Salta navigazione principale
Menu Giovani

La preghiera del mio cuore

Ma. Consuelo Nuevo

Elevare i miei standard riguardo alla musica che ascolto mi ha aiutata ad amarla ancora di più.

Amo la musica, la mia giornata non è completa se non l’ascolto o se non canto. Ultimamente, il mio amore per la musica è cresciuto in modo diverso e ho imparato alcune cose che hanno cambiato il modo in cui penso alla musica e in cui la utilizzo.

È cominciato quando ho letto il versetto in cui il Signore dice: “Poiché la mia anima si diletta nel canto del cuore; sì, il canto dei giusti è una preghiera per me, e sarà risposto con una benedizione sulle loro teste” (DeA 25:12). Quando ho letto quelle parole, mi sono ricordata di una cosa che mi ha insegnato mia madre. Una volta, quando stavo cantando gli inni in maniera inappropriata, lei mi ha ricordato che gli inni possono essere preghiere e che dovevo cantarli in modo consono. Penso che questo versetto non si riferisca soltanto agli inni, ma a qualsiasi canzone che cantiamo con un desiderio giusto. Immaginate quali benedizioni saranno riversate su di noi, come dice il versetto, quando cantiamo inni al Signore.

Ho anche imparato l’importanza di ascoltare buona musica. Dopo aver letto questo versetto, ho cominciato ad analizzare il mio elenco di canzoni e a cancellare quelle che non erano in armonia con le norme contenute in Per la forza della gioventù.

Ho anche dovuto prendere una decisione sulla musica che non apparteneva alla mia raccolta. Un giorno, mentre ero a scuola, un mio compagno ha iniziato ad ascoltare una canzone inappropriata. Non mi sentivo a mio agio, quindi gli ho chiesto di cambiarla, cosa che ha fatto. So che ognuno di noi può avere lo stesso coraggio in situazioni del genere. E che a volte, quando le persone potrebbero non cambiare canzone per noi, avremo ancora un’altra opzione: possiamo andare da qualche altra parte.

“La musica ha una profonda influenza sulla tua mente, sul tuo spirito e sul tuo comportamento. Scegli con cura la musica che ascolti” — Per la forza della gioventù

So che grazie alla buona musica possiamo avvicinarci al nostro Padre Celeste. La musica può edificarci, ispirarci, invitare lo Spirito Santo a stare con noi, spingerci a compiere azioni rette e aiutarci a resistere alle tentazioni dell’avversario (vedere Per la forza della gioventù).

Ricordate che quando stiamo cantando il canto dei giusti, stiamo effettivamente pregando il nostro Padre in cielo.

Scegliete buona musica

“La musica ha una profonda influenza sulla tua mente, sul tuo spirito e sul tuo comportamento.

Scegli con cura la musica che ascolti. Presta attenzione a quello che provi quando l’ascolti. Alcuni tipi di musica possono veicolare messaggi malvagi e distruttivi. Non ascoltare musica che incoraggi l’immoralità o celebri la violenza con le parole, il ritmo o l’intensità. Non ascoltare musica che usi un linguaggio volgare od offensivo, o che promuova pratiche malvagie. La musica di questo tipo può affievolire la tua sensibilità spirituale” (Per la forza della gioventù [opuscolo, 2011], 22).

Questo articolo è apparso originariamente a settembre 2013 nella rivista Liahona.

Errore nell’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

 
1000 caratteri rimanenti

Condividi la tua esperienza