New Experience
    Menu Giovani

    Cinque caratteristiche di un buon ascoltatore

    Ascoltare veramente vi aiuterà a capire come soddisfare i bisogni spirituali e temporali degli altri alla maniera del Salvatore.

    L’anziano Jeffrey R. Holland del Quorum dei Dodici Apostoli ha detto: “Più importante del parlare è, probabilmente, il saper ascoltare. […] Se ascolteremo amorevolmente, non avremo bisogno di chiederci cosa possiamo dire. Sarà lo Spirito a suggerirci cosa dire” (“‘Testimoni’”, conferenza generale di aprile 2001).

    Ascoltare è un’abilità che possiamo acquisire. L’ascolto dimostra il nostro amore per gli altri, aiuta a creare rapporti solidi e invita lo Spirito affinché ci benedica con il dono del discernimento per aiutarci a comprendere i bisogni delle altre persone. Ecco cinque modi in cui possiamo migliorare il nostro modo di ascoltare.

    1. Trovare punti in comune

    Potreste non essere d’accordo su tutto ciò che viene detto, ma siatelo ove possibile senza dare idee sbagliate riguardo a ciò che provate. Essere ben disposti può aiutare a sciogliere la tensione e l’atteggiamento difensivo dell’interlocutore (vedere Matteo 5:25).

    2. Riflettere

    Parafrasate ciò che avete udito e come pensate che si senta l’altra persona. Questo l’aiuta a sapere se l’avete capita e le dà l’opportunità di chiarire.

    3. Concedere tempo alle persone

    Molte persone hanno bisogno di tempo per raccogliere i propri pensieri prima di parlare. Date loro il tempo di riflettere sia prima che dopo che hanno detto qualcosa (vedere Giacomo 1:19). Solo perché hanno finito di parlare non significa che hanno detto tutto ciò che avevano bisogno di dire. Non abbiate paura del silenzio (vedere Giobbe 2:11–3:1 e Alma 18:14–16).

    4. Prestare attenzione

    I nostri pensieri sono più rapidi delle parole dei nostri interlocutori. Resistete alla tentazione di saltare alle conclusioni o di pensare in anticipo a cosa direte quando avranno finito di parlare (vedere Proverbi 18:13). Ascoltate piuttosto con l’intento di comprendere. La vostra risposta sarà migliore perché si baserà su una comprensione maggiore.

    5. Chiedere chiarimenti

    Non abbiate paura di porre domande che chiariscono qualcosa che non avete capito (vedere Marco 9:32). I chiarimenti riducono i fraintendimenti e mostrano il vostro interesse in ciò che viene detto.

    Il presidente Russell M. Nelson ha insegnato che dovremmo imparare ad ascoltare, e ascoltare per imparare gli uni dagli altri (vedere “Ascoltate per imparare”, conferenza generale di aprile 1991). Se imparerete ad ascoltare con l’intento di conoscere gli altri, vi troverete in una posizione migliore per comprendere le loro necessità e per sentire i suggerimenti dello Spirito su come potete prendervi cura di chi vi circonda alla maniera del Salvatore.

    Tratto da un articolo della Liahona di giugno 2018.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza