone autorità.

 63  Pertanto, che i membri della chiesa si pentano dei loro peccati, e io, il Signore, li riconoscerò; altrimenti saranno recisi.

 64  Ricordatevi che ciò che viene dall'alto è asacro, e se ne deve bparlare con cura, e su impulso dello Spirito; e in questo non vi è condanna, e voi riceverete lo Spirito cmediante la preghiera; pertanto, senza questo la condanna rimane.

 65  Che i miei servitori Joseph Smith jun. e Sidney Rigdon si cerchino una dimora, come verranno istruiti dallo Spirito tramite la apreghiera.

 66  Queste cose restano da superare con la pazienza, affinché costoro possano ricevere un più grande ed eterno apeso di bgloria, altrimenti, una più grande condanna. Amen.