Guida alle Scritture

    1. A
    2. B
    3. C
    4. D
    5. E
    6. F
    7. G
    8. H
    9. I
    10. J
    11. K
    12. L
    13. M
    14. N
    15. O
    16. P
    17. Q
    18. R
    19. S
    20. T
    21. U
    22. V
    23. W
    24. Y
    25. Z

    Alma, figlio di Alma 

    Nel Libro di Mormon primo giudice supremo e profeta della nazione nefita. Da giovane cercò di distruggere la Chiesa (Mos. 27:8–10). Tuttavia gli apparve un angelo del Signore, ed egli si convertì al Vangelo (Mos. 27:8–24; Alma 36:6–27). In seguito rinunciò alla sua posizione di giudice supremo per poter ammaestrare il popolo (Alma 4:11–20).

    Libro di Alma

    Libro del Libro di Mormon che contiene un riassunto degli annali del profeta Alma, figlio di Alma, e di suo figlio Helaman. Gli avvenimenti descritti in questo libro ebbero luogo circa tra il 91 e il 52 a.C. Il libro contiene 63 capitoli. I capitoli da 1 a 4 descrivono la ribellione dei seguaci di Nehor e di Amlici contro i Nefiti. Le guerre che ne conseguirono furono tra le più sanguinose sino a quel tempo nella storia dei Nefiti. I capitoli da 5 a 16 contengono la storia dei primi viaggi missionari di Alma, incluso il suo sermone sul Buon Pastore (Alma 5) e la predicazione da lui svolta insieme con Amulec nella città di Ammoniha. I capitoli da 17 a 27 contengono la storia dei figli di Mosia e del loro ministero presso i Lamaniti. I capitoli da 28 a 44 contengono alcuni dei più importanti sermoni di Alma. Nel capitolo 32 Alma paragona la parola a un seme; nel capitolo 36 narra la storia della sua conversione al figlio Helaman. I capitoli da 39 a 42 contengono i consigli di Alma al figlio Corianton, che si era reso colpevole di trasgressioni morali; questo importante sermone contiene chiare spiegazioni riguardo alla giustizia, alla misericordia, alla risurrezione e all’Espiazione. I capitoli da 45 a 63 descrivono le guerre dei Nefiti durante quel periodo e le emigrazioni che ci furono sotto Hagoth. Grandi capi come il comandante Moroni, Teancum e Lehi riuscirono a proteggere i Nefiti mediante le loro azioni coraggiose e tempestive.