New Experience
    Menu Giovani

    5 chiavi per rispondere alle domande difficili

    David L. Beck Young Men General President

    Ti è mai successo che un amico ti facesse una domanda difficile sulla Chiesa?

    Quella di dover rispondere a delle domande sulla Chiesa può essere un’esperienza che intimidisce. Immagina che a scuola tu stia pranzando con un gruppo di amici, quando uno di loro si gira verso di te e ti dice: “Ho sentito dire che i mormoni non sono cristiani, è vero?”

    Gli spieghi che “mormoni” è solo un soprannome e che il vero nome della Chiesa è Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

    “Io credo in Gesù Cristo e Lo seguo”, aggiungi. Poi, qualcun altro, ti fa un’altra domanda. Questa volta, però, la domanda sembra più un attacco e non sei sicuro di avere la risposta giusta. Tutto d’un tratto ti senti isolato, come se fossi sotto interrogatorio. Questi momenti potrebbero spaventarti, ma possono diventare grandi opportunità di apprendimento per te e possibilità di condividere la verità del Vangelo con gli altri.

    Cinque principi della condivisione

    Le domande sono il cuore dell’apprendimento, quelle sincere sul Vangelo possono condurre te e i tuoi amici alla comprensione e alla testimonianza. Considera i seguenti principi mentre dai le risposte alle domande sul Vangelo. Ricorda che il modo in cui reagisci alla domanda e il modo in cui vivi la tua vita possono avere un’influenza grande quanto le parole che pronunci.

    1. Sii grato.

    Quando gli altri pongono delle domande, renditi conto che ti è stata data l’opportunità di condividere le verità del Vangelo.

    Prima di rispondere, prova a dire qualcosa come “Ottima domanda”. La gentilezza ti aiuterà a portare lo Spirito nella situazione in cui sei e a evitare discussioni.

    L’anziano M. Russell Ballard del Quorum dei Dodici Apostoli ha detto: “Dovremmo inoltre ricordare che alcune volte il modo migliore per rispondere all’interesse delle persone può essere come viviamo, se emaniamo la gioia del Vangelo, in che modo trattiamo le persone e se seguiamo sinceramente gli insegnamenti di Cristo”. (“Fede, famiglia, fatti e frutti”), Liahona, novembre 2007, 27).

    Dove trovare le risposte

    Considera i seguenti principi mentre condividi le risposte alle domande sul Vangelo. Ecco diverse fonti importanti:

    > Scritture

    > Discorsi della Conferenza generale su conference.lds.org

    > Genitori e altri dirigenti della Chiesa

    > Siate Fedeli – Riferimenti per lo studio del Vangelo

    > Argomenti evangelici

    > Mormon.org

    2. Non sentirti a disagio se non conosci tutte le risposte.

    Se non conosci la risposta, ammettilo semplicemente.

    Dì alla persona che senz’altro ne riparlerete dopo che avrai approfondito l’argomento. Non conoscere la risposta a una domanda sul Vangelo non significa che non tu non abbia una testimonianza al riguardo. Resta ancorato a ciò in cui credi. Condividi le tue esperienze con il Vangelo.

    Ripensa a come il profeta Nefi rispose a una domanda di cui non conosceva la risposta. Gli fu chiesto: “Conosci tu la condiscendenza di Dio?”

    A ciò egli rispose: “E io gli dissi: So che egli ama i suoi figlioli; nondimeno non conosco il significato di tutte le cose” (1 Nefi 11:16–17).

    La fede di Nefi non fu certo scossa dal fatto che non era stato in grado di rispondere alla domanda. Rispose condividendo ciò di cui aveva fatto esperienza. Sii consapevole che il fatto che non conoscesse “il significato di tutte le cose” aprì a Nefi la strada per divenire uno studente eccelso del Vangelo secondo gli insegnamenti dello Spirito del Signore.

    Quando cerchi le risposte, consulta fonti affidabili. Evita di leggere letteratura poco accurata prodotta da coloro che cercano di denigrare la Chiesa.

    3. Dai risposte chiare e semplici.

    La maggior parte delle persone non si aspetta o non vuole risposte lunghe e complicate. Vai dritto al punto e assicurati di usare un linguaggio semplice, evitando parole o frasi che non sono comprensibili o che hanno significati differenti al di fuori dalla Chiesa. Fai sì che le risposte siano concentrate sulla dottrina del Vangelo e non sulle voci o sulle speculazioni.

    Un gruppo di giovani seduti sul prato.

     

    4. Imparate gli uni dagli altri

    Quando rispondi alle domande, potrebbe essere utile capire che cosa pensano i tuoi amici sull’argomento. Condividi le tue idee in modo gentile e cortese e ascolta i tuoi amici con attenzione e rispetto. Se cercherai per primo di comprendere gli altri, ti accorgerai che spesso anche loro faranno lo stesso.

    5. Testimonia di Gesù Cristo.

    Quando condividi ciò che sapete essere vero, lo Spirito porta il tuo messaggio nei cuori dei tuoi amici (vedi 2 Nefi 33:1). Condividi la tua testimonianza del Salvatore e di come vivere il Vangelo abbia benedetto la tua vita. A proposito di questo, l’anziano L. Tom Perry del Quorum dei Dodici Apostoli disse: “Dobbiamo essere coraggiosi nelle nostre dichiarazioni su Gesù Cristo. Vogliamo che gli altri sappiano che crediamo che Egli è la figura centrale di tutta la storia umana” (“L’amor perfetto caccia via la paura”, Liahona, novembre 2011, 42).

    Non vergognarti

    Come figli e figlie scelti da Dio, risaltate in mezzo agli altri. Avete una luce interiore che illumina positivamente ciò che avete davanti. Prego perché possiate percepire la fiducia che viene dal vivere il Vangelo ogni giorno. Non dovete temere quando qualcuno pone domande sulla Chiesa:

    “Poiché Iddio ci ha dato uno spirito non di timidità, ma di forza e d’amore e di correzione.

    Non aver dunque vergogna della testimonianza del Signor nostro” (2 Timoteo 1:7–8).

    Domande comuni

    Dai un’occhiata a questi suggerimenti su come potresti rispondere ad alcune domande frequenti.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza