Salta navigazione principale
Menu Giovani

Esaminiamo la storia della Chiesa

Steven E. Snow Church Historian and Member of the Seventy

L’indiscutibile realtà della storia della Chiesa è positiva e stimola la fede. È assolutamente motivante, presa nel suo contesto.

Mi piace molto leggere i resoconti storici dei primi membri della Chiesa che, con grande sacrificio, lasciarono le loro case per ritrovarsi con i santi. Trovo irresistibili le loro storie, e traggo grande forza dallo scoprire cosa hanno dovuto attraversare per vivere e dimostrare la loro fede, seguendo il profeta e compiendo imprese difficili. Quando leggi quello che fecero loro, in qualche modo le tue difficoltà non sembrano più tanto pesanti.

Amo la storia della Chiesa. Ne sto leggendo parecchia, sopratutto ora, e la trovo affascinante e stimolante per la mia fede. Per dire, è assolutamente sbalorditivo quello che sono riusciti a fare i primi missionari, non avendo altri mezzi oltre alla propria testimonianza e fede ardente, che hanno permesso loro di fare cose degne di lode. Questo genere di esempi mi aiuta a comprendere che posso realizzare anch’io imprese difficili se continuo ad alimentare la mia fede e la mia testimonianza. Col tempo, la mia testimonianza si è rafforzata osservando il modo in cui questa grandiosa opera è avanzata.

Guardare il passato dall’esterno

La storia è un ottimo spunto di ispirazione per la tua preparazione spirituale. Nella nostra storia possiamo distinguere coloro che si sono preparati spiritualmente e hanno superato chi invece, impreparato a ciò che sarebbe accaduto, si è allontanato. Possiamo imparare che la dedizione al Vangelo, la preghiera e la testimonianza possono aiutarci a compiere opere grandiose, e che se non impieghiamo il nostro tempo sviluppando la nostra spiritualità, ne pagheremo il prezzo.

Le persone che hanno fatto la nostra storia erano persone comuni, come noi. Ma molte di queste persone fecero cose straordinarie. Nessuno di loro era perfetto, anche se si stavano tutti sforzando di esserlo. Quei primi membri della Chiesa avevano i loro problemi e lottavano con ciò che succedeva, proprio come facciamo anche noi oggi. Sapere che da sempre ci sono sfide, e persone che si sforzano di raggiungere la perfezione, mi aiuta a trovare forza.

Di certo, il mondo è cambiato nelle ultime generazioni. Con Internet abbiamo ogni tipo di informazione a portata di mano — informazioni giuste, sbagliate, vere, false — anche riguardo alla storia della Chiesa. Puoi leggere davvero di tutto riguardo la nostra storia, ma è importante comprenderne il contesto. Il problema, con alcune delle informazioni reperibili su Internet, è che si tratta di informazioni estrapolate dal loro contesto. Non ti permette di vedere l’insieme delle cose.

Le informazioni che provano a mettere in imbarazzo la Chiesa, sono di solito molto soggettive e ingiuste. Dovremmo cercare fonti che descrivano il nostro credo e la nostra storia in modo più oggettivo. Ci sono siti web meschini, che cercano di fare sensazionalismo presentando le informazioni in un determinato modo. Cercate fonti che provengano da storici rispettabili e conosciuti, che siano o no membri della Chiesa.

Se trascorri del tempo su siti che criticano la Chiesa e la sua storia, ma non ne trascorri leggendo le Scritture, non sei equilibrato e le cose negative potrebbero avere un effetto nocivo su di te.

I più giovani, non essendosi ancora fortificati sufficientemente, possono rimanere sorpresi e scioccati dal materiale anti-mormone che c’è su Internet. Magari non hanno dedicato abbastanza tempo alla loro preparazione spirituale, così non si sono fortificati contro le cose che potebbero incontrare. Quando le esperienze della vita arrivano come un pugno nello stomaco, è importante che essi si attengano alle cose basilari di cui parliamo sempre: continuare nello studio delle Scritture e rivolgere preghiere significative al nostro Padre Celeste. Queste cose basilari preparano la gente contro ogni tipo di avversità, incluso gli articoli anti-mormoni in cui è possibile imbattersi online.

Il bisogno di buonsenso

Come con tutte le cose, devi avere buonsenso nel tuo approccio alla storia della Chiesa. La Chiesa vera è sempre stata una minoranza, è un po’ come se andassimo in giro con un bersaglio sulla schiena. Affronteremo sempre delle avversità, perciò tanto vale farci l’abitudine. Il modo migliore per affrontare questa situazione è quello di mantenerci degni e assicurarci che la nostra testimonianza sia forte. Se trascorri del tempo su siti che criticano la Chiesa e la sua storia, ma non ne trascorri leggendo le Scritture, non sei equilibrato e le cose negative potrebbero avere un effetto nocivo su di te. Se usi buonsenso, non succederà.

Durante la mia adolescenza, non capivo veramente l’importanza di coltivare la spiritualità. Forse ero più interessato a diventare un buon giocatore di football piuttosto che un bravo studente del Libro di Mormon. Solo una volta raggiunto il campo di missione, come molti giovani ragazzi, cambiai e compresi cosa fosse realmente la felicità. È la gioia, la pace che viene dal servire il Signore, dallo studio e dalla preghiera, dall’amore e servizio per gli altri. Trovo che quando trascuro questi aspetti della mia vita, le cose non vanno bene come dovrebbero. Quando invece faccio quelle cose, tutto trova il suo equilibrio.

Mentre mantengo un equilibrio nella mia vita, posso osservare la storia in maniera oggettiva e capire che anche se molti dei nostri antenati siano da ammirare, erano comunque umani e commettevano sbagli. Ci sono episodi tristi o poco chiari, riguardo alla nostra storia, che ci sforziamo di comprendere meglio. Ma alcune domande potrebbero non ricevere risposta da questa parte del velo. E va bene così.

Se un amico venisse da me con una domanda sincera, riguardo a un aspetto controverso della storia della Chiesa, farei del mio meglio per chiarirglielo. E se mi rendessi conto che dedica molto tempo a quell’aspetto in particolare, le prime domande che mi sentirei di fargli sono: “Stai leggendo il Libro di Mormon? Stai pregando? Hai un equilibrio interiore che ti protegga dalle tempeste della vita?”

L’indiscutibile realtà della storia della Chiesa è positiva e stimola la fede. Se scegli di passare gran parte del tuo tempo analizzando solo gli aspetti controversi della nostra storia, potresti coglierne alcuni dettagli, ma perderesti di vista l’insieme delle cose. Devi capire che la nostra storia è formata da tutte queste cose nel loro insieme. È assolutamente motivante, presa nel suo contesto.

Ad esempio, Joseph Smith era una persona eccezionale. Era perfetto? No. Siamo tutti mortali. Ma leggere il Libro di Mormon e le rivelazioni contenute in Dottrina e Alleanze, e vedere quel che ha fatto nel restaurare la Chiesa in così poco tempo, è una testimonianza straordinaria. Tutti i profeti hanno sfide e difficoltà e non dovrebbe sorprenderci che Joseph Smith, nelle sue avversità, possa aver offeso qualcuno. Ma chiaramente era un profeta di Dio.

Non c’è momento migliore del presente

Non riesco a immaginare un periodo migliore per essere membro della Chiesa. Quando ho sposato mia moglie c’erano 13 templi in tutta la Chiesa e volevamo visitarli tutti. Oggi ci sono più o meno 140 templi, e non riusciremo mai a farlo. Tutti i frutti della Restaurazione — profeti e apostoli, templi, sacerdozio, Il Libro di Mormon, le rivelazioni — sono benedizioni grandiose nelle nostre vite. È stato reso tutto possibile dal Salvatore, dal Suo vangelo e dal piano di nostro Padre.

La storia è una benedizione nelle nostre vite, perché ci permette di guardarci indietro. A volte fa male riesaminare le nostre esperienze passate ma, tramite la storia, possiamo guardare indietro alle vite degli altri e scoprire come mai siano stati benedetti.

Sotto molti punti di vista sono un tipo qualunque, ma sono arguto abbastanza da sapere che il mio Padre Celeste mi ama. Ci ama tutti. Siamo davvero Suoi figli e Sue figlie. Vuole davvero che torniamo a Lui. Non si occupa delle nostre vite a tempo perso. Fa tutto parte del nostro processo di crescita. Egli vuole che impariamo e che esercitiamo il nostro arbitrio nell’affrontare le avversità. Ma riesco veramente a vedere la Sua mano nella mia vita e nella vita della mia famiglia. Sono grato per questa esperienza mortale, perché amo la vita. Vanno male molte cose, ma ci sono anche un sacco di cose fantastiche nella vita e sono grato che come esseri spirituali abbiamo avuto l’opportunità di venire sulla terra, ottenere un corpo e imparare cose che ci aiuteranno durante le eternità.

La storia è una benedizione nelle nostre vite, perché ci permette di guardarci indietro. A volte fa male riesaminare le nostre esperienze passate ma, tramite la storia, possiamo guardare indietro alle vite degli altri e scoprire come mai siano stati benedetti. Fare le stesse cose che hanno benedetto i nostri antenati può esserci di aiuto nel non commettere sbagli.

Rispondere alle domande

Cosa posso rispondere ai miei amici che dicono che è difficile credere a parte della nostra storia, come ad esempio gli episodi riguardanti angeli e tavole d’oro?

Se la nostra storia va oltre quello che le persone ritengono possibile, è normale che siano scettiche. Semplicemente, potremmo far notare come tutto sia coerente con gli altri eventi miracolosi accaduti in passato quando Dio si è rapportato all’umanità, condividere la nostra testimonianza e invitare le persone a studiare per conto loro. Poi potremmo invitarle a meditare su ciò che hanno appreso e a chiederne conferma in preghiera al Padre Celeste “con cuore sincero, con intento reale, avendo fede in Cristo” (Moroni 10:4).

Se sono disponibili a fare questo “esperimento”, esercitando “una particella di fede” (Alma 32:27) per chiedere a Dio, lo Spirito Santo porterà loro testimonianza.

Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

 
1000 caratteri rimanenti