New Experience
    Menu Giovani

    Sette cose da fare quando la tua fede è messa alla prova

    Sam Lund

    Una fede fragile è una prova che tutti affrontiamo. Ecco da dove cominciare.

    1. Parti da ciò che sai.

    Ragazza con attrezzatura per le arrampicate

    In quali verità del Vangelo sai di credere? Pensa alle esperienze che hai vissuto e che ti hanno aiutato ad acquisire tale conoscenza e a suffragarla. Fai affidamento sulla verità che hai ricevuto fino ad ora e inizia a costruire da lì. L’anziano Holland ci ha detto: “Attenetevi saldamente a ciò che già sapete e rimanete forti finché otterrete ulteriore conoscenza” (“Io credo”, Liahona, maggio 2013, 94).

    2. Individua la dottrina che è alla base della tua domanda.

    In ultima analisi, i dubbi che hai riguardano una o più dottrine specifiche. Scopri la dottrina alla base della tua domanda studiando le Scritture e le parole dei profeti. Una volta individuata la dottrina che ti crea problemi, puoi acquisire ulteriore conoscenza in merito, giungendo così alla fine a una risposta migliore alla tua domanda.

    Ragazza che scala una roccia

    3. Considera il quadro complessivo.

    Fai un passo indietro e cerca di esaminare le circostanze che accompagnano la questione che ti crea problemi. Prova a esaminare la domanda tenendo presente la prospettiva del piano eterno di felicità di Dio.

    “Perché mai una persona dovrebbe vivere la propria vita accontentandosi della luce emanata dalla candela della propria comprensione, quando avvicinandosi al nostro Padre Celeste potrebbe godere del sole splendente della conoscenza spirituale che amplierebbe la sua mente con la saggezza e riempirebbe la sua anima di gioia?” (Dieter F. Uchtdorf, “Non temere; solo abbi fede!”, Liahona, novembre 2015, 78).

    4. Parla con i tuoi genitori o con un dirigente di cui ti fidi.

    Discuti qualsiasi domanda o dubbio con una persona disposta ad ascoltarti e ad aiutarti a trovare le risposte. Costei potrebbe avere alcune intuizioni in merito alla dottrina con cui hai difficoltà oppure offrirti un ottimo punto da cui partire per cercare delle risposte.

    “Scegliete devotamente dei mentori che abbiano a cuore il vostro benessere spirituale. Siate cauti nell’accettare consigli dai vostri coetanei. Se volete più di quanto avete ora, guardate verso l’alto, non in orizzontale!” Robert D. Hales, “Affrontare le sfide del mondo di oggi”, Liahona, novembre 2015, 46).

    5. Invita lo Spirito e sii aperto.

    Puoi farlo preparandoti spiritualmente mediante lo studio delle Scritture, la preghiera e la meditazione. Quando meditiamo e riflettiamo profondamente sulle cose sacre, per lo Spirito è più facile sussurrare alla nostra mente e al nostro cuore la “verità di ogni cosa” (vedi Moroni 10:5).

    Arrampicatore che lancia una corda dall’altro lato di una rupe.

    6. Chiedi con umiltà e disposto ad accettare e ad agire.

    Lo Spirito ti darà una risposta; la cosa importante è cosa farai dopo averla ricevuta. Se ti è stato suggerito di cambiare qualcosa, fallo. Se ti è stato detto di parlare in difesa delle tue convinzioni, buttati!

    7. Sii disposto ad aspettare.

    Alcune risposte giungono dopo un po’ di tempo e con molto lavoro. Sii paziente con te stesso e abbi fiducia nei tempi di Dio.

    “La risposta arriverà e voi proverete l’amore e la pace del Salvatore. La risposta potrebbe non arrivare con la celerità o nel formato che desiderate, ma arriverà. Non arrendetevi! Non arrendetevi mai!” (James B. Martino, “Volgetevi a Lui e riceverete risposta”, Liahona, novembre 2015, 59).

    Condividi la tua esperienza

    Questi suggerimenti ti hanno aiutato a rafforzare la tua fede? Condividi la tua esperienza qui sotto.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza