New Experience
    Menu Giovani

    Spezzare la dipendenza dalla pornografia

    Sono diventato dipendente dalla pornografia. Sta rovinando la mia vita. Cosa posso fare per spezzare questa dipendenza?

    La pornografia è un problema serio e diffuso. Ferisce il tuo spirito e contamina la tua mente con pensieri impuri. Danneggia le tue relazioni. Guardare materiale pornografico fa sì che tu perda la compagnia dello Spirito Santo.

    Superare la dipendenza non è facile, ma è semplice: decidi adesso di smettere di guardare materiale pornografico o di pensare alla pornografia. Parla subito con il tuo vescovo o presidente di ramo. Non vergognarti di parlare con lui. Può aiutarti a pentirti cosicché l’Espiazione del Salvatore possa purificare i tuoi pensieri e il tuo spirito. “Da questo potrete sapere se un uomo si pente dei suoi peccati: ecco, li confesserà e li abbandonerà” (DeA 58:43).

    Fa tutto quello che puoi per evitare la pornografia in futuro. Ciò potrebbe significare fare a meno del cellulare e dell’accesso a Internet, eccetto che in luoghi pubblici e con filtri rigidi installati.

    Fa della preghiera, dello studio dello Scritture, del servizio e di altre attività edificanti il centro della tua vita. Il Signore ha insegnato: “Cessate dunque […] ogni desiderio lascivo” e “la virtù adorni i tuoi pensieri senza posa” (DeA 88:121; 121:45). Con un pentimento sincero e con l’aiuto del Salvatore e dei Suoi servitori eletti, tu puoi superare questa dipendenza.

    Scopri come vincere gli effetti della pornografia grazie all’Espiazione di Gesù Cristo.

    Non arrenderti mai

    La pornografia ha rovinato la mia vita, ma ho finalmente spezzato questa dipendenza dopo molta sofferenza. Il processo del pentimento sarà lungo e difficile, ma prega con sincerità ogni giorno per avere l’aiuto del Signore durante questa prova. Non pensare mai di non essere degno di pentirti, poiché l’Espiazione è a disposizione di tutti. Ricorda, inoltre, che ogni volta che vieni tentato, Satana sta cercando di farti sprofondare nel peccato. Ma la scelta sarà sempre la tua, che sia quella di cedere alla tentazione o di ignorarla. Non darti per vinto né con te stesso né con il Signore, poiché Egli non ti fornisce alcuna prova che tu non possa sopportare (vedere 1 Nefi 3:7).

    Una giovane donna di Victoria, Australia

    Confessa

    Ho avuto questo problema. Mi perseguita ancora. Prima di tutto, smetti di guardare materiale pornografico. Vai dal Padre Celeste. Ho sentito il Suo perdono quando pensavo di non poter essere perdonata. Poi ho creduto che tutto fosse a posto. Non volevo che nessuno sapesse, me ne vergognavo tanto. Ma è qualcosa che devi dire al tuo vescovo. Io ho provato a non farlo. Ma ho ripetutamente sentito queste parole: “Se hai un problema con la pornografia, vai dal tuo vescovo”. Un giorno, durante la mia intervista per la raccomandazione per il tempio, è venuto fuori. Dopo mi sono sentita così bene. Ero libera. Mi ero tolta un peso. Poi l’ho detto ai miei genitori. Erano tristi, ma l’hanno accettato. Non aver paura di confessarlo.

    Una giovane donna del Tennessee, USA

    Dillo a qualcuno

    Sono stato prigioniero della pornografia per molto tempo. È stato solo grazie al sostegno dei miei genitori e all’aiuto del mio vescovo che me ne sono alla fine liberato. Un ridotto accesso a Internet e qualche settimana senza prendere il sacramento sono un piccolo prezzo da pagare per la gioia di essere pulito. Consulenti professionisti possono, inoltre, aiutarti e non ti giudicheranno. Sono anch’essi strumenti che il Signore ci ha dato.

    Un giovane uomo della California, USA

    Parla al tuo vescovo

    Parla al tuo vescovo il più presto possibile. È difficile fare il primo passo, ma devi parlargli per pentirti. Non ti prenderà in giro né sarà indignato con te. Si preoccupa e vuole solo ciò che è meglio per te. Gesù Cristo ha sofferto per i tuoi peccati cosicché tu possa sentirti di nuovo libero dallo schiacciante senso di colpa e dalla tristezza insostenibile che stai provando da così a lungo (vedere Alma 5:9). Non è troppo tardi per cambiare. Puoi di nuovo provare la vera gioia. Chiedi a Dio di darti il coraggio per pentirti.

    Taylor P., 18 anni, Carolina del Nord, USA

    Canta un inno

    La pornografia non è di Dio. Il processo di pentimento è lungo e doloroso, ma è possibile! Devi avere il desiderio di cambiare, di percepire la gravità del peccato e, soprattutto, di cercare l’aiuto del Padre Celeste. Per evitare di cadere in tentazione, io ho una foto di Gesù Cristo vicino al mio computer. È sempre lì che mi guarda! Ogni volta che mi vengono in mente musica o immagini pornografiche, canto un inno e queste cose malvagie vengono presto dimenticate.

    Natália Q., 18 anni, San Paolo, Brasile

    Prega

    Il potere della preghiera è indescrivibile; ci dà la forza di resistere alle avversità e uscirne vincitori (vedere DeA 10:5). Se cerchi il Padre Celeste in preghiera, Egli ti darà la forza di liberarti dalla tentazione. Se leggi le Scritture quotidianamente, sarai ancora più rafforzato. Se ti affidi al Signore e non alle tue forze, Egli ti libererà dalle catene che ti imprigionano. È mediante l’Espiazione che puoi essere guarito.

    Gian G., 18 anni, Rivera, Uruguay

    Leggi le Scritture

    Prega per avere forza. Enos pregò per un giorno intero, supplicando il Signore affinché i suoi peccati fossero perdonati, e grazie alla sua fede, egli provò una grande pace e il senso di colpa svanì. Leggi le Scritture per ottenere lo Spirito Santo, giacché in Sua compagnia, non penserai a cose impure né le commetterai. Leggi Salmi 24:3–5 (in merito a mantenersi puri) Tieniti impegnato: fai sport, esci e divertiti in modo pulito e non farti influenzare dai cosiddetti amici. Quando giungono le tentazioni, sii risoluto e respingile. Ricorda che il Padre Celeste sa tutto quel che pensi e fai.

    Ana G., 17 anni, Zulia, Venezuela

    Come proteggersi dalla tentazione

    “Cercate, prima di tutto, di separarvi da persone, materiali e circostanze che possono danneggiarvi. […]

    Riconoscete che le persone legate dalle catene di vere dipendenze hanno spesso più bisogno d’aiuto esterno che di contare sulle proprie forze, e una di queste persone potreste essere anche voi. Cercate questo aiuto e accoglietelo con gioia. Parlate con il vostro vescovo, seguite il suo consiglio. […]

    Assieme ai filtri al computer e a un [freno nelle effusioni], ricordate che l’unico vero controllo nella vita è quello che si esercita su se stessi. Esercitate un controllo maggiore anche sui momenti più irrilevanti che vi trovate di fronte. Se un programma alla tv è indecente, spegnete l’apparecchio. […]

    Coltivate lo Spirito del Signore e state dove è Lui. Accertatevi che includa la vostra casa, lasciando che ispiri il genere di arte, musica e letteratura che vi tenete”.

    Anziano Jeffrey R. Holland del Quorum dei Dodici Apostoli, “Non c’è più posto per il nemico della mia anima”, Liahona, maggio 2010, 45–46.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza