New Experience
    Menu Giovani

    14 modi per rimettere in carreggiata la tua salute emotiva

    Heather J. Johnson L’autrice vive in Idaho, USA.

    Quando si è emotivamente a terra, ci sono alcuni modi infallibili per tornare a sentirsi completamente in forma.

    La vita, a volte, può essere estenuante ma, se siamo emotivamente autosufficienti, saremo in grado di soddisfare le nostre esigenze emozionali e di fronteggiare gli alti e i bassi della quotidianità. Questo non significa che non avremo mai bisogno di aiuto. Al contrario, l’autosufficienza emotiva consiste nel sapere quando siamo in grado di affrontare le difficoltà in ambito emotivo da soli e quando abbiamo bisogno di cercare l’aiuto e il sostegno degli altri.

    Imparando a vivere e a reagire alle emozioni che proviamo in modo sano, diventiamo meglio preparati e disponibili a servire nel regno di Dio. Alcune delle idee che seguono potrebbero tornarvi utili mentre cercate di diventare emotivamente autosufficienti.1

    Quello che puoi fare

    Prova a mettere in pratica una o due di queste idee nel corso delle prossime settimane. Pensa accuratamente a cos’altro potresti fare per diventare più autosufficienti dal punto di vista emotivo.

    1. Fai le cose basilari: prega, studia le Scritture, frequenta le riunioni in Chiesa e presta servizio. Concentrati sulla gratitudine.
    2. Prenditi cura di te stesso fisicamente. Assicurati di mangiare bene, di dormire abbastanza e di fare esercizio. La nostra salute fisica influenza quella emotiva.
    3. Tieni un diario personale. Parte dell’essere emotivamente autosufficienti consiste nell’essere in armonia con le proprie emozioni. Tenere un diario è un buon modo di elaborare le sensazioni.
    4. Esprimi onestamente le tue emozioni con amici o familiari. Parlare dei tuoi sentimenti con un’altra persona è un modo sano di sfogarli che può aiutarti a mantenere l’equilibrio emotivo.
    5. Prega per ricevere aiuto anziché chiedere che le cose vengano sistemate. Prendi in considerazione l’idea di modificare frasi come “Ti prego, Padre Celeste, riporta armonia nelle mie emozioni” con altre come “Ti prego, Padre Celeste, mostrami ciò che devo imparare e cosa devo fare per riportare armonia nelle mie emozioni”.
    6. Valuta se la tua vita è in equilibrio. Controlla la quantità di tempo ed energia che dedichi alla famiglia, a te stesso, al servizio, al lavoro e al divertimento. Quando una di queste aree ruba tempo ed energia alle altre, si inizia a perdere sonno, energia e concentrazione. Significa che è giunto il momento di resettare tutto e reclamare il proprio equilibrio.
    7. Non procrastinare. Rimandare ciò che si deve fare può portare alla depressione. Suddividi i compiti grandi in piccole parti. Inizia ricordando a te stesso: “Tutto quello che devo fare in questo momento è ______” oppure “Farò questo soltanto per pochi minuti e poi, se voglio, farò una pausa”.
    8. Visualizza il successo. Preoccuparsi può essere un modo per abituarsi mentalmente al fallimento. Invece di continuare a ripetere ciò che può andare storto o preoccuparti costantemente dei “se”, immagina i risultati positivi e fai un piano per raggiungerli. Poi, se le cose non vanno come sperato, immaginati mentre impari da questa battuta d’arresto e vai avanti.
    9. Concentrati su ciò che fai bene ed evita di paragonarti agli altri. Le persone con aspettative troppo elevate tendono a focalizzarsi eccessivamente sulle proprie debolezze e sui propri fallimenti. Quindi, invece di migliorare, potrebbero sentirsi disperate. Fai un elenco di tutti i tuoi punti di forza, talenti e doni. Pianifica un modo per utilizzarli in modo creativo durante questa settimana.
    10. Non preoccuparti di ciò che non puoi controllare. Il passato, l’arbitrio degli altri, le condizioni meteorologiche, i tuoi limiti o la personalità degli altri sono fuori dal tuo controllo. Concentrati sulle cose in merito alle quali puoi fare qualcosa, come il tuo comportamento, la tua parte in un rapporto, le tue scelte attuali e il tuo atteggiamento.
    11. Accetta la realtà di alcune routine noiose. La vita non è tutta profondamente significativa ed emozionante. Evita di creare drammi, situazioni esasperate o conflittuali per combattere la noia. Piuttosto, apprezza quanto di buono ti circonda e gioiscine, e cerca modi per migliorare e per servire.
    12. Non alimentare la rabbia. Le persone sono più inclini a essere arrabbiate quando decidono di percepire gli altri come (1) minacciosi, (2) ingiusti o (3) irrispettosi. Prova piuttosto a vedere se riesci a trovare una spiegazione più caritatevole del loro comportamento. Per esempio, forse sono stanchi, disinformati, insicuri o pensano di essere di aiuto. Scegli di non alimentare la rabbia.
    13. Resisti alla tentazione di incolpare o mortificare te stesso o gli altri. Al contrario, cerca di capire quale sia il problema e chiedi all’altra persona di aiutarti a risolverlo, indipendentemente da chi abbia sbagliato.
    14. Ascolta lo Spirito, non i pensieri negativi. Se hai pensieri denigratori, derisori, irosi, sarcastici, queruli, critici o offensivi, essi non vengono dal Signore. Respingili. Canta un inno, ripeti un versetto delle Scritture o dici una preghiera per invitare lo Spirito a tornare.

    NOTA

    1. Da “Resources for Managing Emotional Demands”, Adjusting to Missionary Life (2013), 29–34; “Becoming Emotionally Self-Reliant”, Self-Reliance Blog, 21 febbraio 2017, srs.lds.org.

    Questo articolo è stato pubblicato originariamente nel numero di gennaio 2019 della rivista Liahona.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza