Skip main navigation
Menu Giovani

Il progetto Facebook

Mandalyn Ferguson

Un semplice progetto sui social media ha avuto un grande impatto.

Un giorno, guardando l’elenco dei miei amici di Facebook, decisi di provare una cosa nuova. Da tempo pensavo alla dignità personale. Avevo ricevuto una testimonianza che tutti siamo figli e figlie di Dio e che siamo amati. Tutti abbiamo talenti e abbiamo il diritto e la responsabilità di usarli. Quando guardavo i miei conoscenti e i miei vicini, volevo rammentare loro quanto fosse unico il loro valore.

Ebbe dunque inizio il Progetto Facebook.

“Ogni servitore che ha fatto alleanza con [il Salvatore] […] riceverà la Sua guida mediante lo Spirito mentre benedirà e servirà gli altri per Lui. E sentirà il Suo amore e troverà gioia nell’essere portato più vicino a Lui” — Presidente Henry B. Eyring

Decisi che ogni giorno avrei mandato messaggi a cinque persone del mio elenco di amici dicendo ciò che mi piaceva di loro. Era un obiettivo piccolo. Mi aspettavo di riuscire a scrivere solo una o due frasi a ogni persona, e non mi aspettavo nulla di più che un semplice grazie in cambio.

Ma mentre pregavo il Padre Celeste al riguardo ogni mattina, ricevetti ispirazione — e i miei messaggi divennero di almeno un paragrafo per ogni persona. Ogni persona è unica e importante, non è stato dunque difficile trovare i talenti e i doni delle persone, specialmente con l’aiuto di Dio.

Fui sommersa dalle risposte delle persone! Non riesco a contare le persone che hanno detto: “Mi hai reso felice!” Alcune persone hanno detto che il mio messaggio le aveva aiutate durante una prova o che aveva cambiato la loro prospettiva. Alcune delle persone con cui ero più a disagio a mandare un messaggio, erano poi quelle più grate di riceverlo. Ciò mi ha fatto rendere conto che un sacco di persone hanno difficoltà a riconoscere il loro valore personale o a provare speranza nelle circostanze pessime del mondo di oggi, e un commento gentile e mirato può significare molto per loro.

Ho imparato molto da questo progetto. Per un verso, le persone sono molto differenti da come possono apparirci dall’esterno. Tutte hanno prove e hanno bisogno di aiuto. Ho anche imparato quanto prontamente Dio ti aiuta quando vuoi aiutare gli altri. Se hai fissato un obiettivo giusto, allora Egli ti assisterà.

Aiutare gli altri a riconoscere il loro valore personale mi ha aiutato a riconoscere il mio. So che la mia esperienza con questo progetto ha aiutato me e tante altre persone, e sarò grata per sempre al Padre Celeste.

Questo articolo è apparso originariamente a ottobre 2013 nella rivista New Era.

Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

 
1000 caratteri rimanenti

Condividi la tua esperienza