Salta navigazione principale
Menu Giovani

Perché ci viene chiesto di fare così tanto

Esistono così tante opportunità di fare il bene che non possiamo perdere di vista il motivo per cui compiere buone azioni è una parte importante del piano di Dio.

Compiere buone azioni rafforza la testimonianza

Il fare è una parte importante del sapere. Se sceglieremo di fare ciò che Gesù insegnò, sapremo che è vero.

“Acquisire una testimonianza non è una cosa passiva, ma un processo in cui ci si aspetta che facciamo qualcosa”, ha insegnato l’anziano Dallin H. Oaks del Quorum dei Dodici Apostoli. “Il Salvatore ha dichiarato: ‘Se uno vuol fare la volontà di lui, conoscerà se questa dottrina è da Dio o se io parlo di mio’ (Giovanni 7:17)” (“La testimonianza”, Liahona, maggio 2008, 27).

Compiere buone azioni ci rende più simili a Cristo

Il fare è una parte essenziale del cambiamento. Se sceglieremo di fare sempre ciò che Gesù insegnò, diventeremo più simili a Lui in modo stabile.

“Il giudizio finale non è soltanto una valutazione della somma degli atti buoni o cattivi che abbiamo commesso”, ha detto l’anziano Oaks. “È un riconoscimento dell’effetto finale dei nostri atti e pensieri: ciò che siamo diventati” (“L’invito a cambiare”, Liahona, gennaio 2001, 40).

Non dobbiamo farlo da soli

Anche se il Vangelo fornisce continue opportunità di diventare più simili al Salvatore, non dobbiamo sentirci sopraffatti.

La grazia del Salvatore ci consente sia di fare ciò che Egli richiede sia di diventare come Lui (vedi 1 Corinzi 15:10; Ether 12:27; Moroni 10:32–33).

Da dove comincio?

Il Signore ha detto che la “lista di cose da fare” può essere ridotta a due cose: ama il Signore con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente e ama il tuo prossimo come te stesso (vedi Marco 12:30–31). Impegnati ad amare Lui e chi ti sta intorno. È il migliore degli inizi.

Il Signore ha detto che la “lista di cose da fare” può essere ridotta a due: ama il Signore con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente e ama il tuo prossimo come te stesso (vedi Marco 12:30–31).

Quello che i giovani hanno da dire

Fai del tuo meglio
“Ho imparato che quando provi a fare ogni cosa, puoi sentirti stressata. Se provi a fare del tuo meglio ogni giorno, tutto andrà bene. Se ascolti lo Spirito Santo e stai vicina al Signore mediante la preghiera e lo studio delle Scritture, tutto andrà a posto e presto sarai la persona che il Signore vuole che tu sia. Ho provato a essere quasi perfetta e mi preoccupavo di non essere brava abbastanza, ma questo non è ciò che vuole il Signore. Sentirsi inadeguati e deprimersi sono sentimenti che non provengono da Dio. Quindi daGli il tuo meglio e troverai pace e gioia nella tua vita. Zandi C., 16 anni, Wyoming, USA

Ricerca l’aiuto del Signore
“Leggi le Scritture e prega quotidianamente. Cerca sempre di essere in sintonia con lo Spirito Santo. Il Padre Celeste ti aiuterà a vivere il Vangelo. Cerca sempre il Suo aiuto. Chiedi la Sua guida cosicché tu possa fare ciò che Egli spera che tu faccia. Ogni volta che farai la scelta giusta, sentirai la presenza dello Spirito. Questo ti farà desiderare di compiere più scelte giuste. Thaís S., 15 anni, Rio Grande do Sul, Brasile

Fiducia nel Signore
“Il Vangelo è qui per aiutarci, non per preoccuparci. Se abbiamo fiducia nel Signore, allora possiamo avere fiducia nel Suo vangelo. Quando hai fiducia, vivere il Vangelo non apparirà così soffocante perché capirai perché lo stai facendo. —Charlotte R., 15 anni, Utah, USA.

Concentrarsi sul lavoro imminente
“Non pensare a tutto quello che devi completare nella tua vita, pensa a ciò che deve essere fatto adesso. Fai del tuo meglio e il Padre Celeste farà in modo che funzioni. —Bethany F., 15 anni, Kentucky, USA

Le risposte dei giovani sono apparse originariamente nella Liahona di giugno 2012.

Errore nell’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

 
1000 caratteri rimanenti

Condividi la tua esperienza