Salta navigazione principale
Menu Giovani

Tema dell’AMM per il 2013

David L. Beck e Elaine S. Dalton Young Men and Young Women general presidents

“State in luoghi santi e non fatevi rimuovere”(DeA 87:8).

Rimanere in luoghi elevati

David L. Beck

Presidente generale dei Giovani Uomini

Il tema per l’AMM del 2013 è tratto da Dottrina e Alleanze 87:8: “State in luoghi santi e non fatevi rimuovere, finché giunga il giorno del Signore”. La domanda sulla quale spero che ogni giovane uomo rifletta l’anno prossimo è: Sto in luoghi santi?

Avendo incontrato giovani uomini valorosi in tutto il mondo, ho assistito di persona a migliaia di voi che stanno già facendo questo in molti modi. State nei luoghi più santi ogni volta che entrate al tempio per eseguire i battesimi per i morti. Vi esorto a cogliere ogni opportunità che avete per entrare al tempio e per essere sempre degni di farlo.

Quando pregate e studiate le Scritture, provate a obbedire ai comandamenti e ascoltate i suggerimenti dello Spirito, vi troverete in luoghi elevati. Di conseguenza, qualsiasi posto in cui voi siate può diventare un luogo santo.

Ogni giorno, quando adempite al vostro dovere verso Dio, state in luoghi santi e siete nella condizione di poter aiutare gli altri. State in luoghi santi quando preparate, benedite e distribuite il sacramento ogni domenica. State in luoghi santi quando condividete il Vangelo e quando agite come ministri residenti, ossia sempre capaci, disposti e degni di servire e rafforzare gli altri.

Come detentori del Sacerdozio di Aaronne, avete ricevuto l’incarico di ammonire, esporre, esortare, insegnare e invitare tutti a venire a Cristo (vedere DeA 20:59). Il presidente Harold B. Lee (1899-1973) ha detto: “Non è possibile elevare un’altra anima se non ci troviamo più in alto di essa… Non si può accendere una fiamma in un’anima, se tale fiamma non arde già nella nostra”(“State voi nei luoghi santi?”, La Stella, marzo 1974, 125). Giovani uomini, questo significa che dovete lavorare continuamente per rafforzare la vostra testimonianza ed essere sempre disposti a condividerla.

Avete la sacra responsabilità di essere uno strumento nelle mani del Signore. Quando pregate e studiate le Scritture, provate a obbedire ai comandamenti e ascoltate i suggerimenti dello Spirito, vi troverete in luoghi elevati. Di conseguenza, qualsiasi posto in cui voi siate può diventare un luogo santo. Allora, quando insorgeranno i problemi, avrete la forza, il coraggio e la capacità di aiutare gli altri. Avrete il potere e la protezione che il Signore ha promesso a coloro che stanno in luoghi santi.

Amo ciò che il presidente Thomas S. Monson ha detto riguardo a queste promesse quando ci ha assicurato che, se ci accostiamo al Signore, “sentiremo il Suo Spirito nella nostra vita, che ci darà il desiderio e il coraggio di rimanere forti e saldi nella rettitudine, di stare ‘in luoghi santi e non fa[rci] rimuovere’ (DeA 87:8).

“Di fronte ai venti del cambiamento che ci circondano vorticosamente e alla disintegrazione della fibra morale della società che prosegue davanti ai nostri occhi, possiamo noi ricordare la preziosa promessa del Signore a coloro che confidano in Lui: ‘Tu, non temere, perché io son teco; non ti smarrire, perché io sono il tuo Dio; io ti fortifico, io ti soccorro’ (Isaia 41:10)” (“State in luoghi santi”, Liahona o Ensign, novembre 2011, 86).

Luoghi santi nella vostra vita

Elaine S. Dalton

Presidentessa generale delle Giovani Donne

Il tema dell’AMM di quest’anno vi invita a tralasciare le cose del mondo e a intraprendere quelle del regno di Dio. Come ha insegnato il presidente Boyd K. Packer, presidente del Quorum dei Dodici Apostoli, viviamo in territorio nemico (“Sopravvivere in territorio nemico”, Liahona, ottobre 2012, 34 – 37; New Era, aprile 2012, 2–5). “State in luoghi santi” è la chiave per la sopravvivenza.

Qualunque luogo in cui siate, dove lo Spirito è presente, può essere un luogo santo. Se vivete in maniera da essere degni della costante compagnia dello Spirito Santo, allora state in un luogo santo.

Questo tema suscita domande importanti: che cos’è un luogo santo? Dove si trova un luogo santo? Come possiamo stare in luoghi santi? Come possiamo rendere più santi i luoghi in cui viviamo normalmente? Mentre cercate risposte a queste domande, le vostre risposte guideranno i vostri rapporti sociali, la scelta delle vostre attività e il vostro abbigliamento, il vostro linguaggio e le vostre azioni.

Vi siete impegnati a rafforzare la vostra famiglia. Fate il possibile per rendere la vostra casa un luogo santo, riempito dello Spirito del Signore. Potete sostenere la preghiera familiare e lo studio delle Scritture.

La vostra stanza può essere un luogo santo che invita lo Spirito. Se il profeta dovesse venire a vedere la vostra stanza, la vedrebbe come un luogo santo? E voi?

Possiamo stare in luoghi santi quando andiamo in chiesa. Le Scritture insegnano che i rioni e i pali di Sion sono luoghi santi e saranno “una difesa e un rifugio dalla tempesta” (DeA 115:6).

Il luogo più santo sulla terra è il tempio. Il presidente Thomas S. Monson ha detto: “Miei giovani amici che siete nell’adolescenza, abbiate sempre il tempio tra i vostri obiettivi. Non fate nulla che vi impedirà di entrare per le sue porte e di prendere parte alle sue sacre ed eterne benedizioni. Io lodo coloro che vanno regolarmente al tempio per svolgere i battesimi per i morti” (“Il sacro tempio: un faro per il mondo”, Liahona o Ensign, maggio 2011, 93). Siate sempre degni di detenere una valida raccomandazione per il tempio, anche se il tempio è molto lontano.

Qualunque luogo in cui siate, dove lo Spirito è presente, può essere un luogo santo. Il presidente Harold B. Lee (1899 – 1973) ha insegnato che i luoghi santi hanno più a che fare con il modo in cui uno vive che con il il luogo dove vive (vedere Dottrina e Alleanze — Manuale dello studente — Religione 324 e 325, 2a edizione [manuale del Sistema Educativo della Chiesa, 2001], 192–193). Se vivete in maniera da essere degni della costante compagnia dello Spirito Santo, allora state in un luogo santo.

Ciascun tempio porta l’iscrizione “Santità all’Eterno”. Cercate di stare sempre in luoghi santi. Se vivete secondo le norme di condotta, se pregate giornalmente e leggete le Scritture, specialmente il Libro di Mormon, sentirete la compagnia dello Spirito Santo. Il Signore stesso vi promette: “Poiché in verità vi dico che grandi cose vi attendono” (DeA 45:62). Concordo e rendo testimonianza che questo è vero!

Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

 
1000 caratteri rimanenti