La mia decisione di essere battezzato


«Chi mi seguita non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita» (Giovanni 8:12).

La mia decisione di essere battezzato

I miei genitori mi hanno aiutato a prepararmi per il mio battesimo e a comprendere il motivo per cui dovevo essere battezzato. Ho iniziato a leggere il Libro di Mormon con mia mamma e più lo leggevo più mi piaceva.

Dopo, i missionari mi hanno insegnato e io ho iniziato a comprendere le cose che avevo imparato in Primaria. Quando i missionari mi hanno chiesto se volevo prendere su di me il nome di Cristo, ero un poco spaventato poiché sapevo quali responsabilità comportava il battesimo. Ma ho detto di sì: volevo essere battezzato non appena compivo otto anni.

Il 14 novembre 2004 sono stato battezzato membro della Chiesa. Da allora, ho affrontato molte situazioni che hanno fatto sì che ricordassi che devo sempre vivere come ha fatto Gesù Cristo. Per esempio, le mie sorelle hanno sette e due anni e ora so che tipo di esempio devo essere per loro. Cerco di occuparmi di mia sorella a scuola e di aiutarla a comportarsi bene. Lavoro duramente a scuola e a casa cerco sempre di essere più tranquillo in modo che mia sorella faccia lo stesso. Ogni domenica aiuto mia mamma a preparare la colazione e la prima domenica del mese ho iniziato a digiunare come i miei genitori.

Quando cerco di fare le cose che Gesù ha insegnato, posso vedere le benedizioni. I miei genitori mi insegnano a sentire l’amore del Salvatore in tutte le cose che faccio. Sto ansiosamente aspettando il giorno in cui potrò svolgere una missione.

José M., nove anni, Tacoma, Washington, USA