New Experience
    Menu Giovani

    Come essere un buon amico

    David Morales

    Tutti vogliamo sentirci inclusi. Ecco quello che potete fare se voi o qualcun altro vi sentite messi da parte.

    Ho iniziato a interessarmi alla Chiesa durante l’adolescenza, ma ho smesso di andare alle riunioni domenicali perché mi sentivo escluso da molti dei giovani. Qualche tempo dopo, uno di quei giovani mi ha invitato a un’attività della Chiesa. Ho accettato e mi piacevano le attività perché erano cose che mi piaceva fare: recitare, giocare a pallacanestro e correre.

    “Spero che ci sforzeremo sempre di essere rispettosi e sensibili nei confronti dei pensieri, dei sentimenti e delle circostanze di coloro che ci circondano. Facciamo in modo di non criticarli o umiliarli. Cerchiamo, piuttosto, di essere compassionevoli e offrire incoraggiamento”.

    Presidente Thomas S. Monson, “L’amore: l’essenza del Vangelo”, Liahona, maggio 2014, 93.

    Continuando a partecipare alle attività, ho iniziato a conoscere i giovani e mi sono reso conto che molti di loro frequentavano la mia scuola. Con il tempo ho potuto fare amicizia con giovani uomini e giovani donne che avevano le stesse norme che osservavo io. Sono grato che qualcuno mi abbia invitato a un’attività della Chiesa e sono grato di aver accettato.

    Vi siete mai sentiti come mi sono sentito io: escluso o fuori posto? Oppure avete conosciuto qualcuno che non si sentiva accettato e non aveva molti amici? Che sia accaduto a scuola, in chiesa o da qualche altra parte, la maggior parte della gente prima o poi ha provato queste sensazioni.

    Come farsi degli amici

    Essere esclusi fa male, ma prendersela o serbare rancore non aiuta a sentirsi meglio. Provate invece a fare queste cose:

    • partecipate alle attività della Chiesa. Sono ottime opportunità di circondarvi di persone che rispettano le vostre norme.
    • Acquisite e sviluppate delle abilità. Unirvi ad associazioni studentesche, squadre sportive o club è un buon modo per conoscere persone che condividono interessi simili ai vostri.
    • Non aspettate sempre che siano gli altri a chiedervi di essere loro amici. Presentatevi agli altri.
    • Siate le persone migliori che potete essere e tenete fede alle vostre norme. Troverete amici che vi apprezzano per il vostro carattere e per la luce che emanate.
    • Passate del tempo con la famiglia. Potreste rendervi conto che alcuni dei vostri migliori amici si trovano in casa vostra.

    Come coinvolgere gli altri

    A volte può sembrare difficile lasciare la nostra zona di conforto ed essere socievole con le altre persone, ma se ricorderemo di essere tutti figli di Dio, vedremo l’importanza di aiutare gli altri. Ecco alcune idee:

    • parlate con nuove persone a scuola e in chiesa. Presentatele ai vostri amici.
    • Invitate a un’attività a scuola o in chiesa qualcuno che ha bisogno di un amico.
    • Affrontate — con gentilezza e pazienza — le persone che, intenzionalmente, fanno sentire gli altri indesiderati.
    • Sedetevi accanto a qualcuno che è da solo o invitatelo a sedersi con voi e con i vostri amici.
    • Pregate il Padre Celeste quando non sapete come aiutare qualcuno. Egli sa perfettamente di cosa ha bisogno quella persona per essere felice e può aiutarvi a offrire tale aiuto.

    Condividete la vostra esperienza

    Quali suggerimenti avete sul modo in cui farsi degli amici e includere gli altri? Condividete la vostra esperienza qui sotto.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza