chiudi
Salta navigazione principale
Menu Giovani

La meccanica del volo

Richard M. Romney Riviste della Chiesa

Un aereo può insegnarti molto su obbedienza, rivelazione e direzione spirituale.

Quando avevo 18 anni, divenni un meccanico di aerei. Non era qualcosa che sognavo di fare, si trattava del lavoro assegnatomi in quanto recluta della Guardia nazionale aeronautica. Una volta terminato l’addestramento di base, passai all’addestramento tecnico. Lì scoprii di non sapere quasi nulla sulla meccanica del volo, ma imparai presto i principi fondamentali.

Due forze

Ho imparato che, per volare un aeroplano richiede due forze:

  1. la spinta, o slancio, a una velocità sufficiente a creare la portanza. La spinta vince l’attrito, che è la resistenza al movimento.
    Aeroplano
  2. La portanza, creata dalla differenza di pressione tra l’aria che passa sopra l’ala e quella che vi passa sotto (in termini scientifici, questo è definito come teorema di Bernoulli). La portanza vince la gravità, che, altrimenti, attirerebbe l’aereo di nuovo a terra.
    Ala dell’aeroplano

Correggere la rotta

Ovviamente, il volo di un aeroplano coinvolge numerosi altri fattori. Ma molti di questi possono essere ricondotti a due altri principi.

  1. I supporti alla navigazione aiutano il pilota a sapere che cosa deve fare per mantenere la rotta. Tra questi supporti troviamo gli indicatori e i quadranti nella cabina di pilotaggio, ma anche i radiofari e il contatto vocale con le torri di controllo.
  2. I sistemi di controllo di volo facilitano il cambiamento di direzione. Tali sistemi includono i timoni (alette poste sulla coda dell’aeromobile), alettoni e alette correttrici di assetto (piccole alette poste sulle ali), ipersostentatori di bordo d’uscita e deflettori, ipersostentatori di bordo d’attacco e stabilizzatori. Tutto ciò permette all’aeroplano di rollare, cabrare, picchiare, virare e tornare delicatamente a terra quando è il momento di atterrare.

Ben saldi

Infine, c’è un’altra cosa che ho imparato come meccanico: i piloti dipendono dal personale di terra. Detto personale prepara l’aeromobile per il volo, guida l’apparecchio da e verso la pista, conduce ispezioni pre e post volo, e svolge o raccomanda la manutenzione a intervalli regolari. Esso è responsabile della manutenzione e della sicurezza dell’aeromobile.

Diagramma aereo

 

Che cosa c’entra questo con te?

Per parafrasare il presidente Dieter F. Uchtdorf, secondo consigliere della Prima Presidenza: “Potreste chiedervi che cosa hanno a che fare queste […] esperienze di volo […] con [il Vangelo]”.

Ecco la mia risposta.

La portanza spirituale

L’obbedienza alle leggi e alle ordinanze del Vangelo crea lo slancio. Dà la fiducia spirituale che crea la spinta spirituale. Un’obbedienza continua ci fornisce una spinta continua. Ci permette di continuare ad andare avanti. Ci permette di elevarci al di sopra del mondo, posizione da cui possiamo vedere chiaramente come tornare al nostro Padre Celeste.

Correggere la rotta

Dopo essere stato battezzato, hai ricevuto lo Spirito Santo, il migliore degli strumenti di navigazione spirituali. Continuando a obbedire, la voce calma e sommessa fornirà continui suggerimenti su cosa fare, dove andare e come agire. Se ascolterai attentamente, essa ti guiderà.

Usare i mezzi che il Signore ha fornito per correggere la rotta dipende, però, da te. Tali mezzi includono i punti cardine: preghi regolarmente, studi le Scritture, partecipi alle riunioni della Chiesa, ti prepari per andare al tempio e ci vai? Includono anche il pentimento, che ti permette di apportare modifiche grandi o piccole al comportamento, all’altitudine e alla direzione spirituali. Proprio come un pilota controlla i misuratori, le mappe e le tabelle, tu puoi controllare regolarmente di trovarti nella giusta direzione e, in caso ti fossi allontanato dalla retta via, apportare i cambiamenti necessari per tornare al piano di volo spirituale corretto.

Certificazione spirituale

Come il pilota, devi confidare nel tuo personale di terra spirituale. Nel tuo equipaggio ci sono i tuoi genitori, i dirigenti dei Giovani Uomini o delle Giovani Donne, il tuo vescovo e i suoi consiglieri, gli insegnanti familiari, gli insegnanti del Seminario e gli amici retti. Pensa alle interviste che fai con loro come se fossero ispezioni pre e post volo. Proprio come si controlla un aereo a intervalli regolari, avrai opportunità per verificare se sei “pronto a volare” durante regolari interviste programmate. Il tuo personale di terra spirituale ti aiuterà a valutare le tue abilità, a preparare il tuo piano di volo e ti darà consigli sulla velocità del vento spirituale e sulle potenziali turbolenze. Determinate attività, come l’andare al tempio, richiederanno una verifica del fatto che sei “autorizzato al decollo”.

In volo, avrai la tua torre di controllo spirituale. Ascoltare i discorsi della Conferenza generale, per esempio, è come ascoltare il controllore di volo che può vedere tutti gli aerei in una volta sola e fornire istruzioni di navigazione su vasta scala. L’obbedienza ai consigli forniti ti aiuterà a procedere lontano da potenziali pericoli. Infatti, le Scritture fanno riferimento ai dirigenti della Chiesa come sentinelle sulla torre (vedere DeA 101:45).

Pronti a volare

Nonostante le mie esperienze con gli aerei derivino principalmente dal lavorare con il personale di terra, ho avuto anche l’opportunità di trovarmi molte volte in volo. È sempre entusiasmante, sempre fonte d’ispirazione. Infatti — e questa è forse un’altra lezione che ho imparato stando a contatto con gli aerei — in senso spirituale, siamo destinati a volare. Siamo figli del nostro Padre Celeste ed Egli vuole che raggiungiamo quote spirituali. Quali Suoi figli, dobbiamo dirigerci verso il cielo perché, con il Suo aiuto, possiamo sempre raggiungere nuove quote.

Condividi la tua esperienza

In che modo l’obbedienza ai comandamenti del Padre Celeste ti ha aiutato a raggiungere nuove vette? Condividi la tua esperienza qui sotto.

Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

 
1000 caratteri rimanenti

Condividi la tua esperienza