I menu del sito LDS.org sono stati modificati. Scopri di più. chiudi
Salta navigazione principale
Menu Giovani

L’obiettivo finale

Kathleen S., Utah, USA

Mi resi conto che, a prescindere da quale strada avessero intrapreso la mia vita o la mia carriera, essere degna di entrare nel tempio era più importante.

Facevo danza da quando ero bambina. Prendevo molto seriamente questa disciplina e vi dedicavo tanto tempo e impegno. Quando iniziai le scuole medie, decisi di voler diventare una ballerina professionista, indipendentemente da quello che ci sarebbe voluto per diventarlo.

Un giorno, il mio insegnante di danza spiegò alla nostra classe come prepararci per la nostra futura carriera. Egli disse che solo una piccola percentuale delle persone che si allenano nella danza diventa un ballerino professionista e che, di coloro che sono stati addestrati come ballerini professionisti, solo un piccolissimo numero finisce per perseguire la danza come carriera. Continuò dicendo che, a prescindere dal fatto che la danza diventasse o meno il nostro lavoro, avremmo dovuto fare del nostro meglio per diventare i migliori professionisti che potessimo essere: i migliori medici, insegnanti, panettieri o qualsiasi altra cosa dovevamo diventare.

A quel tempo, le lezioni di danza si tenevano al piano superiore di un edificio che si affacciava sulla Valle del Lago Salato. Mentre l’insegnante faceva questo discorso, la mia attenzione fu attratta verso la finestra, e poi verso il Tempio di Salt Lake.

Fino a quel momento, il mio obiettivo era stato quello di diventare una ballerina professionista perché ero certa che la danza mi avrebbe reso felice. Ma, non appena guardai il tempio, mi resi conto che, a prescindere da quale strada avessero intrapreso la mia vita o la mia carriera, essere degna di entrare nel tempio e vivere alla presenza del mio Padre Celeste erano le sole cose che mi avrebbero riempito di eterna gioia.

Questa consapevolezza mi tolse un enorme fardello dalle spalle. Il mio obiettivo finale non era più la danza, ma essere degna di essere ammessa alla presenza di Dio. E, a differenza della danza professionale, non ci sono limiti su quanti di noi possono tornare a vivere con il Padre Celeste per sempre. Grazie all’Espiazione, tutti abbiamo quell’opportunità.

Vedi in che modo ti puoi preparare per le alleanze del tempio.

Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

 
1000 caratteri rimanenti

Condividi la tua esperienza