New Experience
    Menu Giovani

    La ricerca della felicità

    Anziano Jeffrey R. Holland Of the Quorum of Twelve Apostles

    Gran parte della vostra felicità è nelle vostre mani, non negli eventi o nelle circostanze, nella fortuna o nella sfortuna.

    Vorrei parlare dell’affermazione di Nefi riguardo al vivere “in maniera felice” (2 Nefi 5:27). Quello che sottintende è una ricerca della felicità, non necessariamente la felicità stessa.

    Non penso che Dio, nella Sua gloria, o gli angeli dei cieli o i profeti sulla terra intendano renderci felici in ogni momento, ogni giorno, in ogni modo, considerate le prove che questo regno terreno ha lo scopo di fornirci.

    La rassicurazione che vi offro oggi, però, è che nel piano di Dio possiamo fare tanto per trovare la felicità che desideriamo. Possiamo intraprendere determinati passi, sviluppare determinate abitudini e fare determinate cose che — secondo quanto ci insegnano Dio e la storia — conducono alla felicità.

    In breve, la miglior possibilità di essere felici consiste nel fare le cose che le persone felici fanno, nel vivere nel modo in cui le persone felici vivono e percorrere il sentiero che le persone felici percorrono. Ecco alcune idee su come si può vivere “in maniera felice”.

    1. Vivete il vangelo di Gesù Cristo

    Più di ogni altra cosa, la felicità suprema, la pace vera e qualsiasi cosa che sia vagamente vicina alla gioia descritta nelle Scritture si trovano principalmente, soprattutto e sempre vivendo il vangelo di Gesù Cristo. Sono stati tentati molti altri sistemi di credenze e molte altre filosofie. Si può davvero dire con certezza che praticamente qualsiasi altro sistema o filosofia è stato demolito nel corso dei secoli di storia. Tuttavia, quando l’apostolo Tommaso pose al Signore la domanda che tanti giovani fanno oggi: “Come possiamo saper la via?” — che alla vostra età si traduce con: “Come possiamo sapere la via per essere felici?” — Gesù diede una risposta che risulta vera di eternità in eternità:

    “Io son la via, la verità e la vita […].

    E quel che chiederete nel mio nome, lo farò […].

    Se chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò” (Giovanni 14:5–6, 13–14).

    Che promessa! Vivete a modo mio, vivete la mia verità, vivete la mia vita — vivete nel modo che vi sto mostrando e insegnando, e qualsiasi cosa chiederete vi sarà data, qualunque cosa cercherete la troverete, inclusa la felicità. Parti della benedizione possono arrivare subito, altre parti più tardi e altre ancora potrebbero non arrivare in questa vita, ma arriveranno — tutte.

    2. Scegliete di essere felici

    Secondo, imparate il più velocemente possibile che gran parte della vostra felicità è nelle vostre mani, non negli eventi o nelle circostanze, nella fortuna o nella sfortuna. Questo fa parte dei motivi alla base della guerra per l’arbitrio che ebbe luogo nei concili preterreni del cielo. Possiamo scegliere, abbiamo il potere di prendere le nostre decisioni, abbiamo l’arbitrio e, se non possiamo scegliere la felicità di per sé, possiamo scegliere di vivere in maniera felice. La felicità scaturisce per prima cosa da ciò che avete nella testa, molto tempo prima che vi arrivi tra le mani.

    Per esempio, “la virtù adorni i tuoi pensieri senza posa” (Dottrina e Alleanze 121:45). Questo consiglio non è buono soltanto contro la piaga moderna della pornografia, ma è anche un buon consiglio per tutti i tipi di pensieri sul Vangelo, di pensieri buoni, di pensieri costruttivi, di pensieri di speranza. Questi pensieri pieni di fede cambieranno il modo in cui vedrete i problemi della vita e in cui troverete le soluzioni per risolverli. Pensate, parlate e agite positivamente. Questo è ciò che fanno le persone felici.

    3. Non siate negativi, cattivi o arrabbiati

    La vostra felicità non potrà mai e poi mai basarsi sull’infelicità di qualcun altro. Questo è ciò che caratterizza il bullismo. Questo è ciò che caratterizza i commenti maligni. Questo è ciò che caratterizza l’arroganza, la superficialità e il sentimento di superiorità. Forse pensiamo che, se siamo abbastanza negativi o cinici, o abbastanza meschini, allora le aspettative non saranno troppo alte e potremo tenere tutti in basso a un livello di imperfezione tale per cui i nostri difetti non saranno tanto appariscenti. Le persone felici non sono negative o ciniche o meschine, quindi non pensate che queste caratteristiche possano far parte del vivere “in maniera felice”.

    4. Lavorate duramente e studiate

    Un ultimo suggerimento, sebbene ce ne siano molti altri su cui dovremmo riflettere: con l’intento di trovare felicità nella loro nuova terra dopo trent’anni di problemi, Nefi affermò: “Io, Nefi, feci sì che il mio popolo fosse industrioso e lavorasse con le sue mani” (2 Nefi 5:17). Al contrario, coloro da cui erano scappati divennero “un popolo indolente, pieno di cattiveria e di astuzia” (2 Nefi 5:24). Se volete essere felici a scuola o in missione o nel matrimonio, adoperatevi affinché accada. Imparate a lavorare. Servite diligentemente. Non siate oziosi e sleali.

    Dio vuole che siate felici

    La mia testimonianza per voi è che Dio, il vostro Eterno Padre in cielo, incoraggia e applaude i vostri conseguimenti ancor più affettuosamente di me. Egli vuole che siate felici, che proviate la vera gioia. L’Espiazione del Suo Unigenito Figlio ci offre il giusto sentiero e, se necessario, un nuovo inizio su di esso, una seconda opportunità, un cambiamento nella nostra natura. Cristo è “la via, la verità e la vita” (Giovanni 14:6); nessuno giunge alla vera felicità se non tramite Lui.

    Tratto da un discorso tenuto il 23 settembre 2014 presso la Brigham Young University–Idaho.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza