New Experience
    Menu Giovani

    Il tuo sentiero delle alleanze

    Dato che il Vangelo porta una grande gioia, ciascuno di noi può e dovrebbe condividere tale felicità con gli altri.

    Essere un membro della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni è davvero meraviglioso. Sono così tante le benedizioni e le cose gioiose che derivano dall’appartenenza alla Chiesa. Quando siamo battezzati riceviamo il dono dello Spirito Santo. Tale dono ci fornisce guida e direzione, ci aiuta a pentirci e a essere puri e ci cambia la vita. Queste benedizioni sono il risultato del fatto di vivere sul sentiero delle alleanze — ovvero, vivere fedelmente secondo le alleanze che abbiamo stipulato e fare le cose che ci aiutano a rimanere fedeli.

    Tu e il sentiero delle alleanze

    Quindi, che cosa sono queste alleanze? Esse comprendono l’essere battezzati, l’essere confermati e il ricevere il dono dello Spirito Santo, (per i giovani uomini) l’essere ordinati al Sacerdozio di Aaronne e poi (una volta compiuti diciotto anni) al Sacerdozio di Melchisedec, il ricevere l’investitura nel tempio e l’essere suggellati nel tempio. “Le alleanze fatte con Dio ci aiutano a sapere chi siamo veramente” (Jean A. Stevens, “Figlie di Dio nell’alleanza”, Liahona, novembre 2014, 115). Attraverso ogni alleanza promettiamo al Padre Celeste che ci impegneremo a vivere come ci ha chiesto di fare. Se lo faremo, Egli ci promette che potremo avere la compagnia e la guida del Suo Spirito.

    Se seguiremo fedelmente il sentiero delle alleanze, finiremo con il fare molte cose che possono aiutarci a maturare, ad apprezzare la vita e a essere felici.

    Se seguiremo fedelmente il sentiero delle alleanze, finiremo con il fare molte cose che possono aiutarci a maturare, ad apprezzare la vita e a essere felici. Molto di ciò include il il servizio che svolgiamo, come giovani uomini che benedicono e distribuiscono il sacramento, il quale benedice tutti nel rione, o giovani donne che si prodigano per dimostrare amicizia a chi le circonda. Inoltre, se seguirai il sentiero delle alleanze, sarai benedetto con viaggi al tempio, con benedizioni del sacerdozio di conforto e di consiglio, con una benedizione patriarcale, con i consigli dei profeti e apostoli e con il potere della preghiera personale.

    E, ovviamente, c’è la speranza che la dottrina offre, come le famiglie eterne, la guarigione mediante la fede e le benedizioni e la Resurrezione.

    Sì, quando viviamo all’altezza delle nostre alleanze e ci impegniamo a vivere come ci ha insegnato il Salvatore Gesù Cristo e quando diamo ascolto ai consigli del profeta vivente, la vita va semplicemente molto meglio.

    La tua responsabilità

    L’essere membro della Chiesa di Gesù Cristo, però, non riguarda solo le benedizioni che ricevi personalmente. Riguarda anche l’aiutare gli altri a venire a Cristo e ad essere resi perfetti in Lui (vedere Moroni 10:32). Infatti, se vivremo il Vangelo, in ciascuno di noi crescerà il desiderio che altri siano benedetti da esso, specialmente i componenti della nostra famiglia.

    Il presidente Henry B. Eyring, primo consigliere della Prima Presidenza, ha spiegato quanto segue: “Il Signore sapeva che avreste provato questi sentimenti quando vi permise di ricevere le alleanze che vi portano le benedizioni. […] Non solo, ma conosceva quanto sarebbe aumentato tale sentimento una volta provata la gioia delle promesse che Egli ci fa nei sacri templi. […] Egli ci promette che, se siamo fedeli, nel mondo a venire vivremo per sempre in gloria come famiglia insieme con Lui” (Cuori legati”, Liahona, maggio 2005, 77).

    Quel desiderio di condividere che anche una nostra responsabilità. Il presidente Eyring ha insegnato anche questo: “Il dovere di avvertire il nostro prossimo ricade su tutti noi che abbiamo accettato l’alleanza del battesimo. Dobbiamo parlare del Vangelo con i nostri amici e parenti non appartenenti alla Chiesa. Il nostro scopo è quello di invitarli a conoscere i missionari a tempo pieno che sono chiamati e messi a parte per insegnare” (“Una voce di ammonimento”, La Stella, gennaio 1999, 37).

    Parte del rapporto di alleanza che abbiamo con il Padre Celeste, a motivo del nostro battesimo, è la condivisione del Vangelo. Mediante il profeta Joseph Smith, Gesù Cristo ha dichiarato: “Conviene ad ogni uomo che è stato avvertito di avvertire il suo prossimo” (DeA 88:81).

    Il sentiero delle alleanze per la tua famiglia e i tuoi amici

    Quando pensi ai componenti della tua famiglia e ai tuoi amici che forse non sono membri della Chiesa o che forse non sono attivi, è naturale volere che godano delle stesse benedizioni, delle stesse opportunità e dello stesso aiuto che tu hai perché hai stretto e rispetti le alleanze. Vorrai che ricevano potere e ispirazione mediante lo Spirito Santo, per godere delle benedizioni delle alleanze del tempio e che ricevano guida mediante le benedizioni patriarcali.

    Ovviamente, vorrai anche che godano di alcune delle grandi benedizioni che derivano dall’essere membri della Chiesa, come il partecipare alle attività congiunte e il provare la pace del tempio e la gioia del pentimento.

    Potrebbe darsi che essi vogliano che qualcuno come te fornisca loro un’opportunità essendo un buon amico e un esempio e invitandoli semplicemente a seguire il sentiero delle alleanze.

    Quindi, che cosa stai aspettando?

    Condividi la tua esperienza

    In che modo rispettare le alleanze ha benedetto la tua vita? Condividi la tua esperienza qui sotto.

    Errore sull’invio del modulo. Assicurati che tutti i campi siano compilati in modo corretto e riprova.

     
    1000 caratteri rimanenti

    Condividi la tua esperienza