Da dove cominciare

Orientamento e addestramento per le dirigenti della Società di Soccorso


 

Scopi della Società di Soccorso

Sei stata chiamata da Dio a servire nella Società di Soccorso, l’organizzazione stabilita dal Signore per le donne. Tramite la Società di Soccorso, le donne ricoprono un ruolo ufficiale nella Chiesa.

La Società di Soccorso è stata istituita dal nostro Padre Celeste al fine di organizzare, istruire e ispirare le Sue figlie e prepararle per le benedizioni della vita eterna, aiutandole ad accrescere la fede e la rettitudine personale, rafforzare la famiglia e la casa e cercare e soccorrere coloro che sono nel bisogno.

  • Impara il modo in cui raggiungere questi scopi nel Manuale 2: l’amministrazione della Chiesa (2010), 9.1.1.

Mentre cerchi di adempiere lo scopo della Società di Soccorso, prendi in considerazione quanto segue:

Comprendo che il mio ruolo di dirigente sta aiutando le donne a prepararsi per le benedizioni della vita eterna?

In che modo sto cercando di aiutare ogni sorella:

  • a crescere nella fede e nella rettitudine personale?
  • a rafforzare la casa e la famiglia?
  • ad aiutare i bisognosi?

Come posso usare ognuna delle seguenti occasioni per adempiere gli scopi della Società di Soccorso?

  • riunioni domenicali della Società di Soccorso
  • Le altre riunioni della Società di Soccorso
  • Insegnamento in visita
  • Programma di benessere
  • Il servizio di carità

Accrescere la fede e la rettitudine personale



“Noi parliamo di Cristo, gioiamo in Cristo, predichiamo il Cristo, profetizziamo di Cristo… affinché i nostri figlioli possano sapere a quale fonte possono rivolgersi per la remissione dei loro peccati” (2 Nefi 25:26). La fede deve essere nutrita con grande diligenza e pazienza (vedi Alma 32:41, 43). Viviamo in un’epoca nella quale l’aumento della fede e della rettitudine personale è essenziale per rafforzare le donne e prepararle per le prove che si presenteranno in futuro.

(Vedi Figlie nel mio regno capitolo 3).

Rafforzare la famiglia e la casa



In nessun altro momento della storia del mondo abbiamo avuto bisogno di famiglie e case più forti. È a partire dalla casa e dalla famiglia che si formerà la prossima generazione. La Società di Soccorso deve essere organizzata e mobilitata per rafforzare le famiglie e fare delle nostre case luoghi sacri, distinti dal mondo. La nostra casa può costituire un rifugio in un mondo di influenze malvagie.

Sia che siamo sposate o sole, vecchie o giovani, abbiamo tutte il dovere di difendere e mettere in pratica le verità che si trovano ne “La famiglia: Un proclama al mondo”.

(Vedi Figlie nel mio regno capitolo 9).

  • Per saperne di più sul ruolo della famiglia e della Chiesa nel piano di Dio vedi il Manuale 2, 1 1.1.

Cercare e aiutare i bisognosi


Durante il Suo ministero mortale, il Salvatore ha mostrato come cercare e aiutare coloro che sono nel bisogno. Una delle missioni della Società di Soccorso è offrire a tutte le sorelle alcune delle più sorprendenti occasioni di servizio sulla terra. Poiché le persone attraversano momenti difficili, la rete di aiuto offerto per mezzo della Società di Soccorso può dare forza e sostegno.

(Vedi Figlie nel mio regno, capitoli 6 e 7).

  • Per saperne di più su come servire il prossimo vedi il Manuale 2, 3.2.3.

La carità non verrà mai meno

Il motto “La carità non verrà mai meno” è nato in occasione della prima riunione della Società di Soccorso. Il profeta Joseph Smith chiese alle sorelle di assistere i fratelli nel prendersi “cura dei poveri, cercan[do] i bisognosi e provved[endo] alle loro necessità”. Le sorelle presero a cuore questa chiamata e divennero una società dedita a cercare i poveri e i bisognosi. (Vedi Insegnamenti dei presidenti della Chiesa: Joseph Smith [2007], 463-464).

“Mi è sempre piaciuto il vostro motto della Società di Soccorso: ‘La carità non verrà mai meno’ (1 Corinzi 13:8). Che cosa è la carità? Il profeta Mormon ci insegna che ‘la carità è il puro amore di Cristo’ (Moroni 7:47). Nel suo messaggio d’addio ai Lamaniti, Moroni dichiarò: ‘A meno che non abbiate carità, non potete in alcun modo essere salvati nel regno di Dio’ (Moroni 10:21). Io considero la carità, o il ‘puro amore di Cristo’, l’opposto della critica e del giudicare. Parlando di carità, in questo momento non mi riferisco al sollievo dalle sofferenze che causiamo quando impartiamo le nostre sostanze. Questo aspetto è, ovviamente, necessario e giusto. Tuttavia questa sera ho in mente la carità che si manifesta quando siamo tolleranti verso gli altri e clementi per le loro azioni; il tipo di carità che perdona; il tipo di carità che è paziente” (“La carità non verrà mai meno”, riunione generale della Società di Soccorso, 25 settembre 2010).

(Vedi Figlie nel mio regno capitolo 5).


Principi di leadership

Preparati spiritualmente

La tua capacità di servire efficacemente necessita dell’aiuto del Signore. Egli può rafforzarti se ti prepari a essere uno strumento nelle Sue mani.

Le Scritture ci insegnano che divenire uno strumento tramite il quale il Signore può operare miracoli richiede una preparazione spirituale. Nel Libro di Mormon leggiamo che i figli di Mosia “avevano scrutato diligentemente le Scritture per poter conoscere la parola di Dio. Ma ciò non è tutto; si erano dedicati a lungo alla preghiera e al digiuno; avevano dunque lo spirito di profezia e lo spirito di rivelazione, e quando insegnavano, insegnavano con il potere e l’autorità di Dio” (Alma 17:2-3).

(vedere Figlie nel mio regno pagine 45-46).

Come dirigente della Società di Soccorso:

  • Preparati a ricevere rivelazioni. (Vedere Manuale 2, 3.2.1).
  • Prega, studia le Scritture, digiuna, frequenta il tempio, vivi degnamente e preparati in altri modi. (Vedere Manuale 2, 3.2.1).
  • Impara a conoscere lo scopo, la storia e l’opera della Società di Soccorso. (vedere Manuale 2, 9.1.1, 9.1.2, 9.4, 9.5, 9.6 e 9.7).


Risorsa

“Le priorità nella nostra vita” Galleria di immagini
Visualizza la galleria di immagini dalla stanza delle risorse della Società di Soccorso. “Come si può accrescere la fede, rafforzare le famiglie e dare soccorso? Come può oggi una donna trovare le risposte alle sue domande e rimanere ferma e irremovibile di fronte a opposizione e difficoltà incredibili?”


Partecipa ai consigli



L’anziano M. Russell Ballard ha insegnato: “Questo è il miracolo dei consigli della Chiesa: ascoltarsi l’un l’altro e ascoltare lo Spirito! Quando ci sosteniamo reciprocamente nei consigli della Chiesa, cominciamo a capire come Dio possa prendere degli uomini e donne comuni e farli diventare dei dirigenti di straordinarie capacità. I migliori dirigenti non sono coloro che si affaticano da morire cercando di fare tutto da soli; i migliori dirigenti sono quelli che seguono il piano e il consiglio di Dio usando i loro consigli” (“I nostri consigli al lavoro”, La Stella, luglio 1994, 29).

Consigliati con il tuo vescovo per:

  • Conoscere la sua visione, le sue direttive e le sue priorità. (Vedere Manuale 2, 9.2.1).
  • Raccomanda le consigliere, la segretaria, le insegnanti e le altre chiamate per assisterti secondo necessità. Vedere Manuale 2, 9.2.1, 9.2.2 e 9.2.5).
  • Coordina il tipo e la frequenza delle riunioni che aiuteranno le sorelle a prepararsi per la vita eterna accrescendo la loro fede e la rettitudine personale, rafforzando la famiglia e aiutando chi è nel bisogno. (vedi Manuale 2, 9.4.2).
  • Adempi gli incarichi da lui assegnati. (vedere Manuale 2, 9.4.2, 9.6, 9.6.1 e 9.6.2).
  • Partecipa alle riunioni di consiglio per accertare i problemi e le opportunità, determinare le priorità, valutare le soluzioni e identificare le risorse per aiutare i singoli e le famiglie del tuo rione.


Come dirigente della Società di Soccorso hai l’opportunità di partecipare ai consigli di rione o di palo.

(Vedi Figlie nel mio regno capitolo 8).

  • Impara cosa significa partecipare ai consigli nel Manuale 2, 3.2.2, 4.1..
  • Impara quali sono le riunioni di consiglio all’interno del rione nel Manuale 2, 9.3.
  • Impara quali sono le riunioni di consiglio all’interno del palo nel Manuale 2, 9.8.


Aiuta ogni donna


Nelle Americhe Gesù Cristo insegnò ai dirigenti della Sua Chiesa da poco chiamati: “Le opere che mi avete visto fare, voi le farete pure” (3 Nefi 27:21). Uno dei numerosi insegnamenti che Gesù diede tramite l’esempio a questi dirigenti riguardava l’aiutare gli altri individualmente (vedi 3 Nefi 17:7-9).

Come dirigente della Società di Soccorso, hai la benedizione di soccorrere le sorelle del tuo rione. Fai riferimento all’esempio lasciato dal Salvatore nell’aiutare le singole sorelle e nell’addestrare le altre sorelle della Società di Soccorso a fare altrettanto. Il servizio verso gli altri è descritto in Moroni 6:4 e Luca 10:30-37.

Come dirigente della Società di Soccorso:

  • Conosci, ama, rafforza e segui tutte le sorelle. (Vedi Manuale 2, 9.5).
  • Cerca e aiuta i bisognosi (vedi Manuale 2, 9.2.5, 9.5.1, 9.6, 9.6.1, 9.6.2 e 18.6.2).
  • Partecipa nel preparare tutte le sorelle a ricevere le ordinanze e alleanze del tempio. (Vedi Manuale 2, 1.2.2, 2.1.3 e 5.4).


(Vedi Figlie nel mio regno capitolo 7).

  • Impara come servire il prossimo nel Manuale 2, 3.2.3.
  • Impara come servire attraverso l’insegnamento in visita nel Manuale 2, 9.5.
  • Impara come servire attraverso il programma di benessere e il servizio di carità nel Manuale 2, 9.6.
  • Impara come servire le nuove sorelle della Società di Soccorso nel Manuale 2, 9.7.
  • Impara come servire le sorelle con necessità particolari nel Manuale 2, 9.10.1.


Insegnare il vangelo di Gesù Cristo

In una rivelazione data al profeta Joseph Smith, il Signore disse ad Emma: “E sarai ordinata sotto la sua mano per esporre le Scritture e per esortare la chiesa, secondo quanto ti sarà dato dal mio Spirito” (DeA 25:7). Le dirigenti e le insegnanti della Società di Soccorso sono inoltre chiamate a insegnare le dottrine del vangelo restaurato mediante il potere del Suo Spirito. Facendo uso del materiale didattico approvato, ispira le tue sorelle ad “impegnarsi attivamente nell’opera della Società di Soccorso” (Manuale 2, 9.4.1).

Come dirigente della Società di Soccorso:

  • Accertati che alle sorelle venga insegnata la dottrina. (Vedere Manuale 2, 9.2.2, 9.4.1, 12.1 e 17.1.3).
  • Insegnare con lo Spirito (vedere DeA 50:13–22). (Vedere Manuale 2, 5.5 e 5.5.4).
  • Esortare le sorelle a mettere in pratica i principi del Vangelo. (vedi Manuale 2, 9.4.1 e 9.4.2).

 

(Vedi Figlie nel mio regno capitolo 1).

  • Per saperne di più sull’insegnamento del Vangelo vedi il Manuale 2, 3.2.4.
  • Per saperne di più sull’insegnamento nella Società di Soccorso vedi il Manuale 2, 9.4.1.
  • Visita la sezione Insegnare il Vangelodi LDS.org per trovare risorse relative a discorsi o lezioni e per l’insegnamento in qualunque contesto.


Gestire la Società di Soccorso



Il profeta Joseph Smith insegnò che il compito della Società di Soccorso “non è solo quello di soccorrere i poveri, ma anche di salvare le anime” (History of the Church, 5:25). Sotto la direzione del vescovo, supervisioni il lavoro e gli sforzi della Società di Soccorso per salvare le anime, accrescendo la fede, rafforzando le famiglie e fornendo assistenza ai singoli e alle famiglie del rione.

Nel tentativo di salvare le anime, sfrutta l’organizzazione della Società di Soccorso, che, tra le altre cose, prevede la programmazione delle riunioni domenicali della Società di Soccorso, la programmazione e l’organizzazione di altre riunioni, il coordinamento dell’insegnamento in visita, la supervisione del programma di benessere e del servizio di carità, il rafforzamento delle nuove sorelle e l’addestramento delle dirigenti e delle insegnanti della Società di Soccorso.

Come dirigente della Società di Soccorso:

  • sotto la direzione del tuo vescovo, supervisioni il lavoro e gli sforzi della Società di Soccorso, gli incontri e le riunioni per accertarti che venga accresciuta la fede, rafforzata la famiglia e fornita assistenza ai singoli e alle famiglie del tuo rione. Come parte di questo lavoro:
  • organizza e delega il lavoro della Società di Soccorso alle consigliere, alla segretaria e alle altre dirigenti e insegnanti, dando a tutte le sorelle la possibilità di rendersi servizio reciprocamente. (vedere Manuale 2, 3.3.4 e 9.2).
  • Essere responsabile e assicurarsi dell’efficacia delle:
  • riunioni domenicali della Società di Soccorso. (vedi Manuale 2, 9.4.1).
  • dell’insegnamento in visita. (vedere Manuale 2, 1.4.1, 2.3, 3.2.3, 4.3, 5.1.2, 5.1.4, 5.2, 5.2.4, 5.2.5, 5.2.8, 5.3.3, 6.2.2, 6.2.4, 7.4.3, 9.2.2, 9.3.1, 9.5, 9.7.2, 9.9.1, 16.3.3, 16.6.4, 17.2.2 e 19.1.1).
  • Servizio di carità. (vedere Manuale 2, 6.2.2, 6.2.4, 9.2.5, 9.5.1, 9.6, 9.6.1, 9.6.2, 9.10.3 e 18.6.2).
  • Programma di benessere. (Vedere Manuale 2, 6.2 e 9.6).


(Vedere Figlie nel mio regno pagine 41-44).

  • Per saperne di più sull’organizzazione della Società di Soccorso vedi il Manuale 2, 9.
  • Per saperne di più sulle altre riunioni della Società di Soccorso vedi il Manuale 2, 9.4.2.
  • Per saperne di più sulle nuove sorelle della Società di Soccorso vedi il Manuale 2, 9.7.

Nuove sorelle della Società di Soccorso



La presidenza della Società di Soccorso ha la responsabilità di vegliare su ogni nuova sorella con amore e preoccupazione e di aiutare ognuna di esse a continuare nell’attività e nella fede (vedi il Manuale 2, 9.7.2). Il libro storico Figlie nel mio regno: la storia e l’opera della Società di Soccorso, è una delle risorse approvate che puoi utilizzare per istruire le nuove sorelle sulla Società di Soccorso e sul proprio ruolo e le proprie responsabilità al suo interno.

Le sorelle della Società di Soccorso che desiderano aiuto per fissare dei buoni obiettivi personali possono usare come guida Pursuit of Excellence (La ricerca dell’eccellenza).


Impara di più su chi sono le nuove sorelle della Società di Soccorso, sul perché necessitano di cure speciali, su come indirizzarle e istruirle e su quali risorse puoi considerare di dare loro.

(Vedi Figlie nel mio regno capitolo 10).